set 14 2018

gli impegni di mattarella non finiscono mai….. 14 09 2018

Published by at 7:01 pm under costume,cronaca nazionale,Giudici

GLI IMPEGNI DI MATTARELLA NON FINISCONO MAI……..
Fin che si tratta di sgridare Salvini, ma qui la faccenda s’ingrossa: comincia Repubblica, si adegua Bonafede, accorrono Orlando e Fava, e, sotto sotto, una gran voglia di dirne quattro anche ai magistrati…….
—Dopo la perquisizione di ieri a casa del giornalista di Repubblica Salvo Palazzolo, che si è ritrovato sotto indagine per rivelazione di notizie in seguito all’articolo con il quale a marzo diede atto della chiusura dell’indagine sui poliziotti accusati di avere creato ad arte il pentito Vincenzo Scarantino, il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha affidato il caso all’ufficio Ispettorato: “Il ministro – dicono dal ministero – ha interessato l’Ufficio ispettorato perché faccia i dovuti accertamenti e le relative valutazioni sulla vicenda”. Sarà poi l’ufficio Ispettorato, dicono dal ministero, a decidere se inviare gli ispettori a Catania.
A Palazzolo viene contestato dalla procura di Catania di aver scritto della chiusura dell’indagine, su Repubblica.it, tre ore e mezza prima che i difensori dei poliziotti ricevessero la notifica ufficiale del provvedimento.
Sul caso interviene anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando: “Fermi restando l’obbligatorietà dell’azione penale e la possibilità per i magistrati di svolgere tutte le indagini che ritengono utili ed opportune nei confronti di chiunque sia sospettato di aver commesso reati, non posso che auspicare che alla fine di questa triste vicenda a pagare siano eventualmente coloro che hanno tradito lo Stato e non certamente i giornalisti che hanno assolto al loro dovere/diritto di informare i cittadini. Un dovere/diritto che è un elemento fondamentale della democrazia”.
Il cronista di Repubblica è stato convocato per la settimana prossima dalla commissione regionale antimafia. Dice il presidente, Claudio Fava: “Salvo Palazzolo su quel depistaggio ha scritto cronache accurate e preziose e oggi si trova a pagare il suo scrupolo di giornalista con una perquisizione che riteniamo un atto tardivo ed eccessivo”. Da Repubblica.

Cremona 14 09 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.