Archive for dicembre, 2009

dic 16 2009

roberto tyson nolli 16 12 2009

Published by under Politica cremonese

 

 

 

ROBERTO TYSON NOLLI

 

Per noi sta diventando una bandiera , per gli altri il maggior rompicoglioni d’inizio secolo . C’è poco da dire , se i numeri sono tra i segni più obiettivi , o li inventa o ha ragione senza possibilità di contraddittorio . Le prime spulciature riguardavano caffè cene e giornali , per qualche decina di migliaia di euro , dei suoi comodi , comodissimi predecessori . Che non hanno fiatato . Ma siccome nella vita fa il commercialista il naso gli serve per fiutare il bersaglio grosso , la tecnica per sistemare i puntini . Che mostrano i bilanci tanto vantati dai compagni essere fatti un po’ alla grossa , per carità , non del tipo io speriamo che me la cavo , ma con certezze di incassi , come dire , di quelli contestabili dal Trap , non dire gatto se non ce l’hai nel sacco . Certo , se non si pagano i fornitori i soldi rimangono in cassa e si viene chiamati virtuosi , tranne , ovvio , dai fornitori in attesa . Certo , prima o poi si può pensare a mettere delle Termopili alla ZTL , ma sperare , se il primo giorno si incassano 30 000 euro di multe , che i cittadini vadano avanti degli anni per rimediare il bilancio , di nuovo per carità , c’è chi ha creduto gli asini volare , magari scacciando i piccioni . Ma uno che per campare fa il commercialista , anche se lo mettiamo nel pubblico , non smette di contare (i soldi veri , non le chiacchiere) .

Finite le righe “allegre” , amici della destra , siamo alle solite . Deve essere nei nostri geni , perché lo facciamo anche a Roma , ma vogliamo imparare dai compagni che si può ottenere il consenso anche non facendo nulla , ma spacciando che s’è fatto tutto ? Abbiamo bollettini ufficiali , giornali che se insistiamo comunque non ci tolgono del tutto la parola , sponsor fedeli e generosi , possiamo fare un blog nostro non costa nulla se non l’impegno , con l’esempio pratico da imitare , se abbiamo paura di esercitare la nostra fantasia , di welfarecremona che finanziamo noi con le aziende che adesso governiamo : ripetiamo tutti i giorni , più volte al giorno , dovunque , tutto ciò che facciamo, tutto quel che abbiamo ereditato . Esempio , possibile salti fuori solo adesso che i bravissimi hanno accumulato nel tempo 8 milioni di debito verso Saba , che tocca a noi pagare , e per giunta non siamo nemmeno capaci di scrivere ai cittadini , dove si vuole , voce per voce , come questi 8 milioni sono cresciuti ?

 

Cremona 16 12 2009 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

dic 16 2009

perri e i negozi del centro 16 12 2009

Published by under Politica cremonese

 

 

PERRI E I NEGOZI DEL CENTRO

 

Qualche giorno fa alle 17,30 il titolare di un negozio del centro che frequento da trent’anni mi dice : è la seconda vendita di oggi . Le cause sono molte e il commercio non ha pause di sosta , muta troppo velocemente . Non credo ci sia un’autorità , pubblica o privata , che da sola possa modificare la situazione . Su un giudizio credo si debba essere tutti d’accordo : qualsiasi centro senza il commercio , proprio lo scambio minuto di oggetti e parole , muore . Proviamo a immaginare corso Campi o piazza Stradivari ricchi di garage perché i negozi non riescono a vivere . Dopo un po’ non si riuscirebbe nemmeno ad affittare i garage .

L’ho premesso , non vedo soluzioni semplici .

Però tu Oreste , profittando della simpatia che ancora ti resta , potresti fare un tentativo semplice . Manda un tuo incaricato , negozio per negozio , tutto il tempo che serve , a cercare idee . Napoleone , uomo di gran carriera , era solito dire : ci si impegna , poi si vedrà .

