feb 26 2010

fastweb:che palle questi giudici 26 02 2010

Published by at 11:42 pm under Giudici

 

 

FASTWEB : CHE PALLE QUESTI GIUDICI

 

Spesso la legge non è come viene applicata , nasce dal buon senso e dal rispetto di ogni appartenente alla comunità . L’imputato può essere tenuto in carcere prima dell’eventuale condanna definiva se si teme una sola di queste possibilità : fuga – ripetizione del reato – inquinamento delle prove . Silvio Scaglia , amministratore di Fastweb al tempo degli eventuali reati , è all’altro capo del mondo quando apprende dai giornali d’essere il principale imputato . Qui non mi interessa sapere se è colpevole o no , se è simpatico o meno , voglio parlare solo di strutture , perché il principio è il solito : se è esatto che oggi capiti a Scaglia , ricordati che domani può succedere a te . Scaglia potrebbe restare all’estero ma rientra quindi pericolo di fuga , per definizione , non c’è , in Italia non ha cariche operative di alcun tipo e non può ripetere il reato , se voleva o poteva inquinare le prove o lo ha già fatto o restava all’estero . Infine , i PM lo interrogheranno ma è chiaro che prima o poi lo devono rimettere in libertà . Allora dov’è il senso del carcere , ricordandoci anche che Scaglia ripete d’esser stato interrogato su quei fatti tre anni fa , e potrebbe essere riconosciuto innocente al processo ? B esagera spesso quando si sfoga sui giudici ma se prendiamo atto per atto tutti i torti non li ha .

 

Cremona 26 02 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.