Archive for luglio, 2010

lug 11 2010

la sapienza 11 07 2010

 

LA SAPIENZA

No , non scrivo dell’università di Roma , vorrei solo dimostrare che la cultura nasce da noi tutti , anche quelli che sembrano sprovveduti , ma che confermano il principio : Leonardo sparava una sciocchezza al giorno , uno sciocco una buona idea l’anno . Comunque , buona o sciocca , importa come chi quanto la spara : un pubblico di battimani si trova sempre .

Sabato Cronaca non perde l’occasione di dar lustro al Festival dell’Unità al Cambonino : appare Dario Franceschini , ex segretario e capogruppo alla Camera , che , nella sua qualità di fu dc è più cattivo dei comunisti storici . Ecco le cannonate . Fini vuole una destra normale (ndr in attesa che schianti B , dopo i compagni provvederanno a saldare i conti con lui) , B no . Il commissario politico Titta Magnoli provvede a far sgranare le particelle di tanta saggezza : i nostri elettori ci chiedono di essere il più possibile motivati nel fronteggiare gli orrori (ndr non errori , è proprio orrori) del governo B . E voi siete pronti ? Cazzo compagno , che domanda ! Ogni settimana c’è un’emergenza politico-istituzionale nuova , una vera manna per noi . Ad esempio ? Ma non leggi le novità compagno Titta ? Mercoledì scorso ci sono state quattro manifestazioni contemporanee…i terremotati dell’Aquila , gli operai di due fabbriche …c’è un concentrato di tensioni sociali evidenti , l’eliminazione dal mondiale , eppure la risposta del governo è quella di non far vedere le emergenze sociali del Paese .

Le menti più lucide della compagneria di Cremona sguazzano da un tavolo all’altro , passano per le cucine , ballano , insomma un ritorno alle origini che i sempreglistessi pidiessini sembrano aver gradito , sottolinea Cronaca . I prossimi giorni , tra un bella ciao e una memoria resistente , si provvederà a demolire il nucleare .

A proposito , i compagni , pur graffiandosi appena possono , fanno sistema . Prendete il pubblico mantenuto welfarecremona . Italia 2020 , l’economia salvata dalle energie rinnovabili . Rimbomba l’anticipo di Cronaca . Non solo il nucleare è mortifero . Le energie rinnovabili , che producono anche l’elettrica , sono vantaggiose . Realizzabili in pochissimo tempo contro i 10/12 anni del nucleare , pulite e indipendenti (non devono cioè passare da Palazzo Grazioli) , aiutano a uscire dall’attuale crisi economica , fra tre quattro anni non avranno più bisogno di incentivi pubblici , creano molti più posti di lavoro . La geocomunità del Po deve essere il motore del progetto . Se sfilate la lista dei garanti , c’è da farsi accapponare la pelle dall’ammirazione .

Cremona 11 07 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

lug 10 2010

linguaggi 10 07 2010

 

LINGUAGGI

Zanolli Vittoriano , direttore della Provincia , si sa , tiene molto alla forma ed evita parole che possano tradire il profumo della stalla . Per cui ecco il titolo delle locandine di oggi :

I primi multati perché andavano a prostitute

Sembra si siano difesi con un : ma che prostitute e prostitute , me seri a putane .

Lo stesso giorno B conferma : la libertà di stampa non è un diritto assoluto , incontra un limite nei diritti degli altri . Principio tanto ovvio da chiedersi perché l’abbia ricordato . Col rischio (certo?) che gli intellettuali d’ambo i lati lo trasformino in una voglia di censura . Come nella campagna elettorale 2006 , quando l’invito ai commercianti di Napoli a non essere coglioni votando a sinistra fu trasformato in un avviso a tutti gli elettori .