 

Cremona 16 12 2009 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

dic 16 2009

guzzanti sabina 16 12 2009

Published by under Berlusconi,Politica nazionale

 

 

 

GUZZANTI SABINA

 

Andrà avanti un po’ la storia abbassiamo tutti i toni perché così non si può . L’artista ha il pregio di riassumere un tempo , una moda . Sentite cosa scrive l’artista Guzzanti Sabina , di sinistra è chiaro , sul suo blog :

Sì , mi ha fatto moltissima pena vedere Berlusconi ferito ….anche se quest’uomo è quello che ci avvelena la vita da vent’anni , anche se ha distrutto il mio paese ….però lui non ha provato pena per le centinaia di persone pestate a sangue a Genova , per le violenze che subiscono immigrati , carcerati , i manifestanti di Chiaiano manganellati …..un uomo che è il mandante di tanti gesti di violenza .

S’è solo dimenticata di invocare il deferimento alla Corte internazionale dell’Aja .

 

Cremona 16 12 2009 www.flaminiocozzaglio.info

2 responses so far

dic 16 2009

tacito e gesù 15 12 2009

Published by under costume,religioni

TACITO E GESU’

 

Nerone inventò dei colpevoli e punì con i più raffinati tormenti coloro che , odiati per le loro nefande azioni , il volgo chiamava cristiani . Il nome derivava da Cristo , il quale , sotto l’imperatore Tiberio , era stato condannato al supplizio dal procuratore Ponzio Pilato : soffocata per il momento , quella rovinosa superstizione dilagava di nuovo , non solamente attraverso la Giudea , dove quel male era nato , ma anche in Roma , dove tutto ciò che c’è al mondo di atroce e di vergognoso da ogni parte confluisce e trova seguito .

E’ la descrizione di Tacito , circa un secolo dopo , e colpisce per molti aspetti , oltre al rovesciamento delle grandezze eseguito dalla storia . Cosa poteva aver fatto all’onnipotente Roma quel giovane palestinese per essere disprezzato con tale noncuranza ? Dal suo messaggio , davvero rivoluzionario , non era toccata , probabile non l’avesse nemmeno ascoltato , provenendo da un barbaro non romano . Dalle province s’aspettava solo tributi , ancora avesse capito il significato profondo del date a Cesare quel ch’è di Cesare , spocchiosa com’era , ma dopo i soldi non interessava altro .

Molto più comprensibile l’odio degli assassini veri , ch’erano del suo popolo . Proviamo a metterlo tra noi . Viene dalla campagna , figlio di nessuno , abbastanza ignorante e pretende di rivoluzionarci la vita . Occhio , non dice guardate meno televisione e fate più sport : potrebbe essere scambiato per un sapiente e pagato a peso d’oro , come nelle cliniche di lusso dove facciamo la fila per digiunare . Dice , chiaro , avete sbagliato tutto correndo dietro sciocchezze e avete perso la vita vera , quella che siete convinti di cercare . Al Tempio per giunta , lui , che non avrebbe superato i test d’ingresso , e lo spiattella agli ordinari che per arrivarci han riempito gli armadi di scheletri . Noi oggi ci scandalizziamo se qualcuno parla male delle Istituzioni . Lui si permette di riassumere in : l’uomo non può vivere di solo pane , vive anche di ogni parola che viene dall’altro . Noi abbiamo dovuto giungere al 20° secolo per scoprire che i beni materiali servono per la sopravvivenza ma poi si vive con la testa e il cuore , soprattutto . Lui , che senz’altro ignorava Platone e Aristotele , cerca di convincere : non preoccupatevi troppo del mangiare e del bere o dei vestiti , non è forse vero che il corpo è un dono ben più grande ? E chi di voi può fare in modo di vivere anche un solo giorno in più di quel che la sorte ha stabilito ? E se qualcosa vi serve , chiedete . Vi sarà dato : se fate agli altri ciò che volete essi facciano a voi . Sapete le migliaia di libroni scritti in centinaia d’anni già riassunti in quelle tre righe ?

