Feb 16 2019

la legge del più forte-millecentocinquantaquattro 16 02 2019

LA LEGGE DEL PIU’ FORTE – MILLECENTOCINQUANTAQUATTRO

Non vorrei fosse passato nel dimenticatoio il caso Iori, ecco allora la decisione di pubblicare a puntate il mio libretto, un settanta pagine; settantottesima puntata:

—DER PROZESS, UN’IDEA DI FRANZ KAFKA: QUANDO IL PROCESSO HA TROPPE LETTURE DEVE USCIRE DALLE AULE DEI TRIBUNALI!

E’ tutto così chiaro? Non credo; torniamo alle righe più spettacolari dell’intero procedimento, dalla motivazione di Cremona, dove il giudice, usando il suo libero

convincimento, pensa di convincere noi, popolo italiano, come Iori abbia rifilato lo Xanax :
“Non avendo la sfera di cristallo non è possibile indicare con precisione quale fu l’espediente usato (uno di quelli descritti, un altro ancora) per riuscire nell’intento, né è necessario”

La sfera di cristallo è una sfortunatissima scelta di vocaboli; molto peggio, per me, è il finale “né è necessario”, che ricorda la famosa partita di poker di re Faruk; Faruk ritira il piatto dichiarando “quattro assi”, l’altro insiste con il rituale “vedo”, Faruk, mischiando le carte, sogghigna beffardo: parola di re!

Finite le risa, tutte dovute! la domanda: dalla Corte d’Appello e dalla Cassazione, che pure rileggono e ricopiano tutto, nessun accenno alla sfera; sono d’accordo sia uno strumento processuale, o non? comunque, perché tacciono? E se Appello e Cassazione fossero sotto gli occhi di milioni di cittadini, confermerebbero il silenzio?

Porto la provocazione agli estremi: se al concorso, prove scritte, un aspirante giudice scrive una frase simile, è ammesso alle prove successive?

Dai processi Iori, dovrebbe giungere un chiaro: sì! perché l’inventore della sfera di cristallo, rappresentante dell’Associazione nazionale magistrati presso il Palazzo di Giustizia di Cremona, dopo tre anni è stato promosso Presidente del Tribunale di Parma!

Ovviamente, temo, l’aspirante giudice finirebbe lì la sua prova……

Cremona 16 02 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Feb 16 2019

qui cremona-centonovantacinque 16 02 2019

QUI CREMONA – centonovantacinque

Filo: domani 17 alle 20 30 concerto lirico, ingresso a offerta libera devoluto al Fai!

Dopo il sequestro dei fiori di San Valentino, ieri, a tutela del commercio regolare, concerto dei soliti venditori abusivi in Galleria oggi, sicuri che il sindaco Cilecca, compiuto il dovere elettorale verso i commercianti, non li disturberà per un pezzo; slambròt di via Goito, l’Urbanistica si deve essere impegnata, ma davvero tanto, quasi come il centrodestra per il candidato sindaco. Titolo della Provincia:

-Verso il voto Zagni, la scelta slitta Serve l’intesa a Pavia e a Bergamo-

L’ha indicato da tempo la Lega, Forza Italia è d’accordo, ma Zagni slitta: spero non sul ghiaccio, o fosse, sia abile negli equilibri.

Fiera: neppure l’ombra di un investitore esterno che la voglia comprare per quattro soldi.

Nulla sul sito Libera, l’editore, dell’uscita di Zanolli dalla Provincia: che si vergognino del modo?

Cremona 16 02 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Feb 16 2019

la rabbia cresce 16 02 2019

Published by under Striscia Repubblica

LA RABBIA CRESCE

contro il Governo Salvini, ma per per detronizzarlo non resta altro strumento che le parolacce, perfino a Repubblica Rep!!

Cremona 16 02 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

——CommentoQuirinale

Il vero capo del governo

Il presidente della Repubblica è il solo presidio affidabile in un Paese che sta perdendo tutti i suoi consolidati e collaudati riferimenti internazionali. Senza la mediazione del Colle saremmo ancora qui a strillare “vomitevoli” ai francesi, “mangia crauti” ai tedeschi e “ubriacone” a Juncker

di MASSIMO GIANNINI

No responses yet

Feb 16 2019

salvini caccia ancora i migranti 16 02 2019

Published by under Striscia Repubblica

Version:1.0 StartHTML:0000000168 EndHTML:0000003211 StartFragment:0000000497 EndFragment:0000003194

SALVINI CACCIA ANCORA I MIGRANTI

Senza la ruspa, per adesso; Gentiloni, Renzi, Letta, Monti non l’avevano mai fatto! Repubblica, come sempre, fornisce ogni spiegazione utile a capire l’accaduto.

