Archive for the 'cronaca cremonese' Category

lug 14 2018

la quintessenza della cremonesità-seicentotrentasette 14 07 2018

LA QUINTESSENZA DELLA CREMONESITA’ – SEICENTOTRENTASETTE
Da www.cremonaoggi.it:
—Le irregolarità e i veri e propri abusi edilizi scoperti dalla Polizia Locale. Anche quattro piscine mai denunciate nell’ultimo anno di attività di controllo e 16 garage demoliti—
A meno siano in cantina, nascoste dai vicini invidiosi, o una vasca da bagno interrata in giardino, bisogna avere un bel coraggio, esporle così, alla luce del sole!
Sussurrandom, Stefano Mauri, Crema, che uso perché le due Forza Italia Crema e Cremona son tanto simili; forse là manca il Ciccione……..
—Applausi alla riapertura della sede cittadina di “Fratelli d’Italia” … che quando aprono sede sociali e la politica non è prevalentemente social è sempre un bene. E il coordinatore storico cittadino Giovanni De Grazia, leggenda vivente della bella destra modernista autoctona, ci ha messo sempre cuore, faccia e passione. La speranza è che tale sede non faccia la fine dell’ultimo ritrovo fantasma di un circolo, quello di questa Forza Italia cremasca da due anni scoordinata per intenderci, per così dire … aperta a Pasqua e chiusa a Pasquetta—
Stefano Mauri, non infierire con Pasqua e Pasquetta: se uno nasce passista, o lo diventa, soffrirà sempre lo Stelvio e il Mortirolo.
Libera: la newsletter del venerdì è saltata, forse han troppi pensieri per la Provincia fin che c’è; tranne qualche inguaribile ottimista, la preoccupazione è forte, per chi ci lavora, tagliano perfino a Repubblica e Corriere figuriamoci lì, dove han tre volte i giornalisti necessari.
Fiera: sembra che il nuovo presidente si stia agitando.
Estate, internet, “Hawaii approves banning sunscreen believed to kill coral reefs”, creme solari, che visti i luoghi mangeranno, immagino; traduzione all’incirca, non conosco bene l’inglese, ahimè:
—Lo Stato di Hawaii, Usa, ha approvato una legge che vieta la vendita di creme solari contenenti prodotti chimici, che stanno contribuendo alla distruzione delle barriere coralline e altre forme di vita dell’oceano. I prodotti chimici oxybenzone e octinoxate, che vengono utilizzati in oltre 3.500 prodotti di protezione solare più popolari del mondo, saranno vietati— Tipico problema del mondo ricco e civile: quando si è meno ricchi, conta il risultato, appena si sale, anche i mezzi, quindi il furore biologico perfino nelle sigarette, temo. Creme solari e cosmetici naturali di ottima qualità anche da noi, a Cremona: io da trent’anni mi rivolgo a Rebis, Persichello, via Repubblica 36/B, 0372 54396, www.rebis-cosmetici.it, info@rebis-cosmetici.it ; serve anche il WWF; se uno è davvero brutto, nemmeno Rebis conosce rimedi, però contribuisce a renderlo accettabile!
Cremona 14 07 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

lug 14 2018

oggi a iori, domani a te 14 07 2018

OGGI A IORI, DOMANI A TE
In Italia i carcerati sono 60mila, uno ogni mille abitanti: è per questo che gli altri 999 non ci badano, convinti che a loro non toccherà mai. Ho concluso il libretto sul caso Iori, all’ergastolo definitivo con dimostrazioni alla sfera di cristallo et similia, per un omicidio impossibile da commettere a chiunque, con le cause di morte accertate; per un fine: raccontare come sia facile a qualsiasi dei 999 diventare l’uno.
Chi volesse, gratis, il libretto via mail, una settantina di cartelle, mi dia il suo indirizzo; i miei sono flcozzaglio@gmail.com cozzaglio.flaminio@alice.it
339 3599879 0372 431727 ———————————————
Border Nights-You Tube, una piccola emittente toscana, facilmente rintracciabile su internet, riporta la mia intervista del 21 ottobre 2016 sul caso Iori; qualche difetto, all’inizio manca l’audio (!), a volte le voci non sono perfette, ma credo d’esser riuscito a condensare bene ciò che scrivo da anni.

