Lug 11 2021

anche nelle curiosità 11 07 2021

Published by at 3:50 pm under Pubblica Amm.ne

ANCHE NELLE CURIOSITA’ www.cremonasera.it batte i colleghi! —Quando la Cremonese battè l’Inghilterra nel cortile della caserma Manfredini nelle retrovie della Grande Guerra

Pochi sanno che anche la Cremonese ha incontrato la nazionale inglese, battendola per ben due volte. Certo altri tempi, altri campi di calcio, altre storie rispetto a quelle da vivere a Wembley questa sera. Anche l’Inghilterra più che una selezione nazionale, era quel che l’esercito passava. La storica partita di cui parlavamo si è giocata nel 1917 e lo stadio era il cortile della caserma Manfredini, quella che si appresta a diventare la sede del Politecnico di Cremona. Ma proprio una di queste amichevoli ha fatto storia. I campi di piazza Castello e piazza d’Armi sono occupati dalle truppe, San Rocco è inagibile. Le autorità militari decidono che si può giocare nel cortile della caserma Manfredini: una partita importante Cremonese-Inghilterra. I nostri alleati schierano molti giocatori professionisti, tra cui un mito del calcio inglese: il portiere della nazionale Bolton. Nelle file dei nostri arrivano anche due svizzeri ( Aeby e Schider), due cremonesi già nell’Internazionale di Milano (Tornetti e Talamazzini) e altririnforzi milanesi: Gama, Olivares e Francesconi. Cremona vincerà entrambe le partite: 6 a 3 la prima, 4 a 1 la rivincita. Gli inglesi schierano: Bolton, Hyndmann Brandley, Thone, Watson, Manghan, Cox, Greenwood, Holgate, Burrows e Bell. La Cremonese della prima partita: Dal Corso, Olivares, Francesconi, Cominacini, Tornetti, Talamazzini, Passeri, Schider, Aeby, Lanzi e Gama. Due mesi dopo la rivincita e la Cremonese si rinforza con altri arrivi da Milano: Cameroni, Dotti, Pavesi, Malaspina e Sfondrini.

Fonti: ricerche d’archivio, “Unione Sportiva Cremonese! Oltre un secolo di storia” ,di Alexandro Everet e Carlo Fontanelli, “Cremonese 1903-1993”.

Francoforte 11 07 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.