Lug 17 2021

i più eguali-centoundici 17 07 2021

Published by at 5:11 pm under Pubblica Amm.ne

I PIU’ EGUALI – centoundici

Siamo sempre alla ricerca del movente, come io spero di trovare un editore per le mie 70 cartelle sui processi, e Maurizio Iori festeggia il 14 ottobre i dieci anni di galera, con le prove che abbiamo letto!

—“Ciò non deve stupire più di tanto. Iori è persona gentile e premurosa con le donne che vuole frequentare , ma anche persona fredda, calcolatrice e piena di sé, che vuole imporre la sua superiorità sociale e la sua intelligenza alle persone che considera “inferiori” e che, se vuole, è capace di far prevalere il lato “diabolico” che è in lui. Paola Ornesi ha ricordato come Iori vantasse, litigando con Claudia nell’ultimo periodo la propria “diabolicità” e che tali parole non siano invenzioni o fantasie della teste la si evince dal fatto che Facchi Pasqua – nel corso di conversazioni telefoniche intercettate, e quindi in condizioni di massima genuinità, narra ad una conoscente che Iori diceva alla figlia che lui ha vinto tutte le sue battaglie ed ha avuto tutto quello che ha voluto perché è diabolico e cinico” Tutto provato, e più che buono per un ergastolo!

“In ogni caso il progetto dell’imputato comincia a prendere corpo a metà giugno, quanto l’imputato legge e rilegge (nei giorni successivi) la notizia del suicidio del detenuto mediante inalazione di gas uscito dal una bomboletta da campeggio e diventa sempre più concreto il 7/7/11 quando Iori fa ricerche e scarica bugiardini relativi ad alcune sostanze che egli potrebbe utilizzare per intossicare le sue vittime (Xanax, Xanax gocce, Optalidon, Micronoan)” Ogni tanto anche il buon giudice dimentica: dagli atti del processo risulta Iori consultasse un 2mila bugiardini l’anno. Ma non bastano le prove elencate prima: Maurizio Iori, medico chirurgo, leggendo un quotidiano impara quanto sia semplice uccidere con una bomboletta da campeggio!!

Francoforte 17 07 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.