Cremona 10 07 2010 www.flamimiocozzaglio.info

No responses yet

lug 09 2010

in morte di luciano dacquati 09 07 2010

 

IN MORTE DI LUCIANO DACQUATI

Amava la Terra nella sua complessità senza la petulanza d’un verde ; il nostro dialetto senza la pedanteria degli eruditi . Ma sta solo ai suoi cari piangerlo . Ai suoi ammiratori il dispiacere di una partenza un po’ prematura , un uomo superiore alla media non solo adesso , anche in vita . E a me , tanto per cambiare , l’ennesima prova che a Cremona mancano quelle “eccellenze” che i tromboni sfiatati continuano a cantare . Ricordi e fatti su Provincia , Cronaca , Vascello . Tranne Agostino Melega , una sfumatura , ancor più comprensibile dato il taglio che usa , nessuno , Provincia in testa che fu il suo giornale , ricorda il pessimo trattamento , ingiusto , volgare , che gli fu inflitto dai sciur padrun dalle belle braghe bianche al tempo del licenziamento . Ma dove crede di andare questa città di morti se non ha mai il coraggio della verità neppure nei momenti in cui costa pochissimo , un po’ d’amor proprio ? Solo elogi sperticati visibilmente diffusi per innalzare se stessi . Ci voleva tanto a farglieli ufficialmente , anche tenui come spettano a un vivo , invece di un tardivo piccolo spazio negli ultimi due anni , dopo venti di ottuso ostracismo ?

Le eccellenze cremonesi sono racchiuse nel titolo di un giornale “unico” a scrivere la “verità” :

Informazioni per sopravvivere

corso Matteotti , da questo lunedì prima fase del cantiere .

Cremona 09 07 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

lug 08 2010

oreste , il cinema , le puttane 08 07 2010

Published by under costume,Politica cremonese

 

ORESTE , IL CINEMA , LE PUTTANE

Sta per chiudere anche il Tognazzi , in ogni trama ci deve essere un colpevole e noi a Cremona abbiamo quello adatto , con le spalle larghissime , sue , Oreste . Fosse stato capace di rivitalizzare il centro , chiudere in due settimane piazza Marconi , inventare duemila parcheggi , niente , non è stato nemmeno in grado di circoscrivere il suo vice , Malvezzi , anche lui spalle larghissime ma non sue , che secondo le recenti indiscrezioni di fonte intellettualistica avrebbe aperto i cantieri di Cremona ai mascheranti della mafia , senza nemmeno accorgersene , perché roso dalla mania del fare e sicuro della protezione , se non di Dio , di qualche centinaio di guerrieri , lui novello Goffredo di Buglione . Dio lo vuole , recita compunto in giacca e cravatta ogni mattina alle otto davanti a un commosso Montini che gli apre immediatamente le porte , ehm , dicono del Paradiso . E siccome è pio e furbo s’è tirato fuori dall’ordinanza sulle puttane , che a rigore gli avrebbe dato spazio , ma in salita e sterrato e lui il fisico proprio non ce l’ha . Nel varco si sono precipitati , secondo logica e costume , i sinistri . Replicanti Elena Guerreschi e Alessandro Corradi . Potete leggere la recita sul loro sito , cambiano due parole ma , cioè cazzo compagni , l’intelaiatura è sempre quella : chiedono di sapere , parliamone etc etc . Il buffo , ricordate ? nell’ultimo Consiglio Corradi aveva mozionato non so cosa , dopo un paio d’ interventi dei colleghi aveva rimozionato lamentando che dalle loro risposte aveva capito che manco lo ascoltavano e aveva tirato fuori una non tanto larvata minaccia , la prossima seduta si sarebbe armato di registro di classe . Bene , un tre quarti del ci faccia capire a Oreste oggi è : mica vorrete multare oltre ai clienti anche le puttane ? Dimostrando che se i suoi colleghi non lo ascoltano in Consiglio lui moziona senza neanche leggere l’ordinanza , riportata , senza disegni è vero , sul sito del Comune , dove è scritto : la sanzione di 166 euro riguarderà esclusivamente i clienti delle prostitute e non queste ultime che comunque potranno sdebitarsi in altra via .

