Mag 25 2021

giornata mondiale delle api 25 05 2021

Published by at 10:34 am under Pubblica Amm.ne

NOTIZIE DA CAMPAGNA AMICA

Giornata mondiale delle api, le paladine della biodiversità

Istituita nel 2017 dalle Nazioni Unite, è importante per la salvaguardia di questi piccoli insetti e vitali per l’ambiente e l’economia.

La Giornata Mondiale delle Api è stata istituita nel 2017 dalle Nazioni Unite per ricordare l’importanza delle api e di altri impollinatori per l’ambiente, l’economia e la biodiversità. La data scelta, il 20 maggio, coincide con la data di nascita di Anton Janša che nel XVIII secolo fu un pioniere delle tecniche di apicoltura moderne nel suo paese natale, la Slovenia, il paese che ha proposto questa giornata.

La giornata precede di due giorni quella dedicata alla biodiversità e questo ci ricorda l’importante ruolo di questi piccoli insetti che sono dei veri e propri “custodi dell’ambiente”: raccogliendo nettare di fiore in fiore le api ne trasportano anche il polline, attaccato alla peluria che ricopre il loro corpo. In questo modo trasmettono i preziosi dati genetici contenuti nel polline, consentendo inconsapevolmente la conservazione della biodiversità di cui la nostra terra è tanto ricca. Una diminuzione delle api può quindi rappresentare una importante minaccia per gli ecosistemi naturali in cui esse vivono. Senza l’attività di impollinazione è a rischio la sopravvivenza stessa di molte specie sulla Terra, compreso l’uomo.

Secondo le stime dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO), delle 100 specie di colture che forniscono il 90 % di prodotti alimentari in tutto il mondo, 71 sono impollinate dalle api. Inoltre, esse contribuiscono direttamente alla ricchezza e al benessere dell’uomo grazie alla produzione di miele e di altri prodotti quali, ad esempio, il polline, la cera, la propoli e la pappa reale.

Negli ultimi 10-15 anni gli apicoltori hanno riferito un impoverimento del numero di api e la perdita di colonie, tanto in Europa quanto in altre zone del mondo. Secondo gli studiosi, il numero degli impollinatori è in calo in tutto il mondo, ma il bisogno di impollinazione è in aumento, specialmente nei paesi in via di sviluppo. Le principali minacce che mettono in pericolo le api sono legate alle attività umane che modificano il loro habitat: l’uso massiccio di pesticidi e prodotti chimici, l’urbanizzazione, l’inquinamento, la riforestazione naturale legata all’abbandono delle aree rurali, la diffusione di parassiti e malattie veicolate da nuove specie invasive, i cambiamenti climatici.

Difendere le api, e con loro tutti gli insetti impollinatori, deve essere una priorità perché la loro sopravvivenza è in pericolo e con loro rischiamo di perdere tutti i benefici che apportano alla nostra vita e all’ambiente.

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.