set 07 2009

ugl inps 06 03 2006

Published by at 9:45 pm under inps

 

 

 

 

UGL INPS CREMONA

 

 

 

Istruzione professionale Inps

 

 

 

Confesso : ero seccato di dover subire il corso della sicurezza sul posto di lavoro e avevo detto ai colleghi , se è come mi han detto gli altri , al primo intervallo scendo e torno a lavorare . Completamente stregato sono rimasto fino alla conclusione e ho preso quattro pagine di appunti che adesso cerco di ricomporre . Se voglio scegliere il pezzo d’arte , che coniuga levità, espressione , efficacia , ho imparato che per sedermi correttamente devo sedermi sul sedere . La Regione Lombardia è all’avanguardia , altre regioni non hanno nemmeno iniziato . I fuochi d’artificio non si son data tregua . Il mattino , mentre il primo relatore , il rag Comedire , era intento a spiegarci che il lavoratore anziché subire passivamente doveva , nel suo interesse , diventare parte attiva , il geom Duediplomi , appollaiato in fondo al salone a mo’ di regista , tuonava improvvisamente : adesso vi faccio una domanda così vedo se avete capito . Se andate in trasferta al regionale , chi è il datore di lavoro , Rocca o la Ferraroni ? qualcuno gli ha risposto . Comesipuòdire , l’homo è fallibile , ma con le azioni combinate del medico competente , del datore di lavoro , del responsabile della sicurezza , del rappresentante Rsu e telefonando in caso di disastro al 319 per aspettare sul posto il responsabile che ha cucita addosso la freccia verde , si porta in ogni caso , secosisipuodire , la pelle a casa .

Per fare la valutazione dei rischi bisogna guardare , non ragionare , proclama Duediplomi . Mi ha ricordato gli anni del liceo , quando si sentenziava : non si vede con gli occhi , ma col cervello . E’ noto che un essere con tre cervelli e senza bulbi oculari ha una vista d’aquila . Ma per fare carriera all’Inps è proprio così , si osserva religiosamente ogni mossa del superiore e si copia . Controllare lo sguardo , non deve apparire la minima traccia di pensiero .

Le sette ore , che poi si sono ridotte a quattro e rotti , sono trascorse in banalità e pressappochismi di ogni tipo . Il direttore di sede ha un fondo per le spese . Ma deve inchiodare le finestre sennò cadono , fili penzolano da tutte le macchine , due anni fa ho chiesto un cerotto e ho dovuto portarmelo da casa , metà computer litigano con le finestre , gli intonaci vanno per conto loro e infine mi stufo a ripetere cose alla luce del sole , come riscaldamento e condizionamento .

I consigli sui migliori impieghi dell’acqua calda si sprecano . Attenzione ai lavori monotoni o pressanti , al mobbing , al sesso . Toccare un mouse quattro volte è ininfluente , 4 000 no . Come spostare una biro , che pesa trenta grammi : occhio a non farlo due ore di seguito . I faldoni , che fanno dai tre ai quattro chili , sono già un problema : si consiglia di piegare le gambe . Guai a spostare le scrivanie : ci sono gli addetti . Sembra inutile , ma in un corso propedeutico non si sa mai , è meglio , anche a casa , non toccare i fili scoperti e se nascono dubbi , chiamare l’elettricista .

Quando si entra in un locale tecnologico si rischia sempre la vita , come ci spiegano le migliori fiction . Il contatto è diretto se io tocco , indiretto se vengo attratto .

Duediplomi diventa , comedire , indelicato , quando tocca due tasti che a Cremona avrebbe dovuto evitare perchè non si parla di corda in casa dell’impiccato . Afferma che l’Europa ha stabilito che i deodoranti sono cancerogeni . Immaginate il culo che mi faranno , dopo che si è espressa tanta autorità , puzzini e puzzoni . Aggiunge che la luce è pericolosa e bisogna intervenire con tapparelle o veneziane . Ops , chiedo scusa . Insomma , lavorare da noi è pericolosissimo . Figuriamoci da Arvedi . Ma i nostri , lo dichiarano senza vergogna , sono interattivi e intermediali . Sesipuodire , ci interrogano e quindi spiegano , dopo l’homo fallibile , la differenza semantica tra rischio e pericolo . Il nostro ambiente , l’Inps , è pieno di rischi , cioè , comedire , attuali , sospesi a spada di Damocle . Riassumo : il più grave è il computer portatile , che per fortuna nessuno di noi ha in dotazione . Però voi fate regolare attività fisica , chiudete le porte , non spostate gli estintori e non buttate materiali ingombranti sulle vie di fuga .

Chi legge pensa che io me la prenda coi due colleghi , no , senz’altro insegnare non è il loro mestiere , ma sfido chiunque a riuscire a parlare ore quando le cose da dire sono da dieci minuti . E’ dura andare avanti senza sputare banalità . Bisogna essere uomini di spettacolo , ma è tutt’altro lavoro .

La colpa è dei soliti Dirigentoni Inps , che abituati a vivere senza controllo perché tanto sono in monopolio fanno come viene più comodo a loro , non quello che serve . La formazione professionale è una materia molto delicata e deve essere lasciata a veri professionisti . Fiat e Capitalia da uno stato comatoso sono passate in un batter d’occhio a prede contesissime . Come hanno fatto ? specie Fiat che essendo industria non può più di tanto convertire la produzione . Hanno cambiato le teste e i risultati si sono visti subito . Qualcuno crede seriamente che hanno fatto i nostri corsi ? o quelli , quando andiamo fuori , dove per tre giorni ci fanno vedere lucidi su cui è scritto che prima di agire bisogna pensare , o , se l’insegnante è qualcosa di più di un commerciale senza lavoro , ci rileggono pagine interessanti sì , ma come quelle di Watzlawick che Astrolabio stampa da una vita ?

Ricordo ancora , e continuerò a farlo perché fin che non sarà risolto sarà sempre una notizia attuale e comunque spiega alla perfezione l’Inps , l’uso degli 800 professori presi nel 1998 . Hanno un titolo di studio ? a dir poco è inutile , anzi è uno sberleffo per tutti quelli che non ce l’hanno . Poi l’hanno ripetuto i sindacati nell’ultimo integrativo , bisogna superare il pregiudizio del titolo di studio . Più un impiegato è ruspante , più vale . Il titolo di studio è un bieco privilegio e è tutto da dimostrare che chi ce l’ha , sappia . Le promozioni di massa , specialità della marmaglia confederale , hanno sempre ragione . Dopotutto il professore chi è ? uno che ha imparato una professione , l’ha esercitata per vent’anni e ha rotto le palle a tanti analfabeti che adesso si possono sgurare i denti .

Con questi presupposti perché i dirigentoni dovrebbero affidare l’istruzione ai professori ? che lasciano sempre quell’impressione fastidiosa , di aver imparato e di saper trasmettere quel che serve senza tanti percosidire . Meglio dare l’incarico di non si sa che cosa a qualche praticone che ha sempre guardato e non ha mai osato pensare . A Cremona abbiamo un professore che per non avvizzire il cervello sulla tastiera si è preso una seconda laurea in filosofia e naturalmente è dietro a far calcoli ; un altro laureato in informatica , fa i corsi sull’uso dei computer , seduto nei banchi , in cattedra un mestierante che per vecchiaia è diventato c6 .

 

 

 

Cremona , 06 03 2006 Flaminio Cozzaglio , coordinatore Ugl Inps Cremona

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.