Ago 06 2021

i più eguali-centotrentuno 06 08 2021

Published by at 6:08 pm under Pubblica Amm.ne

I PIU’ EGUALI – centotrentuno

Dalle mie 70 cartelle sui processi senza editore, salta fuori il cellulare alibi, mentre Maurizio Iori il 14 ottobre festeggia il decennale che ho ripetuto qualche volta…..

—Se voglio nascondere dove son stato, che faccio? Lascio dei segni da altre parti, il cosiddetto alibi, che in genere poggia sulla testimonianza delle persone. Non sempre; qui sotto, dalla motivazione di primo grado, in risalto i pregi della moderna tecnologia: un oggetto in apparenza inanimato ha forza sufficiente per diventare una persona, secondo la Corte di primo grado, forse due o più; potrebbe averla, secondo la Corte d’Appello. Come? obietterà il lettore stupito….. Ecco la prima Corte: “Iori non c’era e si era dunque recato – come da lui successivamente ammesso – senza il proprio cellulare a casa di Claudia. L’imputato ha sostenuto al riguardo che si trattò di una semplice dimenticanza del telefono. E tuttavia appare molto strano e sospetto che l’imputato dimentichi il cellulare proprio la sera in cui egli si reca da Claudia e Claudia muore” Il giallo inizia; d’altronde siam sempre lì, se per condannarlo non riesci a dimostrare che l’imputato ha dato lo Xanax eccetera, qualcosa devi pur scrivere: è molto strano e sospetto che l’imputato dimentichi il cellulare eccetera!

Francoforte 06 08 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.