Archive for aprile, 2015

apr 29 2015

diciamola tutta 29 04 2015

Published by under cronaca cremonese,sport

DICIAMOLA TUTTA
Almeno a Cremona: grande Carpi in serie A, ma al centro della sua difesa il nostro Simone Romagnoli!

Cremona 29 04 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

apr 29 2015

farisei di oggi 29 04 2015

Published by under cronaca nazionale,religioni

FARISEI DI OGGI
Papa Francesco: è scandaloso che le donne guadagnino meno degli uomini!
Il laico Flaminio: è scandaloso che alle donne sia vietato dal Papa fare il prete, al massimo la suora, divieto tanto simile al guadagnar meno!

Cremona 29 04 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

apr 29 2015

pericolo fasani 29 04 2015

Published by under cronaca cremonese

PERICOLO FASANI
Federico Fasani propone alla Giunta di Cremona di tassare i parcheggi dei centri commerciali per lasciar gratis il più possibile quelli del centro storico; il professor Galimberti gli viene incontro a metà, la compartecipazione insomma: tassa quelli dei centri commerciali…

Cremona 29 04 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

apr 29 2015

j’accuse-quattrocentosessantaquattro 29 04 2015

Published by under cronaca cremonese,Giudici

J’ACCUSE – QUATTROCENTOSESSANTAQUATTRO
Quando il profano, com’ero io prima di seguire i due processi Iori, udienza per udienza, prima di studiare bene gli atti, segue dal di fuori: giornali, Tv, eccetera, i grandi processi, è convinto sì che il giudice, tirate le somme, possa sbagliare; quello che non immagina, perché il giornalista non lo dice mai, è che il giudice è il padrone assoluto, e, se vuole, il processo se lo costruisce a piacere. Qui depone Tonellotto, della Giudiziaria, su due punti che in sentenza verranno ribaltati come niente fosse, uno decisivo, l’altro oggettivamente no, ma nella ricostruzione dei giudici sì! Accomodiamoci.
Testimone, Tonelotto I. – Sì, il sopralluogo di Polizia Giudiziaria consiste in rilievi fotografici e rilevamento di reperti che possono essere interessanti ai fini delle indagini.
Pubblico Ministero – Avete repertato una serie di oggetti?
Testimone, Tonelotto I. – Abbiamo repertato una serie di oggetti, del tipo le bombole del gas installati i fornelletti sul parte superiore, i blister di medicinali, bottiglie d’acqua, uno sportello di un quadro elettrico ed altro materiale.
Pubblico Ministero – Per semplificare anche l’ascolto del… gli oggetti che avete repertati sono quelli indicati nel verbale di rinvenimento e contestuale sequestro?
Testimone, Tonelotto I. – E contestuale sequestro.
Pubblico Ministero – Che è fra gli atti ripetibili della… senta, può dirci le modalità di conservazione dei reperti?
Testimone, Tonelotto I. – Dal momento della repertazione?
Pubblico Ministero – Sì, dal momento della repertazione, cioè in particolare appunto, le bombolette ed i fornelli?