No responses yet

lug 14 2018

la quintessenza della cremonesità-seicentotrentasei 13 07 2018

LA QUINTESSENZA DELLA CREMONESITA’ – SEICENTOTRENTASEI
Da www.cremonaoggi.it; raggiunto l’accordo operativo tra il Comune e Citelum, che ha vinto la gara per i chiaroscuri di tutta la città: quando cade un palo della luce, come successo l’altra sera, i tecnici uniti esaminano anche gli altri!
—Sono stati tutti smontati per verificarne le condizioni di stabilità i lampioni di piazza della Pace, una delle piazze storiche di Cremona dove giovedì sera un palo ha ceduto cadendo a terra. Mentre la polizia locale sta esaminando le telecamere della zona per verificare se abbiano immortalato il momento dello schianto e capirne le cause, stamattina i tecnici comunali e quelli di Citelum hanno controllato tutti gli altri pali. A brevissimo saranno messi in condizione di maggiore sicurezza attraverso il rifacimento del basamento—
Fiera: nulla di nuovo
Libera: nulla di nuovo
La Provincia fin che c’è: scivolata continua. Verso il basso.
Da Campagna Amica:
—Mercoledì mattina ha debuttato il primo mercato coperto di Campagna Amica della provincia aquilana e il terzo d’Abruzzo dopo quello di Pescara e Chieti. Il mercato, sito in via Celano 33, conferma il percorso di crescita della Rete di Campagna Amica che punta a valorizzare il prodotto agricolo e la filiera corta rispettando le esigenze dei consumatori più esigenti. Il Mercato coperto non sarà infatti solo un luogo di compravendita, ma un punto di alta socialità tra chi produce e consuma, soprattutto anche per coloro che hanno scelto di restare a L’Aquila dopo il sisma e credono nella rinascita del capoluogo—
A quando il mercato coperto anche a Cremona, senza dover attendere che il Comune conceda o non piazza Stradivari?

Cremona 13 07 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

lug 13 2018

il genio e i cretini 13 07 2018

IL GENIO E I CRETINI L’uno che gli altri hanno nome e cognome, anche se i Coldiretti, più che cretini, sembrerebbero il diavolo ingannatore, dal cui labbro i cretini veri dipendono; e sono: politici, giornali, agenzie di stampa, sé dicenti esperti, agricoltori, consumatori; chiedo scusa se ho dimenticato qualcuno; due righe da Campagna Amica, credo bastino; poi la voce tonante del genio, Dario Bressanini: se vi piacciono i suoi tuoni e fulmini, cari lettori, il resto della lunghissima orazione, dev’essere abituato a vincere per sfinimento, il genio, sul sito Libera. Ovvia e più che naturale riflessione: successi nazionali e internazionali per i Coldiretti, cortesia educata per le chiacchiere di Confagricoltura!
Campagna Amica: —Sono rimasti solo due Paesi a coltivare organismi geneticamente modificati in Europa dove si registra anche un ulteriore calo della superficie seminata del 4%. È quanto rende noto la Coldiretti nel fare un bilancio della coltivazione Ogm in Europa sulla base dell’ultimo rapporto ISAAA, in occasione della tempestiva decisione del Corpo forestale regionale del Friuli Venezia Giulia che è opportunamente intervenuto per abbattere le piante di mais Ogm seminato illegalmente a Vivaro (Pordenone) e Colloredo di Monte Albano (Udine), su disposizione del Ministero delle Politiche agricole. Un atto importante per ripristinare la legalità nei confronti di un reato ambientale poiché l’Italia è tra la maggioranza dei Paesi membri dell’Unione che ha scelto di vietare la semina di Ogm sulla base della direttiva Ue approvata nel 2015.
Dario Bressanini, in conto Libera: —Come ogni estate arrivano le nuove statistiche sull’adozione degli OGM nel mondo raccolte dall’ISAAA e, per reazione, puntuali come il mio raffreddore allergico stagionale, gli immancabili comunicati stampa di chi vede gli OGM come il diavolo in persona, conditi dagli altrettanto immancabili “sondaggi” di Coldiretti. Sono sempre gli stessi: “8 Italiani su 10 …” sia che si parli di gelato, carciofi o, appunto, OGM. Probabilmente hanno un generatore automatico di sondaggi. Giornali e agenzie di stampa ormai non fanno altro che rilanciare meccanicamente i vari comunicati senza mai approfondire. Quindi mi svesto dei panni che ultimamente sono solito portare e invece di bistecche e grano torno a parlare di OGM, facendo il punto sul mais. Usando indegnamente la forma del dialogo perché (spero) sia più sopportabile nella sua lunghezza— Poi, venti pagine di eccetera eccetera……..
Cremona 13 07 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

