Ott 12 2021

cremonese in a? 12 10 2021

Published by at 4:22 pm under Pubblica Amm.ne

CREMONESE IN A?

E’ un parere d’affetto quello carpito da Stefano Mauri per il Fronte del Blog di Edoardo Montolli….

Francoforte 12 10 2021 www.flaminiocozzaglio flcozzaglio@gmail.com

Non ha parlato solo del ‘suo’ Milan Ariedo Braida, ex dirigente dei rossoneri oggi alla Cremonese, attraverso i microfoni di GR Parlamento. Al centro dell’attenzione del consulente del club grigiorosso anche il presente della formazione grigiorossa affidata a Fabio Pecchia: “Non ci sono segreti rispetto a quanto sta facendo vedere la Cremonese. Nel calcio è necessaria tanta umiltà, quella che a volte magari si perde dopo aver ottenuto una semplice vittoria. E’ una squadra di ragazzi seri, in gamba, che ascoltano. Poi c’è un allenatore bravo come Pecchia: un professionista umile che sa dove può arrivare, e deve continuare così”.

Braida ha poi commentato le chance promozione in Serie A: “Per il salto ci sono almeno 8-10 squadre che possono giocarsi la vittoria del campionato, a partire dalle tre squadre retrocesse la scorsa stagione dalla A, poi vedo sicuramente Lecce, Monza, Pisa, Ascoli, senza scartare la Cremonese”.

Spazio, infine, ad un’analisi sulla qualità della Serie B 2021/2022: “Il livello si è alzato molto, la differenza tra le squadre è minima e quindi è necessario essere competitivi, noi speriamo di esserlo, consapevoli della difficoltà di un campionato in cui trovano spazio calciatori importanti che potrebbero giocare tranquillamente in serie A”.

Infine, riferendosi al Milan così si è espresso il noto, esperto e capace calciofilo: “Penso che il Milan vincerà il campionato. Paolo Maldini ha fatto un ottimo lavoro, riuscendo a coniugare nella suadra giocatori giovani con giocatori d’esperienza. Zlatan Ibrahimovic sarà ancora decisivo anche se il tempo passa per tutti e lui ora ha spesso acciacchi. Stefano Pioli ha fatto un grande lavoro e sono convinto che continuare con lo stesso tecnico è importante, perché ogni volta che si cambia allenatore bisogna cominciare da capo.

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.