Testimone, Tonelotto I. – Sì, la repertazione avviene in diverse fasi, viene dapprima denominato il reperto con sigle alfanumeriche, viene successivamente documentato lo stato del reperto ed ovviamente, la posizione in cui viene rinvenuto, e quindi, con foto che vanno dal generale al particolare. Successivamente c’è il prelievo vero e proprio del reperto. Il reperto viene preso con i dovuti modi ovviamente, effettuando il cambio di guanti tra un reperto e l’altro e viene imbustato in buste o di carta o cellofan in base al tipo di reperto. Successivamente i reperti così imbustati vengono trattenuti presso gli Uffici del Commissariato di Crema e fino alla successiva
trasmissione agli enti preposti. Quindi, nel caso di…
Pubblico Ministero – Nel caso di specie, lei ricorda quando sono stati inviati ed a dove ed a chi sono stati inviati?
Testimone, Tonelotto I. – … i primi reperti sono stati inviati presso il Gabinetto Regionale della Polizia Scientifica di Milano in data 8 agosto.
Pubblico Ministero – E repertati. Che lei abbia memoria in questa attività di repertazione che lei ha detto appunto essere, avvenire con il cambio di guanti tra un reperto e l’altro e via dicendo, ricorda se è capitato un qualche problema particolare, un qualche infortunio, un qualcosa che ha alterato la sequenza?
Testimone, Tonelotto I. – No.——————————————————————
Siamo sicuri d’aver capito bene? Cambio di guanti, buste adatte, nessun infortunio eccetera, d’altronde è il loro lavoro. Sotto il corpo della piccola Livia vien trovata una pastiglia di Xanax. Vomitata, e sarebbe una prova decisiva che gliela ha data la madre; il padre non ha l’indispensabile confidenza. Figuriamoci, secondo i giudici la bimba non l’ha mai presa, gliela ha messa accanto il padre per ingannare la Scientifica, tant’è vero che è integra, e l’han pure fotografata. Tanto integra che quando da Crema arriva al laboratorio di Milano è disfatta, tipico di un cibo lavorato dai succhi gastrici dello stomaco prima d’esser vomitato. E’ così? Nient’affatto, i giudici sentenziano che s’è sbriciolata per la cattiva manutenzione!!———————-
Pubblico Ministero – Senta assistente, lei poi ha – in particolare – ricorda, di aver svolto delle indagini per reperire la spazzatura dell’appartamento?
Testimone, Tonelotto I. – Sì, allora, la mattina stessa nell’appartamento in via Dogali sono stati effettuati nel corso del sopralluogo rilievi fotografici presso la pattumiera sita all’interno dell’appartamento e presso i bidoni condominiali siti nei sotterranei, nel piano seminterrato del condominio.
Pubblico Ministero – Nell’appartamento, sì.
Testimone, Tonelotto I. – All’interno dell’appartamento sono state rinvenute nella pattumiera dell’umido dei tovaglioli in carta, con delle sostanze, con rimasugli di cibo, infatti specie del pane e dei salumi, presumibilmente dei salumi.——————
Questa non è una prova oggettivamente a discarico di Iori, ci siano o non avanzi di una cena è ininfluente, ma in mancanza d’altro i giudici han stabilito che è una prova contro Iori che non ci siano, lui li ha fatti sparire completamente perché non si capisse che s’era cenato in casa, la sera prima.
Stabilito che da nessuna parte risulta contestata la deposizione di Tonellotto, mi credete adesso se dico che il giudice, volendo, è il padrone assoluto del processo e può passar sopra anche a fatti certificati, perché al massimo gli casseranno la sentenza?