Ma a Cremona abbiamo di tutto , anche l’incapacità di accorgercene . Un luminare del pensiero ci spiega ch’è giunta l’ora di stanare ogni ipocrisia bacchettona e garantire igiene , pagamento delle tasse e controllo della criminalità . Come sosteneva quel gentiluomo di Montanelli , il poeta delle case chiuse . Da riaprire , come vogliono i maschi e , sembra , anche le loro donne . Per motivi non precisati . La prostituzione , ghignano convinti , non si può cancellare , è il mestiere più antico del mondo . Come le guerre . Sconfitte ormai , in occidente , solo dalle armate dei pacifisti .

Ma a quest’ora voglio chiudere con due parole serie . Una delle tante malattie dell’epoca moderna è , abbiamo tanto , bisogna avere tutto . No , rimangono ancora desideri irrealizzabili . Solo un ceffo senza sensibilità può trovar la faccia di sostenere che la prostituzione è un lavoro . Domande alla rinfusa e tante altre possibili . Avete mai sentito di una che se ne vanti ? Che possa selezionare i clienti ? Che possa farsi una famiglia ? Che uno dei ceffi di sopra l’accetti nella sua famiglia ?

Quale soluzione ? E che capacità credete abbia io di trovarle ? Ma non mi mancherà mai il rispetto per la loro tragica vita , che le ha portate a perdere la qualità di persona per quella di funzione . A favore di persone su cui è di nuovo pietà non dare giudizi .

Cremona 08 07 2010 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

lug 07 2010

i morti di reggio emilia 07 07 2010

Published by under costume,Politica nazionale

 

I MORTI DI REGGIO EMILIA

Tra i grandi quotidiani on line solo la Stampa diretta dal bravissimo Mario Calabresi ricorda i cinque morti di Reggio del 7 luglio del 1960 . Non mi interessa una ricerca delle responsabilità , solo ricordare ai giovani che non c’erano come cambia la vita “normale” . Vale anche per me , per i miei padri la guerra era una vicinanza incombente e credibile . Non è un caso che la Costituzione all’art. 11 proclami : l’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali . Fino a pochi anni prima era la regola , sia per i vincitori che per gli sconfitti dell’ultima .

Così oggi per fortuna si condannano le comprensibili durezze della polizia a Genova 2001 .

Il 7 luglio del 1960 i sindacati di Reggio proclamano uno sciopero per motivi politici . La prefettura nega l’uso della piazza . I sindacati la occupano egualmente , la polizia , la famosa Celere , carica , gli operai rispondono a sassate , come possono , la polizia spara , restano sul terreno cinque morti . Uno falciato a colpi di mitra .

Mario Calabresi , leggetelo ragazzi , in qualsiasi giornale vada , pubblica sette foto , e descrive così la più terribile : l’11 luglio si celebrano i funerali per i morti di Reggio Emilia , partecipano circa 150 000 persone , la polizia è consegnata nelle caserme e l’ordine pubblico viene garantito dagli 85 vigili urbani della città . In questa foto il passaggio in corso Garibaldi della bara di Ovidio Franchi , 19 anni , la più giovane delle vittime .

Per finire , non per polemica , ma la storia ci domina , nessuno , dai dirigenti ai poliziotti , fu condannato .

Cremona 07 07 2010 www.flaminiocozzaglio.info

P.S. Ragazzi , specie se siete romantici , non criticate Calabresi perché sul numero in carta di oggi , in prima , foto centrale a colori , inquadra il Dalai Lama a mani giunte affiancato da Carlabrunì anch’essa a mani giunte , con sopra il titolo :

Il Dalai Lama : elogio della castità

Per fortuna noi , come razza , riusciamo sempre a ridere .

