lug 07 2018

in hitler no, 07 07 2018

Published by at 2:09 pm under barzellette,costume,cronaca nazionale,religioni

IN HITLER NO,
non era uomo ordinario, ma nelle SS, che in genere erano uomini qualunque, purché sanguinari, senza studi e senza cultura, che pretendevano parlar da profeti, pur mal ricordati, per la razza eletta, sì, e poi ancora sì, si incarnava Dio! più imperfetti delle SS, forse, solo gli antichi romani, quelli della Croce! Dall’Avvenire, il giornale dei Vescovi italiani.
—E allora dove è il sublime? Dove la grandezza e la gloria dell’Altissimo? Scandalizza l’umanità di Dio, la sua prossimità. Eppure è proprio questa la buona notizia del Vangelo: che Dio si incarna, entra dentro l’ordinarietà di ogni vita, abbraccia l’imperfezione del mondo, che per noi non è sempre comprensibile, ma per Dio sempre abbracciabile.
Nessun profeta è bene accolto nella sua casa. Perché non è facile accettare che un falegname qualunque, un operaio senza studi e senza cultura, pretenda di parlare da profeta, con una profezia laica, quotidiana, che si muove per botteghe e villaggi, fuori dal magistero ufficiale, che circola attraverso canali nuovi e impropri. Ma è proprio questa l’incarnazione perenne di uno Spirito che, come un vento carico di pollini di primavera, non sai da dove viene e dove va, ma riempie le vecchie forme e passa oltre. (Letture: Ezechiele 2,2-5; Salmo 122; 2 Corinzi 12,7-10; Marco 6,1-6)

Crema 07 07 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.