lug 13 2018

il maestro! 13 07 2018

Published by under cronaca cremonese,spettacoli

IL MAESTRO! Così il Maestro Jader Bignamini, Eccellenza Cremasca da esportazione conosciuta, applaudita e apprezzata in tutto il mondo, ecco è tornato a dirigere (emozionando e incantando) in quel di Tenerife la locale orchestra sinfonica. Chapeau! La musica, la cultura e l’arte di Jader rappresentano il bello della nostra Italia del fare. Stefano Mauri, da Sussurrandom

No responses yet

lug 13 2018

oggi a iori, domani a te 13 07 2018

Published by under costume,cronaca cremonese,Giudici

OGGI A IORI, DOMANI A TE
In Italia i carcerati sono 60mila, uno ogni mille abitanti: è per questo che gli altri 999 non ci badano, convinti che a loro non toccherà mai. Ho concluso il libretto sul caso Iori, all’ergastolo definitivo con dimostrazioni alla sfera di cristallo et similia, per un omicidio impossibile da commettere a chiunque, con le cause di morte accertate; per un fine: raccontare come sia facile a qualsiasi dei 999 diventare l’uno.
Chi volesse, gratis, il libretto via mail, una settantina di cartelle, mi dia il suo indirizzo; i miei sono flcozzaglio@gmail.com cozzaglio.flaminio@alice.it
339 3599879 0372 431727 ———————————————
Border Nights-You Tube, una piccola emittente toscana, facilmente rintracciabile su internet, riporta la mia intervista del 21 ottobre 2016 sul caso Iori; qualche difetto, all’inizio manca l’audio (!), a volte le voci non sono perfette, ma credo d’esser riuscito a condensare bene ciò che scrivo da anni.