No responses yet

lug 07 2010

lo scorno di tancredi quattrocognomi 07 07 2010

 

LO SCORNO DI TANCREDI QUATTROCOGNOMI

Su internet c’è quasi tutto . Lo studio Cataldi , www.studiocataldi.it , mi aggiorna , gratis , sulle sentenze singolari , specie di Cassazione . Oggi mi arriva la novità , tra automobilisti ci può stare , non è reato , il vaffa…e mi sovviene che Cronaca il 24 aprile pubblicò , dio sa da chi informata , che Sua Eccellenza Tancredi Quattrocognomi , in moto , fu ingiuriato da un automobilastro che evidentemente non sapeva chi era lui (lei non sa chi sono io) . Quattrocognomi fece intervenire la Stradale che identificò il reo . E se anche il reo consulta www.studiocataldi.it e ripete il vaffa….?

Cremona 07 07 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

lug 07 2010

uisp e ballotoliere 07 07 2010

Published by under Politica cremonese

 

UISP E BALLOTOLIERE

Freschissima da welfarecremona , il sito della sinistra cremonese mantenuto dai contributi delle aziende pubbliche , Aem , Ospizi vari e Centropadane , sotto gli occhi distratti di Oreste e c . E’ di scena l’Uisp , spiegata da Goffredo Jacchetti , presidente provinciale :

siamo l’associazione dello sport per tutti che ha l’obiettivo di estendere il diritto allo sport a tutti i cittadini . Lo sport per tutti è un bene che interessa la salute , la qualità della vita , l’educazione e la socialità . Lo sport per tutti è un diritto , interpreta un nuovo diritto di cittadinanza , appartiene alle politiche della vita . E a seguire la solita aria fritta .

Lo Stato , le Regioni , i Comuni , le scuole , Oreste Perri , Max Salini , tutti sono silenziosamente complici nel tentativo di negare a noi cittadini il diritto allo sport . Per fortuna è giunta in soccorso la sinistra rossa , quella che combatte in ogni momento per la tutela dei poveri e degli oppressi .

Per una volta non lo chiedo al solito Oreste , che però deve decidersi a togliere i contributi pubblici , cioè soldi nostri , ai fanfaroni , ma rivolgo la preghiera a tutta la destra , senza divisioni di parti e partiti : vi rendete conto del danno che il nostro continuo silenzio fa , a noi cittadini di oggi , ai prossimi , alle idee di chi si batte , e è ben qui l’aspetto più grave , per fatti e persone vere ? simili balle , ripetute ogni giorno , in ogni sede , su qualsiasi argomento , finiscono per diventare verità , dato che al voto non si presenta solo Leonardo da Vinci ma anche una bella massa di sprovveduti .

Cremona 07 07 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

lug 06 2010

permesso di soggiorno 06 07 2010

Published by under Politica cremonese

 

PERMESSO DI SOGGIORNO

I compagni hanno appena staccato il permesso di soggiorno nella democrazia e già ne dettano le regole . Come il neo ricco di tutte le epoche , accumulato il grano , non fa che parlare di soldi .

La parte più comica spesso la recitano gli ospitanti , o ritenuti tali , che si affrettano agli onori di casa .

Ascoltiamo questo grande vecchio della cultura cittadina : lunedì 4 luglio è stato confermato autorevolmente da Legambiente che siamo a rischio grave di mafia . E un ammucchiarsi di righe che spiegano la serie ininterrotta di errori dagli anni 60 . Il responsabile d’oggi è Malvezzi , che in carica collegiale da un anno , non può averne commessi troppi , se non nel pensiero . Ecco quindi l’invito finale , in puro stile zanolliano , gli estremi si congiungono e spiegano perché Cremona non crescerà mai : allora , prioritariamente , Malvezzi non offra altri affari , ma chiuda questi enormi buchi neri al meglio possibile . Certo poco ha colpa l’attuale amministrazione . Ma il fatto che la responsabilità di questi disastri sia dei rivali politici , non esime dal governare con la prudenza e la determinazione del buon padre di famiglia che allarga la casa soltanto quando non gli piove più in testa perché ha riparato il tetto .

Spero che Perri e Salini trovino la forza di sbagliare da soli senza ascoltare i professoroni di tuttologia .