—Si muore ancora di freddo e di fuoco nella tendopoli di San Ferdinando, il ghetto che da anni ospita i braccianti migranti della Piana di Gioia Tauro. Ieri sera, attorno alla mezzanotte, un nuovo incendio è costato la vita al 29enne senegalese Moussa Ba. Le fiamme si sono sviluppate nella parte iniziale del campo, quella più vicina alla strada e in pochi minuti hanno divorato una trentina di baracche. Una tragedia annunciata dal copione sempre uguale a se stesso. Non esistono servizi, né luce, né acqua alla tendopoli. Per scaldarsi, si può far ricorso solo a piccoli falò o vecchi bracieri, che fra le centinaia di baracche messe in piedi con brandelli di vecchie tende, pannelli di plastica o legno e materiali di scarto sono come bombe ad orologeria. La Prefettura ha convocato un vertice al Comune di San Ferdinando. All’alba, il prefetto Michele di Bari e le forze di polizia hanno fatto un punto della situazione. Ed è arrivata la decisione confermata da Salvini: via al piano per trasferire, a breve, i migranti che vivono nella baraccopoli di San Ferdinando. In parallelo con l’attuazione di forme di accoglienza diffusa per le quali la Regione ha manifestato disponibilità a contribuire con strumenti che incentivino le locazioni.

Cremona 16 02 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Feb 16 2019

psicosociologia pedestre 16 02 2019

Published by under costume,cronaca nazionale

Version:1.0 StartHTML:0000000168 EndHTML:0000005482 StartFragment:0000000466 EndFragment:0000005465

PSICOSOCIOLOGIA PEDESTRE

Dal Fatto Quotidiano; “nessuno ti perdona eccetera” non è di “questo Paese”, ma solo dei comunisti, per fortuna sempre di meno; liberali e democratici in genere pensano: se c’è riuscito lui ci provo anch’io; liberali e democratici in genere non odiano Fazio Fabio, stimano che, per il lavoro che fa, 200mila euro l’anno, pubblici, vadano bene….

—Roberto Saviano ospite a Che Tempo che fa su Rai1: “L’odio è arrivato a essere indistinto. In questo Paese nessuno ti perdona l’esserti realizzato con le proprie forze, ti perdonano per esempio se sei ricco di famiglia”. Rivolgendosi poi a Fabio Fazio, lo scrittore ha continuato: “Tu non sei ricco di famiglia, i tuoi genitori facevano gli impiegati: è imperdonabile. Se tu sei ricco di famiglia in qualche modo chi ti osserva pensa sia una fortuna, se invece trovi una formula di realizzazione personale la domanda di chi ti guarda è: perché lui sì e io no?”

Cremona 16 02 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Feb 16 2019

non c’è solo iori 16 02 2019

Published by under costume,cronaca nazionale,Giudici

NON C’E’ SOLO IORI Loro giudici ragionano così; Piero Sansonetti, sul Dubbio. —Ho provato in tutti i modi a entrare nella mente del magistrato che ha deciso di negare a Giuseppe Morabito la possibilità di andare a trovare il suo bambino in ospedale. Non ci sono riuscito. Il bambino ha quattro anni. Sì: quattro. Deve sottoporsi ad un intervento al cuore. È vero, è un intervento semplice, non ci sono rischi di morte. Ma il bambino ha quattro anni, è piccolo piccolo, ha chiesto di poter vedere il suo papà. Il suo papà è in cella. Non è stato condannato in via definitiva, quindi – a norma di legge e di buonsenso – è anche innocente. Comunque non è accusato di omicidio, di stupro, di strage, di sequestro di persona, di terrorismo. E’ accusato di far parte di un’associazione di spacciatori di marijuana. Non è pericoloso, non è violento, non ha mai fatto male a nessuno. Il Pm, cioè il magistrato che sostiene l’accusa contro di lui e che lo ha fatto arrestare ha detto – come è logico – che nulla osta a concedergli un permesso. Morabito non chiedeva i domiciliari: chiedeva due ore. Due ore sotto scorta per salutare il bambino. Rischi per la sicurezza pubblica zero virgola zero. Il magistrato della quinta sezione della Corte d’appello di Milano ha detto di no. Perché? perché il bambino non rischia la vita. Ecco, adesso provateci voi a fare quello che ho tentato io. Provare ad entrare nella mente di questo magistrato. Come ha ragionato? Sa cos’è un bambino? sa cos’è un padre? Sa cos’è la giustizia? Che idea ha del diritto, del buonsenso, dell’umanità? Se trovare una spiegazione, scrivetemela. E scrivetemi cosa provereste a farvi giudicare da lui.

