ott 31 2012

grilliadi 31 10 2012

Published by at 6:59 am under Politica nazionale

GRILLIADI
Son lì che non vogliono capire cosa sta succedendo, un Casini record che si offre in sacrificio come leader dei moderati, purché sparisca Berlusconi, ma gli altri sono appena dietro, a cercare alleanze per la poltrona, dei Luigi XVI che ai primi assalti alla Bastiglia chiede, dopo secoli di abitudine, sarebbe una rivolta? no Sire, gli risponde un consigliere, è la Rivoluzione, che proverà sul suo collo neanche quattro anni dopo, come se la realtà imponesse di scegliere un Bersani invece che un Renzi o un Alfano, quando checché promettano a turno i Monti, i Draghi, i Napolitano, la crisi non finirà mai, fin che non si risolvano gli enormi problemi che ci distinguono dagli altri europei, debito pubblico, costo dell’energia, costo dello Stato, sorti dopo trent’anni di vacche grasse e sceme e che adesso si tenta di far credere di sanare con un paio d’anni di cinghia stretta.
Da anni dico e scrivo, attenti padroni della politica, fin che tutti siamo ricchi, voi di più, al massimo fioriscono barzellette, quando ci togliete il benessere che noi teniamo per dovuto per lunga abitudine, una specie di usucapione, arriva il momento che non dovete pensare a come metter fuori gioco il comico di turno che esce dal suo copione per battere voi, dovete pensare a salvare la pelle, come non fece Luigi XVI.
Le primarie per stabilire se a governare la crisi sarà chi l’ha causata o il suo nipotino irrispettoso? gente che siede là in alto da venti o trent’anni e oggi dice, ci penso io a metter le cose a posto, Grillo compreso?
Se volete restare, prima di tutto cambiate testa.

Cremona 31 10 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

One Response to “grilliadi 31 10 2012”

  1. danielaon 31 ott 2012 at 3:28 pm

    Quelli che negli anni hanno causato la crisi (non si è creata solo negli ultimi 3/4 anni) per me si ricandideranno ancora.
    Perché dovrebbero pensare di cambiare testa?
    Tanto, crisi o non crisi, loro si terranno le loro retribuzioni e i loro privilegi.

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.