Set 21 2021

cremonesità-centoventitre 20 09 2021

Published by at 10:41 am under Pubblica Amm.ne

CREMONESITA’ – centoventitre

Una lettera apertissima su www.cremonasera.it!

Francoforte 20 09 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

—“Cari amici del Pd attenti: mostrare i muscoli è controproducente”. Lettera aperta di Nicolini contro gli abbattimenti delle piante in città

Sugli abbattimenti delle 133 piante in città si riunisce domani, martedì 21 alle 18 presso lo spazio “Civico81” di via Bonomelli, la direzione cittadina del Pd allargata alla partecipazione di tutti gli iscritti. All’ordine del giorno, “Il verde in città”. Alla riunione della segreteria parteciperà anche l’assessore al Verde, Rodolfo Bona. Riunione non esattamente tempestiva, visto anche che in questi giorni i tagli entreranno nel vivo con gli interventi più massicci (in via Serio e via Fulcheria), ma tant’è. In vista dalla riunione, il concittadino Gualtiero Nicolini, presidente ANLAI (Associazione Nazionale Liuteria Artistica Italiana), firmatario dell’esposto in Procura contro gli abbattimenti ha voluto scrivere una lettera aperta ai componenti della segreteria dei Democratici, non senza spunti critici ad ampio raggio sulla gestione della città.

Cari “amici” del  PD, so che vi riunirete prossimamente con all’odg il problema del taglio degli alberi a Cremona. Per prima cosa voglio farvi i miei complimenti per la tempestività. Mi pare che l’ultima volta del VS consesso risalga al problema Ponchielli ma potrei sbagliare. Nel caso scusatemi ma non vi seguo ormai da tempo. Anche in quella occasione comunque all’odg c’era la splendida decisione del sindaco – che persino il Vs capo Pizzetti si sentì di bocciare pubblicamente – ma sappiamo tutti che è andata comunque secondo le Sue volontà (Sue del sig. Sindaco) alla faccia della democrazia, della deontologia o della correttezza amministrativa. Ma tant’è! Auguri. 

Si  discuterà ora degli alberi che il sindaco e la sua maggioranza vogliono abbattere. Sono più di 200 in una città tra le più inquinate d’Europa. Una parte già abbattute, un buon numero in procinto di esserlo. Se ricoprissi la carica di Sindaco di Cremona ora non so davvero se riuscirei a dormire visto a cosa sono esposti i nostri concittadini costretti a respirare polveri sottili, forse diossina o altra robaccia tanto è vero che anche dal punto di vista epidemiologico per polmoniti e tumori ci stiamo distinguendo alla grande in Lombardia, in Italia, in Europa. 

E il Comune che fa? La Provincia? Vi sembrano preoccupati? E che fate? Eppure malgrado lo dicano autorevoli esperti c’è ancora chi si mostra meravigliato e incredulo su questi dati. In un mondo in cui hanno largo spazio anche i “terrapiattisti” ci sta anche questa; un po’ meno però se chi esprime questi dubbi è magari un senatore della Repubblica e di lungo corso. Ma non ci sarebbe forse anche da chiedersi il perché?

Ma torniamo agli alberi: sempre se fossi sindaco di Cremona ora che i tornado, i cicloni e le bombe d’acqua sono quasi all’ordine del giorno e ovviamente sradicano alberi (ANCHE QUELLI SANISSIMI) fanno danni enormi, uccidono inermi cittadini, se avessi anche una perizia in tal senso non mi vorrei prendere alcuna responsabilità e procederei di sicuro a raderli tutti al suolo! Poi però pensando che se si dimostrasse che ho sbagliato e che se mi si accusasse di danno erariale (ogni albero dovrebbe valere almeno mille euro …X 200…) forse mi fermerei un attimo… Per di più visto che un pirla ha inviato una lettera alla Procura della Repubblica e alla Forestale che non si muoveranno certamente ma… non si sa mai.

Visto che la opposizione è compatta, considerato che le associazioni ambientaliste tutte e tutte insieme insistono per una moratoria, mostrare i muscoli non è davvero controproducente? Perché non consentire invece altre perizie per dimostrare la proprie ragioni? Salvare anche un solo albero in questa città martoriata non sarebbe forse un successo? 

Considerato inoltre che in sette anni non è stato realizzato uno straccio di piano verde, che molte piante abbattute non sono state sostituite, che molte di quelle sostituite sono già morte causa l’incuria non varrebbe forse la pena non affrontare con arroganza e supponenza “dittatoriale” un problema che sta così a cuore a tantissimi concittadini?

Supponenza e arroganza, mi si consenta di dire inoltre da parte di una giunta che ha dimostrato tutta la sua capacità con la morte del Centro storico, le grandi trovate dei semafori, di via Giordano, della piscina, del camping, del  cavalcavia del cimitero, della Fiera, di LGh e Aem… e si potrebbe continuare.

Certo di contro anche grandi successi a cominciare dalla Pace, alle Colonie Padane, a Santa Monica, al Museo del Violino, mettiamoci pure la squadra di calcio e di ciclismo grazie a interventi però di chi ha sborsato fior di quattrini ma per ben altri motivi. E poi i successi delle ciclabili molto gradite ai cittadini, la quiete pubblica quotidiana, ma questi sono altri argomenti.

Restiamo agli alberi. Ce ne è ed avanza! Auguri di successo comunque in ogni caso che non mancheranno anche perché purtroppo la opposizione pare che in questa città non ci sia ma i cittadini che devono respirare ci sono ed anche i vostri figli.

Gualtiero Nicolini

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.