Ovvio l’abbiano torturato e ammazzato e lui tanto dispettoso da prenderla come una fine naturale . Se avessero poi immaginato che , minuscolo com’era di fronte alla loro grandezza dottrinale , avrebbe affascinato il mondo per duemila anni , ben più che Cesare o Alessandro ….

 

Cremona 15 12 2009 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

dic 15 2009

lettera a mario calabresi 14 12 2009

Published by under Berlusconi,Politica nazionale

 

A MARIO CALABRESI , DIRETTORE DELLA STAMPA

 

Calabresi caro , immagino quanto le spiaccia l’esito del sondaggio sulle parole di Di Pietro : 6000 lettori sono un bel campione e , per quanto lei avverta che è alla buona , un 65% di favorevoli – si tratta di un giornale moderato – fa paura . E’ uno dei tanti segni , ma glielo ricordo perché di casa sua , che dimostrano inutile l’invito a B ad abbassare i toni e aprire la strada per un confronto più civile e rispettoso : bisogna essere in due . Neanche ad Andreotti , è tutto dire , la sinistra ha fatto tanto , perché alla fine era del sistema , B no , è sempre un imprenditore applicato alla politica e non vuol sapere di usarne la veste . La risposta evidente , ai Di Pietro e alle Bindi , se il messaggio Tartaglia è un comprensibile strumento di comunicazione , vale per tutti , e se invece è solo risposta obbligata a parole fuori dal solco , dio sa cosa dovrebbero aspettarsi i vari Di Pietro , Santoro , Grillo , repubblichini etc etc .

Il Presidente della Repubblica è il supremo garante , senza se e ma ? Come Scalfaro , che se non causò , certamente usò il ribaltone per sciogliere le camere solo a raggiunta sicurezza che B avrebbe perso le elezioni ? Come Ciampi , che spaccia i suoi giudici costituzionali come indipendenti , tra gli altri Flick , ministro del governo Prodi ? Giudici costituzionali che fondano gran parte delle loro sentenze sull’art . 3 “tutti i cittadini sono eguali davanti alla legge” e i primi a privilegiarsi , cominciando dallo stipendio , dieci volte un giudice ordinario per un lavoro meno gravoso , sono loro ? Come non sapessimo tutti che entrare alla Corte è solo un premio alla carriera ?

Il segretario dell’Anm Carlo Fucci passa ai colleghi messaggi divertiti sul lancio del cavalletto in testa a B , e la Cassazione stabilisce lecito insultare B in Tribunale , ecco la perla : irrilevante la circostanza che le parole siano state esternate nei corridoi di un palazzo di giustizia , che appare anzi particolarmente idoneo , come sede privilegiata , a suscitare riflessioni sul tema della legalità e del rispetto della legge . B non fa accuse particolari ai giudici , chiede che lo trattino come gli altri grandi imprenditori .

B. si fa le leggi ? da solo ? Tutti gli alleati rispondono sempre signorsì? Il facebook “uccidiamo Berlusconi ? “ Il “no B day” , per cacciare un governo appena votato dalla maggioranza degli elettori ? TV pubblica : chi ha la spudoratezza di sostenere che Santoro e c. non fanno propaganda politica coi soldi dei cittadini ?

Napolitano in testa , sinistra ufficiale e repubblichina al seguito attaccano B dove davvero è più debole , le parole a ruota libera . A volte potrebbe tacere . Ma da che pulpito viene la predica . Basta che un assassino con nessuna speranza di uscire dal carcere duro prometta rivelazioni , tutti : B è mafioso deve farsi processare . Ma al 41 bis ci sono 600 condannati , se il passo è questo non sarà difficile che un centinaio , spontaneamente , si converta a utili confessioni : e allora ?

La verità della sinistra è sotto gli occhi di tutti : parliamo , discutiamo , però B se ne deve andare .

