Lug 25 2021

i più eguali-centodiciannove 25 07 2021

Published by at 5:14 pm under Pubblica Amm.ne

I PIU’ EGUALI – centodiciannove

Dalla mie 70 cartelle sui processi senza editore, abbiamo raggiunto uno dei tanti punti cruciali: i parenti di lei sapevano del matrimonio, come poi risulterà in Aula? Iori, lo ricordo ancora, il 14 ottobre brinda ai primi dieci anni di carcere.

—Ma torniamo al nostro caso dove, prima ancora della ricerca di un eventuale Dna manca addirittura il morto ammazzato. Maurizio Iori, sempre in primo grado a Cremona, dà la sua versione dell’ultima sera con Claudia; durante la cena gli sfugge d’aver sposato l’altra, pochi mesi prima; lei s’infuria e lo caccia di casa. I parenti di lei, padre madre sorella, al processo di primo grado, a Cremona, dove si son “formate le prove” che han tenuto fino in Cassazione, negano sia andata così, perché Claudia sapeva da mesi del matrimonio. Negano in Aula; eppure, raccolte nell’ordinanza del Gip, che è un atto acquisito al processo! ecco le dichiarazioni del tutto spontanee che avevano reso alla Giudiziaria, dopo i fatti; il padre: “So che lo Iori nel periodo in cui stava con mia figlia ha avuto un altro figlio da un’altra donna che non è sua moglie”; la madre: “Mia figlia, che si confidava totalmente con me, mi ha riferito d’aver appreso che Maurizio era diventato nuovamente padre pochi mesi dopo la nascita di Livia, avendo concepito un’altra bimba con una donna che si chiamerebbe Laura e che probabilmente abita con lui alle Murie; la sorella: “Le remore sul riconoscimento scaturivano anche dalla nascita quasi contemporanea di Livia con un’altra bimba di cui sconosco il nome che Maurizio aveva avuto nel frattempo con una relazione parallela” E non dimentichiamo la lettera di Claudia che abbiamo appena letto, scritta pochi giorni prima di morire, dove la prima moglie è l’ex moglie, la seconda non è la seconda moglie, ma “l’altra”…….

Francoforte 25 07 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.