Ott 21 2021

sorprese 21 10 2021

Published by at 4:08 pm under Pubblica Amm.ne

SORPRESE

Quando bevi Caleffi ti aspetti un vino senza accorgimenti, ci pensa il vigneto, dunque in sè grandi, ed è normale il successo del Vinitaly con folla di compratori, come è viva l’intervista di Stefano Mauri in www.cremonasera.it: vignaiolo avvisato, Malvasia ferma garantita ottima, con altre novità.

Francoforte 21 10 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

—Davide ed Emanuele Caleffi: “Il Vinitaly in edizione speciale? Successo inaspettato con Buyer da tutto il mondo”

Agricoltori da sempre, attenti alla vera e sana agricoltura sostenibile, ma soprattutto, meravigliosi, appassionati, visionari viticultori e sognatori: Emanuele e Davide Caleffi, sono reduci da un weekend (lo scorso) bestiale, coi loro vini cremonesi Made in Cantina Caleffi (Spineda), presenti a Verona e Treviso per fiere, degustazioni e manifestazioni finalmente, in fase di ripartenza.

-Davide come è andato il Vinitaly per così dire in edizione speciale?

“Sono sincero, all’inizio eravamo scettici, ma poi la manifestazione, tutta caratterizzata dalla presenza di addetti ai lavori del settore enogastronomico, ecco si è rivelata un successo, in particolare per il mondo Fivi (Federazione italiana vignaioli indipendenti)”.

-Al vostro stand avete ricevuto la visita di tanti buyer quindi …

Sì e sono arrivati dalla Lituania, dalla Francia, dalla Russia, dalla Norvegia, dalla Danimarca e dagli Stati Uniti tutti, sottolineo, preparati e interessati ai cosiddetti vini estremi, sostanzialmente ai rifermentati naturali. Ed è stato un piacere ricevere persone interessate, passatemi il termine e la citazione, alle “bolle rosse”, compresi i Lambruschi Caleffi, naturalmente. Per quanto riguarda la nostra realtà abbiamo riscontrato europei attratti dalla Malvasia, dal Lambrusco Rosato In Fiore e dal Ven Negar (Lambrusco Nero). Americani ed extraeuropei hanno degustato e chiesto informazioni in merito a Le Regone Terra Forte (Ancellotta), al Cabernet Sauvignon, e ancora al Rosato In Fiore“.

-Contemporaneamente al Vinitaly 2021 eravate pure a Treviso, giusto?

“Sì e l’Inconfondibile – Festival dei vini ancestrali e rifermentati in bottiglia si è rivelato l’ennesimo successo in crescendo. Questa tecnica, naturalissima, di vinificazione è oggi ricercatissima da operatori e manifestazioni del settore”.

-A novembre a Piacenza ritornerete al Mercato dei Vini Fivi, vero?

“Certamente ed è un mondo, il nostro dei vignaioli piccoli e indipendenti, in costante fermento, siamo circa 1400 iscritti.”

-Un accenno alla vendemmia 2021?

“Straordinariamente e meravigliosamente impressionante per la qualità arrivata dalle vigne“.

– Prima di Natale metterete in vendita il vostro nuovo, squarciante, fantastico, sorprendente Bianco Fermo a base Malvasia?

“Risposta affermativa e a breve annunceremo il nome del nuovo arrivato, ma in serbo abbiamo altre sorprese. Seguiteci, vi terremo aggiornati”.

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.