apr 30 2016

l’ufficialità 30 04 2016

Published by at 9:21 am under cronaca cremonese

L’UFFICIALITA’ “Le modifiche statutarie introdotte oggi dall’Assemblea del Consorzio Agrario di Cremona pongono rimedio ad una chiusura strategica della precedente governance, che aveva limitato l’adesione al Consorzio alle sole imprese della provincia di Cremona. Una scelta antistorica ed economicamente penalizzante, quella di alzare muri che appartengono ad epoche medievali, alla quale oggi si risponde con la volontà di guardare al futuro, gettando le basi per un rilancio forte ed efficace”. E’ quanto afferma Coldiretti Cremona, in merito alle importanti decisioni prese oggi dall’Assemblea del Consorzio Agrario di Cremona. “Aver aperto la possibilità di far aderire imprese agricole di altre province significa poter irrobustire la base sociale, soprattutto in quei territori dove già il Consorzio di Cremona sta operando – prosegue Coldiretti – Non dimentichiamo che l’adesione di imprese fuori provincia era possibile sino all’anno 2013, quando questa opportunità venne inopinatamente eliminata”. Un ulteriore contributo al rilancio del Consorzio Agrario di Cremona viene da un’altra importante modifica apportata allo statuto, che consente di organizzare la base sociale in organizzazioni di produttori dei vari settori (cereali, latte, suini, pomodoro, ecc), puntando all’obiettivo di rafforzare ulteriormente la concentrazione dell’offerta, per garantire maggiore potere contrattuale ai produttori e quindi più solide opportunità di reddito alle imprese socie del Consorzio Agrario. Sono passi decisivi – sottolinea Coldiretti Cremona – verso l’ammodernamento e il rilancio del Consorzio Agrario, a vantaggio di tutte le imprese agricole e della nostra agricoltura. Coldiretti Cremona ringrazia i 61 delegati “di espressione della nostra Organizzazione, eletti nelle assemblee parziali, che hanno costituito l’assemblea odierna e che con coraggio, lungimiranza e determinazione hanno posto le basi per far uscire il Consorzio Agrario da una sorta di isolamento, facendolo diventare sempre più uno strumento utile alle imprese”. “Lasciamo ad altri le polemiche strumentali di chi voleva mantenere il Consorzio Agrario di Cremona in una condizione marginale e antistorica – conclude Coldiretti Cremona – Da oggi si apre una nuova stagione per un Consorzio Agrario moderno che sia realmente una forza amica delle imprese agricole”.

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.