Cremona 06 07 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

lug 05 2010

a chi rispondere 05 07 2010

Published by under Politica cremonese

 

A CHI RISPONDERE

Avete mai letto un direttore di giornale confessare un errore , esclusa la cravatta ? E allora non contestate , lasciategli il sollazzo di ammaestrare chi lo vuol leggere . Come se avesse un diritto divino a farsi giudice del mondo , come avesse un passato tale da , come avesse milioni di lettori che . Se poi il nostro direttore , in politica , tanto per parlar chiaro , odia gli Stati Uniti , Israele , vede solo limiti e difetti della democrazia , giusto come un tipo 70/80 anni fa …se poi vede ingigantiti i possibili errori di una nuova giunta di destra che verso di lui ha commesso un solo gravissimo sgarbo , ignorarlo …continuate a ignorarlo , oppure , se volete rispondere ai suoi trecento lettori , bene , Oreste e compagnia , avete appena deposto all’ingresso del Palazzo una funebre lapide che ricorda come si condannava il ladro per mangiare , metteteci a fianco un grande pannello e da lì , solo da lì , dite la vostra , avrete più lettori , e non manipolati , che sul Vascello . Che , tanto per seminar zizzania , chiama la giunta Malvezzi e C. , l’accusa di non aver tenuto i milioni dello Stato , riceve dall’Ufficio Stampa del Comune una risposta completa , la ribattezza ancora Malvezzi , e Perri povero sprovveduto e facendo finta , spero , di non aver capito la risposta .

Un giornale tanto moderno da tifare la riapertura delle case chiuse e da irridere Alessandro Zagni se cerca di mettere i pochi ostacoli che la legge gli consente allo sfruttamento delle donne . Un uomo vende un rene per la disperazione e è una vittima , una donna il sesso e è una puttana . Certi sé dicenti intellettuali son capaci solo a distinguere i segni , le funzioni sono troppo complicate .

E oggi assieme ad Alessandro Zagni mi piace ricordare Jane Alquati , politici nuovi che dimostrano il profondo cambiamento in meglio della Lega in questi ultimi anni . Sa bene che sono berlusconiano doc , le chiedo un appuntamento che la segreteria fissa per le 15 30 . Il mattino mi telefonano : fa niente se alle 16 ? un politico tradizionale se ne sarebbe infischiato , che aspetti mezz’ora in più . Poi succede che alle 16 la riunione in corso va per le lunghe , Jane esce dopo 6 (sei) minuti e mi fa : mi serve ancora qualche minuto .

Cremona 05 07 2010 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

lug 04 2010

la provincia autonoma 04 07 2010

Published by under Striscia La Provincia

 

LA PROVINCIA AUTONOMA

Non sto scrivendo di Bolzano ma del giornale di Cremona diretto da Zanolli , che s’è guadagnato il posto mostrando autonomia da Maestroni . Da una certa data .

In settimana , a volte è sfortunato , mi tocca ammetterlo , deve buttare una nota sulla 102ma prova di esistenza in vita della sinistra , “viaggi della memoria” , celebrati ai Giardini dal Gruppo antifascista partigiano . Gli scappa la verità con foto : più polizia che pubblico . Cioè cazzo compagni . Piombano rettifiche come bombe in Iraq : la sinistra è pari alla verità , ha molte facce secondo i bisogni , gli spettatori erano da 45 a 250 . Passanti con gelato compresi . I più feroci si permettono pesanti ironie sui molti padroni del giornale , veri o morali . Considerato il nuovo corso della Libera la censura era inimmaginabile .

Ed ecco la genuflessione di Vittoriano : il nostro giornale si è sempre schierato in difesa dei Viaggi della memoria . Possiamo avere sbagliato anche noi , ma certo non abbiamo l’abitudine di produrre “un giornale subalterno” e lo abbiamo dimostrato in numerose occasioni . E lo faremo anche in futuro . Comprate il giornale , invece di leggerlo al bar : la garanzia della nostra autonomia è la fedeltà dei lettori .

Resto senza parole . Io e voi sbagliamo a leggere da cinquant’anni .

Cremona 04 07 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

« Prev - Next »