 

Cremona 15 12 2009 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

dic 14 2009

repubblichini 14 12 2009

Published by under Berlusconi,Striscia Repubblica

 

 

 

REPUBBLICHINI

 

Ezio Mauro , direttore di Repubblica , non è Di Pietro e capisce il momento della giravolta . Naturalmente secondo il detto : indietreggiare per prendere meglio la rincorsa . Dopo il fattaccio vuol essere davanti a tutti , quindi :

anche se il gesto di piazza Duomo è fortunatamente isolato e frutto di follia , in gioco c’è nientemeno che la libertà . La libertà di Berlusconi di dispiegare le sue politiche e le sue idee coincide con la nostra stessa libertà di criticarlo .”

Non andiamo troppo indietro , basta leggere il suo commento del 5 12 , titolo : Il dovere della verità , per capire cosa intende per libertà di critica . Sunto , appena uscite le indiscrezioni su ciò che avrebbe dichiarato l’assassino Spatuzza , smentite pochi giorni dopo in aula dal suo capo , Berlusconi solo per esse deve essere processato .

Siccome le parole importanti , compagno Mauro , hanno diversi significati , spieghi che la libertà che lei invoca è esattamente quella vantata per tutto il secolo scorso dall’ Unione Sovietica .

 

Cremona 14 12 2009 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

dic 13 2009

le signore istituzioni 13 12 2009

Published by under Berlusconi

 

LE SIGNORE ISTITUZIONI

 

Esprimo il più netto , rinnovato appello perché ogni contrasto politico e istituzionale sia ricondotto entro limiti di responsabile autocontrollo e di civile confronto , prevenendo e stroncando ogni impulso e spirale di violenza . Non è Di Pietro che impara a esprimersi in italiano , è la superistituzione Napolitano a chiusura del commento all’aggressione a Berlusconi . Cesara Buonamici , al TG5 , ripete che anche il presidente ha condannato etc etc , spero sia stata una pessima distrazione , non un cedere le armi quando , se non è questo quando? è il momento , pacati ma chiari , di mettere i puntini sulle i . Secondo Napolitano B esagera i contrasti politici e istituzionali quindi né previene né stronca la violenza . Siamo alle solite , chi sta in alto è convinto che gli inferiori capiscano di meno . B , dopo aver cercato di convincere Segni e Martinazzoli a prendere la guida della destra nel 1994 , di fronte al loro rifiuto scese in campo , direttamente come suo stile : chi è stato comunista fino a due minuti fa non è in grado di capire come funziona uno Stato civile . E’ l’unica proscrizione della sua vita e siccome infranse il sogno di creare una grande Italia a somiglianza delle tre regioni rosse diventò immediatamente non un competitore , ma un alieno da estirpare , proprio come ha ripetuto due giorni fa Bertelli , patron di Prada , noto produttore di oggetti per metalmeccanici . I Bersani , i Fini , i Di Pietro , i Casini non facciano oggi gli smarriti come fossero gigli : la cultura non è dominio assoluto neanche di un dittatore , figuriamoci degli untorelli che continuano a dipingere un B incapace di accettare le regole etc etc . Nasce da ogni rivolo , col tempo , e è ben difficile indicarne con esattezza tutte le origini . Certo , quando si fa finta di scoprire che esiste un facebook “uccidere B” con migliaia di aderenti e lo si cataloga nella lista di intemperanze giovanili , quando in Cassazione si stabilisce che è lecito chiamare buffone , Ceausescu e Don Rodrigo il solito B , quando un segretario ANM scambia messaggi divertiti sul cavalletto , vero precursore , lanciato sulla testa di B , beh , si abbia la dignità di tacere se un diligente discepolo offre la sua dimostrazione personale . Leggete le cronache politiche di Repubblica , specie D’Avanzo , poi non fate fatica a capire cosa può succedere nella testa di un credente .