No responses yet

lug 12 2018

la quintessenza della cremonesità-seicentotrentacinque 12 07 2018

LA QUINTESSENZA DELLA CREMONESITA’ – SEICENTO35
Mi tocca appoggiarmi, lo faccio spesso, sulle notizie che www.cremonaoggi.it, generosamente, dona a migliaia e migliaia di lettori, ogni giorno; stavolta, e non è una novità, è di scena Citelum, il toccasana, fiat lux! scelto dal Cilecca:
—Carreggiata di viale Po perfettamente illuminata dalle nuovi luci a led, ma le piste pedonali su entrambi i lati sembrano più al buio di prima. E’ quanto segnalano diversi cremonesi, soprattutto residenti del viale Po, che lamentano un peggioramento della situazione rispetto alle vecchie lampade che proiettavano il fascio luminoso entro un raggio più ampio di quello attuale. Luci che risparmiano energia, quelle dell’ultima generazione, ma che hanno un’emissione luminosa troppo concentrata sulla carreggiata stradale, per poter soddisfare le esigenze dei pedoni e dei ciclisti— Il cittadino ha sempre pretese, non capisce la necessità del risparmio, e ci pensa la Manfredini sbagliata a rimettere le cose a posto:
—L’assessore Alessia Manfredini replica alla segnalazione di scarsa illuminazione della parte pedonale di viale Po:
“Siamo nel pieno della stagione estiva, quando gli alberi che costeggiano il viale sono particolarmente carichi di foglie, è inevitabile che ci sia una parziale schermatura. Non appena sarà possibile procedere alla periodica potatura delle fronde, gli oggettivi effetti della nuova illuminazione saranno ben visibili”— “O natura, o natura, perché non rendi poi quel che prometti allor”, poetava Leopardi, inascoltato anche lui; Citelum, per chi vuol capire, non ha colpe. Parliamone! È un motto classico della sinistra, tu ascolti e ti convinci; adesso ci pensa il Galletti Roberto, segretario cittadino del Pd: — Non possiamo essere autoreferenziali soprattutto in questa fase. Siamo consapevoli che il clima nazionale non è favorevole, L’assemblea cittadina del Pd consacra nuovamente la candidatura di Gianluca Galimberti alle elezioni amministrative 2019— Anche per noi di Destra la soluzione migliore. E adesso divertiamoci con la Provincia fin che c’è, Carnevale a Rio con la nuova rubrica, fake news, le bufale del web, pagina 25: due fake che più fake bisogna impegnarsi, tanto: —i conti del giornale vanno benissimo, o almeno sulla via del risanamento —l’on line spaccia milioni di pagine, oltre il doppio del concorrente più vicino, che non bisogna nominare ma è www.cremonaoggi.it Prossimamente la fake più impegnativa, mostruosa direi: i milioni incazzati vendendo pubblicità!
Cremona 12 07 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

lug 12 2018

punture di spillo 12 07 2018

PUNTURE DI SPILLO
Dall’Inviato Quotidiano dei fratelli Salini; la compagna Bonaldi, sindaco di Crema, a chi chiede spazi pubblici impone la firma sotto il preambolo:
—l’organizzazione richiedente non risulta interessata da provvedimenti o reati riconducibili a qualsiasi forma di criminalità organizzata e che si riconosce nei valori costituzionali della resistenza, ripudia il fascismo e nazismo ed afferma di non aver mai manifestato e di non professare ideologie razziste, xenofobe, antisemite, omofobe e antidemocratiche—
Preambolo impegnativo, e tutto da interpretare, che, secondo i Fratelli d’Italia, va completato, per rispetto alle sensibilità generali, con un chiaro:
—ripudia il fascismo, il nazismo e il comunismo—
Poi discutiamo pure di ideologie antidemocratiche con la compagna Bonaldi……

Cremona 12 07 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

lug 12 2018

oggi a iori, domani a te 12 07 2018

OGGI A IORI, DOMANI A TE
In Italia i carcerati sono 60mila, uno ogni mille abitanti: è per questo che gli altri 999 non ci badano, convinti che a loro non toccherà mai. Ho concluso il libretto sul caso Iori, all’ergastolo definitivo con dimostrazioni alla sfera di cristallo et similia, per un omicidio impossibile da commettere a chiunque, con le cause di morte accertate; per un fine: raccontare come sia facile a qualsiasi dei 999 diventare l’uno.
Chi volesse, gratis, il libretto via mail, una settantina di cartelle, mi dia il suo indirizzo; i miei sono flcozzaglio@gmail.com cozzaglio.flaminio@alice.it
339 3599879 0372 431727 ———————————————
Border Nights-You Tube, una piccola emittente toscana, facilmente rintracciabile su internet, riporta la mia intervista del 21 ottobre 2016 sul caso Iori; qualche difetto, all’inizio manca l’audio (!), a volte le voci non sono perfette, ma credo d’esser riuscito a condensare bene ciò che scrivo da anni.

