set 10 2018

il credente che provoca 10 09 2018

Published by at 10:06 am under costume,cronaca cremonese,religioni

IL CREDENTE CHE PROVOCA, se di altra religione; se di Comunione e Liberazione, invece, testimonia! La Moschea, a Crema, è quasi luogo di banditi: se i mussulmani insistono per averla, tra un po’ gli chiedono i danni; dall’Inviato Quotidiano dei fratelli Salini. —Un legittimo momento di preghiera, ma svolto con modalità quantomeno discutibili. L’episodio si è verificato in piazza Duomo a Crema, nel pomeriggio di domenica 9 settembre: alcuni cittadini hanno segnalato, documentando anche fotograficamente, la presenza di un fedele musulmano che attuava uno dei momenti di preghiera obbligatoria per la sua fede proprio sul sagrato del Duomo, a pochi passi dall’ingresso, con la faccia praticamente attaccata al muro esterno della cattedrale. Un episodio che lascia qualche perplessità. Al di là della palese teatralità della scelta, quel che stupisce è che il gesto sia stato eseguito senza tener conto del fatto che il sagrato della chiesa è anch’esso parte consacrata, e che di certo non era proprio necessario mettersi attaccati al muro di un luogo di culto di un’altra religione per eseguire la propria preghiera. Per altro la volontà di toccare quasi con la testa le mura della cattedrale ha fatto perdere di vista allo zelante fedele musulmano il corretto direzionamento verso la Mecca, che è più a sud, come mostra l’immagine allegata in fondo all’articolo, ricavata da un sito per musulmani che aiuta appunto a trovare la corretta posizione per la preghiera. I passanti hanno guardato perplessi, e qualcuno ha scattato la fotografia che proponiamo. Ribadendo che non vi è certo nulla di grave, ma che un po’ più di discrezionalità avrebbe reso il gesto di devozione forse più autentico e meno esteriore, oltre che lievemente provocatorio
Cremona 10 09 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.