Ott 18 2021

soli, splendidamente notiziosi, 18 10 2021

Published by at 3:12 pm under Pubblica Amm.ne

SOLI, SPLENDIDAMENTE NOTIZIOSI,
a www.cremonasera.it continuano a racconta fatti!
Francoforte 18 10 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

—Nell’ex Snum, un supermercato color bronzo per rispetto delle mura ed un fossato che metta in risalto la piattaforma rinascimentale
Sarà posizionato sulla porzione settentrionale dell’ambito a disposizione in fregio a via Giordano, Ratti e Cadore il nuovo supermercato nell’area ex Snum, su una superficie lorda complessiva di oltre 2700 metri quadrati, realizzato da Findonati secondo il progetto dell’architetto Giuseppe Tamagnini. In questo modo potranno restare visibili i resti delle antiche mura rinascimentali, mediante la realizzazione di una sorta di fossato lungo tutto il lato est della “piattaforma” mettendo in risalto il paramento murario della scarpa e il tratto tombinato della Cremonella.
L’edificio sarà caratterizzato da un volume compatto ed omogeneo in modo da inserirsi discretamente nel contesto senza creare contrapposizioni con le caratteristiche del paesaggio circostante. A questo scopo verrà rivestito con una rete stirata di color bronzo, limitando al minimo i cromatismi e semplificando il linguaggio architettonico. Nel suo insieme l’edificio sarà caratterizzato da linee orizzontali e di un’altezza inferiore rispetto ai fabbricati esistenti intorno. Sono queste le principali caratteristiche del nuovo insediamento commerciale di va Cadore contenute nel permesso di costruire convenzionato approvato dalla giunta comunale nei giorni scorsi. Il progetto è stato modificato in seguito ai pareri negativi espressi più volte dalla commissione paesaggio negli anni scorsi ed ha ottenuto il parere favorevole della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio. La convenzione urbanistica prevede inoltre che Findonati ceda, a propria cura e spese e prima del rilascio del Permesso di Costruire, 13.120 metri quadrati complessivi di aree sufficienti a coprire l’intero fabbisogno di aree per attrezzature pubbliche e di interesse pubblico. 

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.