Cremona 29 04 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

apr 29 2015

ridotti malissimo 29 04 2015

Published by under sport

RIDOTTI MALISSIMO
Noi dell’Inter, se pur con un arbitro “formato Juve” dei tempi d’oro di Moggi, quasi non riusciamo a vincere……

Cremona 29 04 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

apr 29 2015

speriamo 29 04 2015

Published by under cronaca cremonese

SPERIAMO
Speriamo che Federico Fasani, l’han fatto incazzare tanto, è vero, non tiri fuori l’intervista dell’Alessia a La7, quando lei, ingegnere ambientale e presidente dell’apposita commissione durante la Giunta Corada 2004/9, diceva che non si accorse dei guai Tamoil perché i compagni del Pd glieli avevano nascosti…….

Cremona 29 04 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

apr 29 2015

osservazioni di un associato-centoquarantuno 29 04 2015

OSSERVAZIONI DI UN ASSOCIATO – CENTOQUARANTUNO
A due giorni dal voto decisivo al Consorzio, i delegati giovedì mattina devono scegliere Consiglio e presidente, i pivantonini, ben rappresentati dal damigello, si ficcano ancora una volta nei guai, da che non esitano a ripetere, sempre per bocca del damigello: i giochi non sono ancora finiti, noi giovedì ci saremo, compatti. Lasciando intendere: abbiamo 58 delegati contro 63, ma non è detta l’ultima parola. Cerchiamo di capirla, quest’ultima parola. Prendo tutto dalla Provincia fin che c’è, il loro bollettino ufficiale.
Domenica: “Come è possibile che degli agricoltori soci della Libera siano potuti arrivare al punto di svendere il Consorzio? E vorrei, poi, capire anche per quanti denari lo hanno fatto!” Ieri il damigello rincara la dose, forse teme i pivantonini non abbiano capito; alla domanda di Pennadoro: “Lei ha ipotizzato che questo gruppo l’abbia fatto per un tornaconto personale: denaro e potere”, conferma: “E’ talmente incredibile quel che è successo che non trovo altra spiegazione.”
Bene, ci sono tutti gli estremi per una querela, almeno dai Coldiretti che han pagato per ottenere i 63 delegati. Ma si aggiunge, tanto per cambiare, il comico: se per il damigello, prestanome di Pivantonio, Coldiretti ha pagato parte dei 63, lui con che mezzi pensa di recuperarli, con qualche centesimo in più? O altro; ce lo spieghi, con calma, noi siamo qui, pronti a ascoltarlo.
E il resto dell’intervista di ieri conferma ancora una volta al Quarto Lato di Piazza Duomo han capito poco di quel che sta succedendo tra gli agricoltori cremonesi, Libera o non; gli oppositori non hanno nulla di personale contro, rifiutano il modello e gli uomini che insistono a continuarlo, fino all’esito naturale: il fallimento dell’intero Gruppo. E’ una lotta a favore della sopravvivenza della Libera, e basta leggere i numeri dei bilanci dal 2008 a oggi per capirlo; non sono i Pivantonio e i don Ernesto celestino in quanto tali a non essere accettati, sono i loro comportamenti, e una delle tante conferme che i pivantonini lo sanno è la rinuncia a presentare al Consorzio don Ernesto: la lista, con lui, non sarebbe nemmeno arrivata ai 58!
E insiste, il damigello, a pretendere la ragione contro i fatti: la Libera ha presentato al Consorzio imprenditori conosciuti e stimati che rappresentano tutto il territorio e tutte le categorie produttive. Bravo: la filastrocca può incantare i quattro lettori della Provincia fin che c’è fuori dal suo mondo, non certo gli agricoltori di professione.
Poveretti, il mio blog dà tanto fastidio, è più letto e creduto del loro gran giornale, e allora rispondono senza citarmi, e tutti potranno ingannare, non certo quelli cui mirano, i soci Libera. Io scrivo, unico in tutta Cremona, ch’è indispensabile il commissario, e Guidimario in persona domenica risponde che no; io scrivo che la lista Libera è monca, e il damigello si fa preparare la domanda da Pennadoro che no: ma dove credete di andare col sistema balla continua?
Quando tra pochi mesi dovrete presentare in pubblico i bilanci editoriali, cosa raccontate ai vostri soci? Che le balle le ho scritte io?
Ma vi rendete conto, Consorzio o non Consorzio, che state tirando il collo a un Gruppo che fino a pochi anni fa, ai tempi di Maestroni, era il più influente di Cremona?

Cremona 29 04 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

apr 29 2015

la divisione dei compiti 29 04 2015

Published by under costume,cronaca nazionale

LA DIVISIONE DEI COMPITI
Il compagno onorevole Bordo Franco presenterà nei prossimi giorni un esposto alla Procura di Cremona, causa la Messa per il Duce al cimitero: troppi saluti romani, segno che il fascismo potrebbe anche tornare. Alle azioni squadristiche, nel frattempo, tipo impedir di parlare agli oppositori, aggredire, distruggere eccetera, provvedono centri sociali e movimenti di sinistra in genere.

Cremona 29 04 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

apr 29 2015

dire e fare 29 04 2015

Published by under cronaca cremonese

DIRE E FARE
Enorme è in città lo sdegno per l’imposizione agli industriali di Cremona, che si sono piegati: ritirate la candidatura di Maurizio Ferraroni alla presidenza della Fiera, deve essere riconfermato il nostro amico Pivantonio, sennò il gruppo Arvedi esce dall’Associazione. Ma una piccola e significativa risposta c’è, per noi sdegnati: quando incontriamo per strada Arvedi Giovanni e Caldonazzo Mario, cambiamo vistosamente marciapiede; quando organizzano la loro cultura al Museo del Violino, evitiamo di farci vedere: la loro cultura di vita ci fa schifo!

