Archive for settembre, 2012

set 29 2012

i privilegi degli altri 29 09 2012

Published by under costume

I PRIVILEGI DEGLI ALTRI
Credo sia facile esser d’accordo, non è un caso che il “Dio lo vuole” dei giornalisti uniti destra sinistra dal caso Sallusti sia: la galera per i giornalisti? una follia della legge!
Una follia per loro, che in tema di diffamazione son quelli che possono fare il maggior danno; casta per casta, di ciò che la legge possa prevedere per la diffamazione commessa dal semplice cittadino non gliene frega proprio nulla.

Cremona 29 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

set 29 2012

campanelli a gogò 29 09 2012

Published by under cronaca cremonese

CAMPANELLI A GOGO’
Il presidente dei costruttori cremonesi Carlo Beltrami all’Inviato on line di Roberto Bettinelli: la politica si deve svegliare!
Dev’esser per questo scopo che ogni volta che lo vedo in centro è in compagnia di un politico…..

Cremona 29 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

set 29 2012

di tecnico in tecnico 29 09 2012

Published by under barzellette,cronaca nazionale

DI TECNICO IN TECNICO
Marchionne approverebbe un Monti bis dal 2013. Non lamentiamoci, non stupiamoci della violazione continua dei principi costituzionali che reggono eccetera eccetera, e andiamo alla sostanza. Ci va ancora bene: e se fosse Monti bis a nominare premier Marchionne?

Cremona 29 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

set 29 2012

nomina sunt omina 29 09 2012

Published by under barzellette

NOMINA SUNT OMINA
Certo che chiamarsi Giusti, fare il magistrato, e finire dentro per aver preso soldi dalla mafia……..

Cremona 29 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

set 29 2012

ma il re è nudo 29 09 2012

Published by under cronaca nazionale

MA IL RE E’ NUDO
Le Procure saranno anche zeppe di ficcanaso, ma ogni volta che si mettono a contare i soldi pubblici dei partiti succedono disastri. Adesso le Regioni. Possibile che non ci sia un politico, uno solo, che per qualsiasi motivo, anche quello di far le scarpe a un collega, anche se sa che la sua carriera finisce lì, immediatamente, che sia preso dalla voglia di anticipare i Procuratori e dica in pubblico, non a loro, a noi, quel che succede nel suo partito?

Cremona 29 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

set 29 2012

il derby 29 09 2012

Published by under cronaca cremonese

IL DERBY
La comunicazione, l’arma più diffusa nel mondo civile, ha tanti proiettili, tra cui le parole. Che non sono i più efficaci…………………………
Volete sapere chi è il galantuomo Umberto Lonardi? visitate Palazzo Fodri, aperto ieri al pubblico, che lui fece acquistare nel 2010 alla Fondazione Città di Cremona perché restasse ai cittadini tutti.
Volete sapere chi sono Piva Antonio e il suo addetto stampa Zanolli Vittoriano? Visitate il palazzo della Popolare di via Battisti, quello che secondo loro il galantuomo Umberto Lonardi avrebbe dovuto acquistare al posto del Fodri.

Cremona 29 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

set 28 2012

alla base della democrazia 28 09 2012

ALLA BASE DELLA DEMOCRAZIA
Lui è un Professore, quindi ha sempre ragione. Sentitelo come si spoglia al Corriere on line, moderno Tartufo senza pudore: disponibile a un nuovo mandato nel 2013, se me lo chiedono le forze politiche.
Il popolo italiano, spero sgomento, ascolta e dovrebbe chiedere: perché non lo chiede a me?