Non c’è un giornale cosiddetto libero che non abbia schizzato rabbia per la deposizione di Graviano . Non c’è un giornale cosiddetto libero che chieda ai procuratori perché abbiano indagato e fatto condannare i primi dirigenti di Agnelli e mai nemmeno interrogato lui , che abbia chiesto a Prodi dopo anni di presidenza IRI che rapporti finanziari avesse coi partiti , che abbia chiesto alla vittima De Benedetti chi gli avesse proposto un prezzo tanto basso per Sme . Casini , a 50 anni suonati , divorzia e sposa la giovane figlia di un uomo tra i più ricchi d’Italia , ma l’unico divorzio interessante è quello di B . Insomma , dopo 15 anni che , Istituzioni in testa , ripetete B è il piggiore uomo che mai nascesse , vi stupite di trovare uno squilibrato che ci creda e pensi di far bene ? Non vi dice nulla andare su internet e leggere migliaia di cittadini “normali” che festeggiano ? non li sentite figli vostri ?

 

Cremona 13 12 2009 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

dic 13 2009

fini in carriera 13 12 2009

Published by under Politica nazionale

 

 

 

 

FINI IN CARRIERA

 

Altro che la lunga marcia del compagno Mao , alla fine del sua vita politica la folgore lo coglie tre o quattro volte , una non basta , sulla via di Damasco : il rispetto delle Istituzioni è sacro .

Per questo accetta volentieri notizie fuori schema sulle indagini delle Procure , meglio se a carico di chi deve cadere ; per questo le rimormora facendo finta d’essere spiato ; per questo , vedendo che sono un nulla le avvicina alla bomba atomica , sa che la comunicazione è più forte della notizia .

In nulla si distingue dalle Istituzioni che , avendo il potere , credono gli altri fessi .

 

Cremona 13 12 2009 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

dic 13 2009

istituzioni contro istituzione 12 12 2009

Published by under Berlusconi,costume

 

 

ISTITUZIONI CONTRO ISTITUZIONE

 

Anche i giornali più equilibrati non riescono a nascondere il fastidio per la smentita di Filippo Graviano a Spatuzza e , come fa Repubblica esplicitamente , sperano nelle parole dell’altro Graviano . L’ipocrisia delle Istituzioni formali e di quelle “reali” è ben dipinta nelle chiacchiere del solito Romano Sergio : “straordinario dramma sui rapporti tra mafia e politica …il coro stonato delle reazioni politiche , a cominciare da quelle del presidente del consiglio …un Berlusconi più distaccato e paziente potrebbe aiutarci a convincere il mondo che l’Italia è meglio della sua attuale immagine” . Ma santo cielo , professoroni , se pure Filippo Graviano avesse confermato Spatuzza , pluriomicidi entrambi che per migliorare una posizione disperata altro non hanno che coinvolgere potenti , il più adatto B , cosa sarebbe cambiato ? Non siete quelli che esaltano il secolare cammino della dottrina giuridica : non dico la condanna , ma per iniziare l’indagine servono indizi concreti e non spifferi da comari ? O è un principio che vale per tutti tranne B ? Non vi basta compilare ogni giorno l’elenco dei difetti di B dai capelli rifatti alle battute di scarso spirito ? Non vi basta aver rovesciato per lui il principio che è obbligo dell’accusa trovar le prove , non del supposto colpevole dimostrare l’innocenza ? Fate sfoggio continuo di cultura , allora per B copiate Boccaccio : “perché mi distendo io in tante parole ? Egli era il piggiore uomo , forse , che mai nascesse” . Esaurito il preambolo , cominciate a parlare di fatti . Sarete più credibili .

