Ago 12 2021

i più eguali-centotrentasette 12 08 2021

Published by at 5:32 pm under Pubblica Amm.ne

I PIU’ EGUALI – centotrentasette

Dalle mie 70 cartelle sui processi, senza editore, continua il cellulare: è un alibi o non? mentre Iori il 14 ottobre festeggia………………..

—La fantasia, quella vera che ti sgorga spontanea, non è facile da controllare, al tuo interno, naturalmente; ma quando parli o peggio ancora quando scrivi, un prudente controllo della “tiranna” non guasta mai. Abbiamo appena letto che due Corti d’Assise, in nome del popolo italiano, noi cari lettori, han deciso, la prima, che lasciare a casa il cellulare è un tentativo di costruirsi un alibi se si esce per combinarla grossa, la seconda, che nel caso di Maurizio Iori non è proprio certo, ma in linea teorica potrebbe esserlo. Non sono un professionista delle Aule di Giustizia d’Italia, ma credo si tratti di una profonda novità giurisprudenziale, mai udita prima, il cellulare che si trasforma in alibi. La “dritta” parte già dalle prime indagini, ed è accolta a braccia che più spalancate non si può nell’ordinanza del dottor Gip; e il relatore, che dimentica di scrivere i motivi della sua certezza, è comunque sicuro che Maurizio Iori lasci il cellulare in casa quando va a uccidere le due “vittime”, perché al corrente che le due case son servite da due celle diverse di trasmissione, quindi lui, per i giudici, sarà dove è il suo cellulare. Questo, il 20 luglio 2011. Tra il 16 e il 19, spiega in dettaglio l’ordinanza, più succintamente la prima sentenza, Maurizio Iori va a far spesa di cibi bevande fornelli e bombole in vari supermercati, per uccidere, e si fa scoprire, scrivono il dottor Gip e il relatore di primo grado, perché mentre è lì usa il cellulare! Solo dal 19 al 20 qualcuno gli ha insegnato la teoria delle celle? La conosceva da ben prima ma se n’è ricordato solo il 20? le Corti, purtroppo, tanto leziose nel fornire mille particolari inutili, qui tacciono….

Francoforte 12 08 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.