No responses yet

lug 11 2018

la legge del più forte-novecentotrentaquattro 11 07 2018

LA LEGGE DEL PIU’ FORTE – NOVECENTOTRENTAQUATTRO L’Opinione delle Libertà, Mauro Mellini; che dire? Duro fino alla violenza, ma nulla di falso, anzi, mancano i processi alla sfera di cristallo!
—E no, cari signori dell’Associazione nazionale magistrati! Le vostre alte grida di costernazione, di protesta e di scandalo perché il Capitan Fracassa Matteo Salvini vuole andare a parlare con Sergio Mattarella della sentenza della Cassazione sul sequestro dei soldi della Lega, sanno proprio di rancido e puzzano di ipocrisia lontano un miglio. Parlate di tentativo di creare un “quarto grado di giurisdizione”. Vi stracciate le vesti perché si pretende di “imbavagliare la voce della giustizia” e di “limitare la libertà dei giudici”. Parlate come se questi beni, questi principi, fossero veramente presenti e rispettati da voi nel nostro Paese. Rispettati da voi, che avete abbattuto il confine tra giustizia e politica, che vi siete costituiti in partito, che state portando avanti una sistematica sopraffazione degli altri poteri dello Stato. Che abitualmente proclamate le esigenze della “lotta” a questo o a quel fenomeno delinquenziale vero o immaginario. Ancora una volta: io non sto certo a difendere le sparate grossolane di Matteo Salvini, il suo scarso o nullo senso dei limiti e dei doveri di correttezza formale del suo alto incarico. E neppure conosco i termini della questione che ha portato al provvedimento, certo in sé inconsueto e grave, con il quale sembra si stia per “tagliare i viveri” ad un partito politico che non è certo nelle mie simpatie. In fatto di fondi di partiti, di disponibilità dei cosiddetti rimborsi elettorali (perché in realtà, ma non secondo diritto, sono invece contributi), procure e giudici di tutti i gradi hanno avuto modo di sbizzarrirsi in baggianate eversive del codice penale. Non so e, almeno per ora, non mi interessa di sapere se questo colossale “colpo” ai mezzi di sussistenza della Lega sia espressione o conseguenza di quelle baggianate secondo le quali i rimborsi di spese, ancorché presunti, come si suol dire “juris et de jure”, sarebbero soldi pubblici affidati a privati con una specifica e non eludibile destinazione. Una solenne sciocchezza, per la quale non c’è grado secondo, terzo, quarto che tenga e che ne faccia un principio ragionevole.
Il discorso, per ora, non è questo. Il rispetto formale dell’autorità della “cosa giudicata”, che è comunque cosa diversa dal rispetto sostanziale della capacità e della rettitudine dei giudici è principio corrispondente ai valori di un ordinamento costituzionale reale, di un sistema in cui la funzione giudiziaria sia esercitata nel rispetto, anche sostanziale, dell’imparzialità e della separazione e distinzione dagli altri poteri. Se, signori magistrati dell’Anm volete che sia possibile che molti di voi apertamente perseguano finalità politiche, in nome di quelle “lotte” ritenute scopo e misura dei poteri in luogo dell’applicazione ubbidiente delle leggi, se volete “coprire”, in nome della vostra indipendenza, quelle prevaricazioni, gli interventi “a gamba tesa” in questioni politiche, le campagne di persecuzione sfacciate di questo o quell’uomo politico, le autentiche “mattanze giudiziarie” con le quali rovesciare maggioranze parlamentari e regimi politico-costituzionali, se accettate e permettete che taluni vostri colleghi cialtroni e pagliacci si esibiscano in giri d’Italia a caccia di cittadinanze onorarie loro tributate da un determinato partito, se, se, se tante altre cose che sarebbe troppo lungo elencare, allora, eccellentissimi signori magistrati, dovete anche consentire che le sentenze diventino, perché c’è un grave e fondato sospetto che tutte possano esserlo, oggetto di discussione politica e che siano, se del caso, portate alla doverosa attenzione del capo dello Stato, per vantarne la capacità eversiva rispetto all’assetto politico-istituzionale della Repubblica. Che Salvini si rivolga a Mattarella come un elefante in un negozio di chincaglierie non è cosa che riguarda le vostre prerogative, ma quelle del capo dello Stato ed i doveri di comportamento che incombono su tutti i ministri, anche quelli che non sembrano tali. E il discorso non finisce qui. Non basta un colloquio al Quirinale. Ne riparleremo ancora.
Cremona 11 07 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

« Prev - Next »