mag 31 2013

l’imperdibile zanolli 31 05 2013

Published by at 7:44 am under Striscia La Provincia

L’IMPERDIBILE ZANOLLI
La sua cultura è come l’impero di Carlo V, dove il sole non tramontava mai! E spazia dalle vigne nella roccia al pesce che ti guizza nel piatto, dai trionfi di MondoMusica New York, duecento visitatori in quattro giorni e oltre venticinque corrispondenti, alle istruzioni della buona politica.
Il Caso di ieri è la protesta di un cittadino, altro che smoking, rigorosamente anonimo da far dubitare perfino esista, che di vestito chiede: noi non siamo sudditi, Perri spieghi le nomine, ma in anonimo ringhia: perché Perri ha consegnato il Museo del Violino al Cavaliere invece che all’Immensissimo? E con lo sfregio di un Paolo Bodini che si sperava giubilato e si insedia, invece anche per lui, al tavolo dei comandi?
Sperare nel linguaggio diretto è spesso una follia, e non mi sento di farne colpa al solo Pennadoro Zanolli Vittoriano, per cui lo smoking ci informa, e chiede perché, che Zamboni è un bravo farmacista ma deve ancora superare gli esami da presidente Aem, nel cui Consiglio entra addirittura un amico di Roberto Gandolfi, che è amico del sindaco, non solo, addirittura viene rovesciata l’usanza sia il padre ad assicurare la poltrona al figlio, perché Emiliano Ferrari, altro amico e sostenitore del sindaco, sposta il padre di presidenza in presidenza. Il padre suo, spero sia chiaro, non di Perri.
Pennadoro Zanolli Vittoriano, immerso quotidianamente nelle fatiche di arginare i disastri di vendita del suo giornale, ieri ha impartito una lectio magistralis alla Ceraso in lingua e diritto, oggi si accredita in Salomone del XXI secolo: sentiamolo!
“Le sue considerazioni sono ampiamente condivisibili. L’analisi su tutte le problematiche da lei aperte sarebbe troppo lunga ed è già stata fatta nel recente passato. Qui mi limito a fare mio l’appello alla maggiore trasparenza possibile relativamente alle scelte che riguardano i cittadini.”
Ma che analisi lunga o troppo lunga, signor Pennadoro, non ha parlato a suo tempo quando il sindaco era ancora Pivetti, ora purtroppo, per voi, Arvetti, e nominò vice presidente di CremonaFiere, ente pubblico ma presieduto dal suo Padrone Piva Antonio, tale Mondini Pietro, agricoltore di 90, dicesi novanta anni!
In nome della maggiore trasparenza possibile, vuole parlarne ora?

Cremona 31 05 2013 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.