Cremona 29 04 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

apr 28 2015

j’accuse-quattrocentosessantatre 28 04 2015

Published by under cronaca cremonese,Giudici

J’ACCUSE – QUATTROCENTOSESSANTATRE
Avv. Difensore, Giusto – In questa lettera io ho notato, ma l’avevo già fatto anche prima di questa udienza, che sua figlia chiama l’attuale moglie del Dottor Iori “l’altra” per ben quattro volte e “compagna” nel PS successivo che fanno cinque?
Testimone, Facchi P. – Eh, le rispondo.
Presidente – Sì, aspetti, non ho capito. Prima facciamo, facciamo…
Avv. Difensore, Giusto – Come mai usa questo…
Presidente – … prima facciamo fare la domanda.
Avv. Difensore, Giusto – … come mai la definisce in questo modo?
Pubblico Ministero – Si chiede un’opinione al teste.
Presidente – Opposizione accolta.
Avv. Difensore, Giusto – Signor Presidente, mi pare che fino adesso…
Testimone, Facchi P. – Posso rispondere?
Presidente – Perché lei era presente quando… risponda allora, risponda!
Testimone, Facchi P. – No, lui mi ha chiesto…
Presidente – Perché parla, dice, ma perché si dice “l’altra” e non si dice Laura?
Testimone, Facchi P. – … perché proprio abitualmente Claudia chiamava ex moglie la prima, l’altra la chiamava l’altra, c’era proprio questa distinzione e restava l’altra, difficilmente diceva Laura, le dava fastidio dire Laura, fa “la prima moglie” e
“l’altra” la chiamava sempre “l’altra”.
Presidente – Perfetto, così ci ha risolto i problemi. Ha finito Giusto?———————- Come vedete, non c’è verso di strappare al teste, in Aula, dove secondo il codice si forma la prova, l’ammissione che né Claudia né la sua famiglia sapessero del matrimonio di Maurizio Iori con “l’altra”; il Pm capisce la difficoltà del Presidente e non esita a scendere in campo al suo fianco. Adesso un’altra storia. Maurizio Iori è stato letteralmente vivisezionato per tutto il corso dell’intero procedimento, dal “personalità terrificante” del dottor Gip che non l’aveva mai visto, in poi. Qui sotto, il tentativo di scoprire se Claudia e Maurizio avessero continuato la relazione.——————————————————————————————-
Avv. Difensore, Gualazzini – Un attimo solo! Quindi, scusi, Iori però, andava, frequentava la casa, la bambina la vedeva bene o male?
Testimone, Facchi P. – Sì, ma come se non ci fosse la bambina, c’era la bambina, lui era lì fisicamente, la bambina era lì fisicamente ma lui non era lì per la bambina.
Avv. Difensore, Gualazzini – Ma era lì… mi scusi, era lì per Claudia, lei dice?
Testimone, Facchi P. – Certo.
Avv. Difensore, Gualazzini – Ma per fare cosa con Claudia?
Testimone, Facchi P. – Certo, perché c’era una relazione sentimentale fra loro due.
Avv. Difensore, Gualazzini – Che continuava?
Testimone, Facchi P. – È continuata fino; glielo posso dire?
Avv. Difensore, Gualazzini – Eh, certo.
Testimone, Facchi P. – Perché lo so con certezza. Quando abbiamo saputo di questo matrimonio e quando gliel’abbiamo detto, lei ha detto: “mamma mia ho avuto l’ultimo rapporto proprio” non so “venti” adesso non so dire l’esattezza fa “basta con me è finita”!
Avv. Difensore, Gualazzini – Bene.
Testimone, Facchi P. – “Non lo voglio… il rapporto sentimentale è finito, non è più un uomo per me, però deve fare il padre di Livia questo io voglio”. È sempre questo il ritornello.
Avv. Difensore, Gualazzini – No, no, scusi, signora…
Presidente – Ho capito, quindi, lei si ricorda questo particolare?
Testimone, Facchi P. – Sì, sì, sì, guardi.
Avv. Difensore, Gualazzini – … sono argomenti delicati ma purtroppo…
Testimone, Facchi P. – Sì, sì, ha avuto un rapporto intimo, qualche giorno, lì non so adesso quando, ma senz’altro quando ha saputo da noi è venuta fuori con questa cosa e ne aveva parlato con mia figlia Paola la cosa intima.
Avv. Difensore, Gualazzini – Voi come familiari avevate obbiezioni sul fatto che continuasse una relazione oppure…
Testimone, Facchi P. – Guardi, mia figlia…
Presidente – Hanno già fatto la domanda però, faccia domande nuove.
Avv. Difensore, Gualazzini – … beh, chiedo e hanno fatto, constatato, la signora ci ha detto che avevano avuto una relazione intima ed io sto chiedendo se la famiglia d’origine aveva avuto obbiezioni sulla…
Testimone, Facchi P. – Ma scusi, la…
Presidente – Ed io le sto dicendo Avvocato, che su questa domanda che è stata fatta dal suo collega Avvocato Giusto e anche dal Pubblico Ministero, la signora ha già risposto.
Avv. Difensore, Gualazzini – In questo modo…
Presidente – Sulla reazione loro.
Avv. Difensore, Gualazzini – … non mi sono reso conto che sia stata fatta in questi termini, perché di rapporti intimi fino adesso non si è mai parlato, l’Avvocato…

Cremona 28 04 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

« Prev - Next »