mag 31 2011

il caso lgh 01 06 2011

Published by at 11:38 pm under Politica cremonese

IL CASO LGH

Noi di destra abbiamo una caratteristica che ci distingue , di cui non siamo gelosi , perché la sbandieriamo tanto al centro che in periferia : siamo dei polli , e col caso Lgh , nato a Cremona , forse ce la facciamo a finire sui giornali nazionali . Certo , non tutti godono dell’apporto fattivo (si dice così ?) di Oreste Pirro che , più schermitore che canoista , tocca e fugge con rapidità incontrollabile . In Consiglio e presso gli amici della Provincia (niente confusione , il giornale , non Salini) riesce a farsi passare per il gentiluomo ingannato che non prende decisioni impulsive , la condanna per Pasquali è certa , tra un mese , un anno , i dettagli ancora da stabilire . Intanto , come a Canossa , Pasquali ammette sommessamente , in una breve sosta delle sue quindici ore giornaliere di lavoro , che potrebbe esser responsabile di una distrazione mal controllata ; a difenderlo ci pensano i suoi del cda , che sabato compatti dichiarano : Pasquali non deve lasciare . Passato il mese , o l’anno , Pirro dovrà prendere la decisione , ma come si fa ad andar contro il parere degli esperti ? quindi , se proprio Pasquali sarà indifendibile , ai blocchi di partenza ecco Albertoni .
Nel frattempo , chi rinuncerebbe ad essere protagonista ? Aurelio Guarneri , consigliere Aem per conto del Pd , con la garanzia di una bella foto , dichiara alla Provincia che al partito gli hanno ordinato : le aziende pubbliche devono affondare , così si dimostra che i nostri avversari non sanno governare . Soprassalto di Magnoli , segretario provinciale Pd con licenza di pelare quattro gatte al giorno : non esiste alcun caso Guarneri , perché Aurelio , un nostro ottimo militante , attivo e presente come pochi (ahimè , n.d.r.) può confermare che dalla segreteria del partito (di cui non fa parte Pizzetti , n.d.r.) non ha mai ricevuto una sola telefonata che gli dicesse come comportarsi in consiglio di amministrazione di Aem . Uno dei due mente , sarebbe chiaro anche a un cappone , ma noi di destra siamo sempre gentiluomini e poi la faccenda è di poco conto , per cui non abbiamo sentito nulla .
Come della famosa relazione di gennaio , resa pubblica in aprile , dove Magnoli accennava a qualcuno dei suoi che grazie alle cariche pubbliche aveva cambiato tenore di vita (o in meglio o in peggio , n.d.r.) , e ancora una volta noi avevamo recitato fino in fondo la parte dei gentiluomini .

Cremona 01 06 2011 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.