Giu 07 2021

la regina del mediterraneo 07 06 2021

Published by at 10:52 am under Pubblica Amm.ne

I SIGILLI DI CAMPAGNA AMICA – LA BIODIVERSITÀ CONTADINA

Albicocca, la regina del mediterraneo

In Italia si possono trovare molte varietà, ma alcune meritano una menzione speciale in quanto Sigilli di Campagna Amica: quella di Val Santerno di Imola, di Galatone e di Scillato. Tre tesori della biodiversità agricola italiana.

L’albicocca, tra i frutti più amati dell’estate, è dolce, gustosa e fresca. Importata in Italia e Grecia dopo la conquista dell’Armenia da parte dei Romani, la sua diffusione nel bacino del Mediterraneo fu consolidata dagli Arabi nel I D.C., da cui deriverebbe anche il nome. Ma questa pianta trova origini ancora più lontane, in quanto era presente in Cina già dal 3.000 A.C.

È un frutto ricco di betacarotene e licopene, sostanze utili per la pelle e che contrastano colesterolo e radicali liberi. Le albicocche sono ricche di fibre che aiutano a dimagrire e tenere sotto controllo l’iperglicemia. Grazie inoltre al suo alto contenuto di vitamina A, ha proprietà antiossidanti e dal suo seme si ricava un olio usato per prodotti cosmetici.

In Italia si possono trovare molte varietà, ma alcune meritano una menzione speciale in quanto Sigilli di Campagna Amica.

L’albicocca Val Santerno di Imola cresce in un’area collinare (fino ai 350 m) e in pianura nelle campagne intorno la città di Imola. I comuni maggiormente interessati sono Casalfiumanese, dove si tiene la Sagra dell’albicocca, Borgo Tossignano e Fontanelice. Nel 1870 si ha notizia di un primo impianto intensivo. Di fatto che questo prodotto ha valorizzato l’area, permettendo ai contadini locali un reddito e impedendo l’abbandono delle campagne. Questa varietà d’albicocca è molto dolce e dalla polpa morbida, ottima anche per le marmellate. Si trovano anche varietà tardive che maturano ad agosto. Come produttore di questa varietà, troviamo l’azienda agricola Vivaio Dell’Antico Podere (Novellara), che vende queste deliziose albicocche presso il mercato del contadino di Reggio nell’Emilia e nel mercato nell’Orto di Reggio Emilia.

In Salento, tra i tanti tesori che la natura offre, c’è l’albicocca di Galatone, varietà di piccole dimensioni ma estremamente dolce e morbida. La sua consistenza ne impedisce la lavorazione o il trasporto ed è per questo che con il tempo è stata sostituita da varietà più interessanti nelle logiche industriali. L’albicocco di questa varietà è longevo tanto che esistono dei patriarchi anche di 80 anni che ancora oggi producono frutti che trovano spazio solo nei mercati locali. Grazie all’importante lavoro dell’azienda agricola Guerrieri Pasquale (Novoli), è possibile acquistare questo ricercatissimo prodotto presso il Mercato di Campagna Amica di Lecce.

Infine citiamo l’albicocca di Scillato, che prende il nome dal piccolo comune in provincia di Palermo dove la coltivazione è stata introdotta intorno agli anni ’70. La fortuna di questo prodotto deriva dal fatto che si tratta di una varietà molto precoce, che fruttifica a fine maggio. Le albicocche di Scillato vengono consumate al naturale e vengono impiegate nella cucina palermitana per la preparazione di dolci e confetture. È possibile trovare questo prodotto nei Mercati di Campagna Amica di Palermo, Catania e Messina, grazie all’Azienda Agricola Biologica Bosco Ficuzza (Cerda).

Allora cosa aspetti? Vai nei nostri mercati e prova tutte le varietà autoctone di albicocche!

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.