Giu 16 2021

i più eguali-ottanta 16 06 2021

Published by at 4:43 pm under Pubblica Amm.ne

I PIU’ EGUALI – ottanta

Dalle mie 70 cartelle sui processi Iori senza editore, la Cassazione continua….

—“Il vizio, d’altronde, esige – nel caso di “doppia conforme” – che le Corti di merito siano incorse in un medesimo travisamento delle risultanze istruttorie di tale macroscopica e manifesta evidenza da imporre il riscontro inequivocabile della mancata rispondenza della motivazione di entrambe le sentenze al compendio probatorio acquisito; ciò che deve escludersi nel caso di specie” Questa è bellissima: se poi ci fosse “una quadrupla conforme” si decide addirittura senza prove degne di questo nome; oppure, se per “comodità” il giudice d’Appello ricopia il primo, l’esattezza del deciso è a prova di bomba!
“I margini di ambiguità residuati sulle modalità effettive di somministrazione dello Xanax, non essendosi i consulenti medico-legali espressi in termini di certezza,
ma di possibilità, in ordine all’ingestione in forma liquida piuttosto che solida del farmaco” Così, in scioltezza, la “Suprema Corte” passa su un “dettaglio” da nulla!! Bene, la Cassazione, che quando fa comodo ripete d’esser giudice di legittimità e non di merito, qui ha esaminato e confermato tutti i “meriti” delle Corti di merito: c’è una riga, una sola riga, che descriva come Maurizio Iori abbia dato lo Xanax? Riassumo i passaggi delle tre Corti, da che nessuna trova il coraggio di scrivere sia possibile rifilare di nascosto 95 pastiglie: la prima le trasforma in gocce, che però essendo sempre troppe vengono ridotte, senza dirlo con chiarezza, a qualche spruzzatina sui cibi o nei bicchieri, il come non si sa, non avendo la sfera di cristallo; l’Appello decide la quantità, che viene fissata in “apprezzabilmente superiore alla dose terapeutica”, definizione da far convivere con l’esito dell’autopsia che parla di intossicazione acuta; la Cassazione taglia il nodo di Gordio, come leggeremo alla fine, e stabilisce che i giudici di merito non avevano l’obbligo d’esser precisi sul punto, perché il resto del quadro indiziario bastava. Il lettore spero sia d’accordo: se il fine del mio libretto fosse solo mettere in chiaro l’innocenza di Maurizio Iori, smetto qui!

Francoforte 16 06 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.