I fatti naturalmente non sono i teoremi da risolvere con le regole particolari che il gestore ha stabilito : qualsiasi uomo di passabile cultura sa che qualsiasi lavoro di seppur minima complessità può essere svolto in più modi , non per questo l’altro deve essere delittuoso . Faccio l’esempio . Anni fa un giudice noto , il sostituto Felice Casson , commentò così una sentenza di condanna : con gli stessi fatti si poteva argomentare l’assoluzione . Oggi Mesiano , andate a leggerlo , nel condannare Fininvest a pagare 750 milioni a Cir per aver comprato un giudice , scrive : non sono d’accordo con la sentenza taroccata , per me è ingiusta , ma avrebbe potuto emetterla anche un giudice non corrotto .

Quarantennale di piazza Fontana . Fischi e insulti a Formigoni , Moratti , Podestà . Cosa c’entrano ? Al tempo erano ragazzini , ma oggi non sono di sinistra , quindi nemici . Fosse stato Napolitano , che pure in tema di democrazia , giovane deputato e membro della direzione del Pci votò a favore dell’invasione dell’Ungheria nel 56 cui seguì l’impiccagione dei capi degli insorti , applausi , perché , anche se lo nega , è di sinistra . Nessuno , nel nostro tempo di veleni , si rende conto del ridicolo e antistorico “Comitato permanente antifascista contro il terrorismo per la difesa dell’ordine repubblicano” : questi eroi della libertà accetterebbero un Comitato dove al posto di “antifascista “ fosse un “anticomunista” ?

Non c’è bisogno di andare lontano per capire perché i B non saranno mai accettati da certi intellettuali .

 

Cremona 12 12 2009 www.flaminiocozzaglio.info

2 responses so far

dic 12 2009

messaggi 12 12 2009

Published by under Politica cremonese

 

 

 

MESSAGGI

 

Il mezzo è la comunicazione , stabiliva il patriarca McLuhan una cinquantina d’anni fa , ma alla destra cremonese , cominciando da Oreste , siamo rimasti indietro solo un paio di secoli : noi pensiamo a lavorare , il cittadino vedrà i risultati che , come ognun ben sa , parlano da soli . Salini cambia le porte degli uffici , 17 000euro , quanto gli infissi di un normale appartamento , stampa e sinistri gli ricordano i mille euro per i vetri dell’auto , i 10 000 per la scrivania (erano nove , si vede che l’inflazione galoppa) e sentite cosa dichiara Torchio a Cremona24ore.it : acquisiremo ulteriori elementi prima di dare un giudizio definitivo ma mi sembra che questa delibera vada nella direzione di quelle precedenti . Detto da uno che ha cogestito , tra le altre imprese , i milioni di debiti dell’Apic , sarebbe una barzelletta , se qualcuno lo ricordasse con la frequenza che merita . Del tutto involontariamente , visto il giornale , arriva in soccorso Cronaca , sabato 12 dedica un’intera pagina ai permessi auto per girare in ogni dove : 8 000 !! frutto è ovvio della generosità dei predecessori , che adesso alzano la voce sulla nostra ZTL . Va bene , siamo una città di vecchi , ma nessuno può credere ci siano , gli altri 5 000 avranno buoni motivi , 3 000 inabili che usano l’auto .

Credete , cari tifosi della destra , che qualcuno degli eletti da noi faccia il minimo e ne canti quattro ai sapientoni sinistri che non avendo altro speculano su tavoli e porte ? Per ricordarne una , tra le più comiche , ci siamo beccati in silenzio a proposito della pensilina un “l’avevamo stabilito noi di toglierla e comunque c’erano cose più urgenti” .

Ma gli eletti da noi , senza approfondire testi che evidentemente saranno pesanti , non sono capaci di leggere ogni mattina , a mo’ di breviario , prima del lavoro , welfarecremona.it per imparare come si fa , prima di tutto a sostenersi con contributi pubblici (Aem etc), poi a elogiare ogni starnuto , purché nostro ? Lo capiscono che potrebbero coprire d’oro i cittadini ma , se poi lasciano dire ai Torchio che è merito loro , giustamente , appena capita , perdono la fiducia e il voto ?

 

Cremona 12 12 2009 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

« Prev - Next »