Nov 25 2021

i più eguali-duecentotrentasei 25 11 2021

Published by at 9:01 pm under Pubblica Amm.ne

I PIU’ EGUALI – duecentotrentasei

Dalle mie 70 cartelle sui processi Iori senza editore….

Francoforte 25 11 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com —“Pubblico Ministero – E ma perché, ma è importante appunto, cioè perché ripeto, un conto è dire che ne ho viste due ed un conto è dire che ne ho vista una, cioè lei… Testimone, Marchetti G. – Diciamo…

Pubblico Ministero – … perché lei dice di aver visto una pastiglia in bocca? Testimone, Marchetti G. – … sì.

Pubblico Ministero – E noi le abbiamo fatto vedere la foto e nella foto non c’è la pastiglia, quindi, se lei l’ha vista e dice che non ha fatto intervenire nessuno.

Avv. Difensore, Giusto – Presidente, ha detto che ne ha viste due, non è che possiamo….…

Presidente – Stiamo cercando di chiarire un punto.”

Il Presidente cerca di chiarire un punto che al lettore attento è chiaro da un pezzo; e il difensore Giusto tenta di riportare lui e il Pm al rispetto delle regole del codice: il teste deve rispondere su un fatto, e qui ha risposto al di là di ogni ragionevole dubbio; dopo, sia il Pm che la Corte peseranno la risposta, che però quella è, e non devono fargliela cambiare perché contrasta con le loro idee. Valuti poi come vuole, il lettore, la mia osservazione: siamo in una delle primissime udienze del processo; il Pm, che ha condotto le indagini, se ha chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio deve essere convinto della colpa dell’imputato, ma il Presidente della Corte, per legge, non deve conoscere gli atti, le prove devono formarsi in Aula sotto i suoi occhi; perché insiste tanto a che il teste “non abbia visto” la pastiglia vicino alla bocca della piccola Livia?

Perché? Perché? Perché?

E’ ben possibile abbia letto a suo tempo i giornali e si sia fatta un’idea, ma il processo serve a scacciare le “idee innate” e a esaminare i fatti esposti in Aula.

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.