Ago 24 2021

i più eguali-centoquarantanove 24 08 2021

Published by at 5:03 pm under Pubblica Amm.ne

I PIU’ EGUALI – centoquarantanove

Dalle mie 70 cartelle sui processi senza editore, hanno paura, si sente, stiamo per arrivare alla fine, mentre Iori festeggia!

—Sarei tentato d’esser completamente d’accordo con gli amici di battaglia. Ma, se tutti gli altri processi, che io non conosco, son fatti alla Iori, il problema della condanna e del carcere preventivo a chi non è colpevole non viene certamente risolto da una modifica di legge, per profonda che sia. O meglio: sembri essere.

I tre processi Iori, che fin dall’inizio il giudice riconosce indiziari, finiscono, Cassazione compresa, con tre sentenze fotocopia di condanna che tutte e tre le Corti dichiarano fondate su prove certe, al di là di ogni ragionevole dubbio. Dunque il problema non è nella legge, perché una figura umana che la interpreti e la applichi ci sarà sempre. Il problema è professionale, del giudice; e sociale. La classe politica dopo Mani Pulite ha rinunciato a combattere, lasciando ogni spazio ai voleri dell’Associazione nazionale magistrati; i media fan colore e poco più; noi popolo, invitati a un Piazzapulita per ascoltare il Davigo di turno che dice: “tutti imputabili, via la prescrizione, tant’è vero che noi giudici non facciamo le ferie per trovarli, i colpevoli”, come scatta il segnale dell’applausometro tutti in piedi a battere le mani, senza pensare che per ogni notabile in carcere in quel modo, gli altri 99 siamo noi. E senza che il Davigo di turno si vergogni ad accettare applausi a comando.

Francoforte 24 08 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.