Cremona 16 02 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Feb 16 2019

e i papi di prima sapevano nulla? 16 02 2019

Published by under costume,cronaca nazionale

E I PAPI DI PRIMA SAPEVANO NULLA?

Dalla Stampa; a ottant’anni suonati il cardinale improvvisamente impazzisce; in Vaticano abbiano la decenza di non far le vittime, quando si parla di abusi dei preti.

—Monsignore, eccellenza, eminenza. Tanti i titoli che hanno preceduto il nome di Theodore McCarrick, l’arcivescovo emerito di Washington per anni tra le personalità più influenti della Chiesa degli Stati Uniti d’America. Dal 28 luglio 2018 già non era più cardinale, dopo la decisione di Papa Francesco di togliergli la porpora in seguito alle accuse di abusi su un minore e di una condotta sessualmente inappropriata con giovani seminaristi e sacerdoti maggiorenni. Da oggi, neppure sette mesi dopo, McCarrick a sessant’anni della sua ordinazione sacerdotale viene privato anche dello status di sacerdote: a conclusione di un processo penale Francesco lo ha dimesso infatti dallo stato clericale con una sentenza inappellabile.

Cremona 16 02 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Feb 16 2019

dopo il 23mo incontro, 16 02 2019

DOPO IL 23MO INCONTRO,

non decisivo, come del resto i primi 22, per trovare il sindaco di Cremona, lato destra, Fabio Grassani, commissario provinciale della Lega, conclude che serve un’altra pausa di riflessione. Domanda naturale: negli incontri non riflettono?

Cremona 16 02 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Feb 16 2019

il saluto di vittoriano zanolli 16 02 2019

Published by under costume,cronaca cremonese

IL SALUTO DI VITTORIANO ZANOLLI

Ringrazia tutti, tranne l’editore. Con fin troppa ragione.

Cremona 16 02 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Feb 16 2019

scuola politica 16 02 2019

Published by under costume,cronaca cremonese

Salve Associazione Culturale Civitas,
Ti invitiamo al seguente evento:

SCUOLA POLITICA – Le basi del buon governo

L’evento si terrà all’ora, data e località seguenti:

Sabato 9 marzo 2019 dalle 09:30 alle 12:30 (CET)

Spazio Comune
7 Piazza Antonio Stradivari
26100 Cremona


Caro amico/amica,

l’attività politica richiede un impegno personale che si manifesta destinando energie, passione e risorse per realizzare il bene comune. È un’attività che certamente può esprimersi solo in presenza della convinzione di potere dare il proprio contributo perché la realtà cambi in meglio. Ma questa convinzione, che rappresenta il nucleo scatenante dell’esperienza straordinaria di mettersi al servizio degli altri e della propria comunità, ha bisogno di essere alimentata da un percorso di conoscenza. Il buon governo della cosa pubblica necessita di competenze e di abilità che sono alla portata di tutti ma che per la loro particolarità, molto spesso, non fanno parte dei normali percorsi di studio o professionali. Da qui l’esigenza di condividere un cammino aperto a tutti dove poter sperimentare le conoscenze e le situazioni che vivono coloro che decidono di esercitare l’attività pubblica. Ti invitiamo a partecipare alla scuola politica di Forza Italia “Le basi del buon governo”’. Ecco il programma in allegato. Può essere un’avventura appassionante, ricca di stimoli, utile e avvincente sul piano umano.

Viviamola insieme!

Massimiliano Salini

Commissario Forza Italia per la Provincia di Cremona

Condividi questo evento su Facebook e Twitter.Non mancare! Cordiali saluti, Forza Italia Cremona

per informazioni: “Forza Italia Cremona” <invite@eventbrite.com>

No responses yet

« Prev - Next »