Cremona 28 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

set 28 2012

ancora su sallusti 28 09 2012

Published by under cronaca nazionale,Giudici

ANCORA SU SALLUSTI
La norma è che si tifi per il più debole, anche tra gli opinionisti in cattedra perenne, usando tutti gli strumenti a disposizione, dagli scientifici ai subdoli. Nel caso di Sallusti, più subdolo non si può: professoroni di diritto che boccerebbero sdegnosamente all’esame chi scambia un’idea anche audace con una diffamazione a diciotto carati, oggi sostengono candidi la medesima tesi.
Sallusti non ha espresso un’idea non condivisa dai potenti: ancor oggi non chiede scusa d’aver lasciato scrivere sul suo Libero un falso clamoroso e pesantissimo per chi l’ha subito, che un giudice ha obbligato una tredicenne all’aborto, che a seguito di ciò è impazzita, e che in uno Stato diverso sarebbe degno della pena di morte.
Io sono un mediocrissimo laureato in legge ma, signori professori, alla Carlo Federico Grosso, so distinguere un’opinione da un falso. Ecco l’opinione di Grosso sulla Stampa del 27:
“Le condanne al carcere dei giornalisti accusati di diffamazione mi sono sempre piaciute poco; le considero un’inutile intimidazione in un settore, delicatissimo, quale è quello della informazione e della libertà di stampa”
Premesso che il giornalista in carcere non ci va per un’accusa ma per una dimostrazione, raccontare la balla di sopra su un Giudice e rifiutare rettifica e scuse, come Sallusti, non è un’inutile intimidazione, e in Tribunale poi, altro che settore delicatissimo, si lavora col forcone. Vorrei tanto vedere la sua reazione, il professor Grosso, se Sallusti avesse scritto che lui vende gli esami o palpa le studentesse. Senza chiedere scusa. Ma andiamo avanti col novello Giustiniano:
“Sarebbe coerente con la più moderna politica criminale, che tende a circoscrivere l’utilizzazione del carcere da parte della legislazione penale ed a riservare tale sanzione soltanto ai reati più gravi.”
Belle parole, ma almeno nei Tribunali bisogna convivere coi fatti. Spieghi bene, soprattutto dimostri, il professore, da quale reato si va in carcere e perché solo da quello: una parolaccia, no, una diffamazione, nemmeno, una sberla, beh, la si risarcisce, un pugnone, una coltellata, e via pedalare. Scelga e dimostri, non si limiti ai dieci comandamenti. Naturalmente, quelli che piacciono a lui.
E alla fine, ma è un professore, si accorge che la condizione per l’esistenza di un delitto è che ci sia la parte offesa:
“Certo, nell’affrontare il tema della diffamazione a mezzo stampa occorre bilanciare l’interesse del giornalista a non rischiare la galera con quello dei cittadini a non vedere ingiustamente offeso il proprio onore.”
Già. Diffami una volta, poi la seconda, poi insisti perché tanto non vai in galera, ti tolgono dall’albo ma tu puoi diffamare egualmente, è la scaletta che ho scritto sopra: ci vorrà pure una previsione di pena vera che dia al diffamato una tutela vera.

Cremona 28 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

set 28 2012

comunicazione regina 28 09 2012

COMUNICAZIONE REGINA
Una delle migliori dell’anno. Il mio primo quotidiano è La Stampa, che il giovedì ospita Raspelli, non tra i miei preferiti, comunque scrive discretamente, ha un gran nome e, nonostante i critici enogastronomici siano considerati nel sentire comune, tipo le barzellette sui Carabinieri, al pari della Finanza, credo sia onesto.
Ecco l’ultimo giovedì, tenetevi stretti:
“Che cosa mi sono perso fino ad oggi! Aveva un bell’insistere Vittoriano Zanolli, direttore dell’antica Provincia (fondata nel 1947 !!), profondo conoscitore della gastronomia locale e stuzzicante (!!) raccontatore sulle pagine del settimanale Più eccetera.”
Questo è il giudizio che dà su Zanolli sul terzo quotidiano d’Italia!! Passi gli siano sfuggite le gemme del ristorante che serve in tavola il pesce vivo a temperatura ambiente, l’osteria con a fianco la stalla dove ancora oggi il viandante lascia il cavallo, il locale arredato a legno che trasmette un calore simile a quello che il titolare trasmette ai clienti eccetera eccetera, ma se c’è una scrittura scialba, monotona, uggiosa senza il fascino della nebbia, ripetitiva, da portare a non esempio in tutte le scuole, è proprio quella di Zanolli, profondo conoscitore (ha scoperto uno Champagne al meglio solo dopo 107 anni!!) e stuzzicante raccontatore…………………
Garantito Raspelli, l’enogastronomo più temuto d’Italia……..e, da questo punto di vista, lo temo anch’io………………………………

Cremona 28 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

set 28 2012

enrico pirondini 28 09 2012

Published by under cronaca cremonese

ENRICO PIRONDINI
Ai suoi tanti tifosi, che magari come me hanno conservato la raccolta degli editoriali uscita a dicembre 2004, due buone notizie. La migliore, per lui, la salute va benissimo, la scrittura non ha mai perso, adesso anche il fisico la sta raggiungendo. La minore, per noi, sta preparando una raccolta di studi su Gianni Brera, penna amatissima, di quelle che accompagnano lo sviluppo della lingua. Non da solo, naturalmente, con colleghi del calibro di Gianni Mura e Mario Sconcerti. Sì ch’io fui terzo tra cotanto senno….lieve modifica, Inferno, IV, vv102.

Cremona 28 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

« Prev - Next »