Mag 17 2021

qui cremona-novecentonovantasette 17 05 2021

Published by at 5:31 pm under Pubblica Amm.ne

QUI CREMONA – novecentonovantasette

Una città che muore, scrive www.cremonasera.it:

—Venti negozi chiusi nel tratto di strada tra corso Campi e la chiesa di Sant’Agata. Venti saracinesche abbassate su quel tratto di strada che anticamente era la “via principalis”. E’ la prima parte di corso Garibaldi, duecentocinquanta metri di strada con una percentuale di chiusure da brividi: una ogni 12,50 metri. A far da contrasto con questa situazione c’è corso Campi dove di saracinesche abbassate non ce ne sono. Le ultime due (Dentix, fallita rientra nella ristrutturazione de “I giardini del corso”) e il negozio di abbigliamento per bambini di casa Abelli che sta diventando il nuovo negozio di Brugnelli che si trasferisce da via Verdi. Il contrasto con corso Garibaldi (il primo tratto, appunto, l’altro da Sant’Agata a porta Milano è da tempo in crisi profonda) è così ancora più evidente. A stridere sono le chiusure di alcuni negozi storici, la casa nuziale di Antonio Stradivari (dopo le vendite di Natale, “Tè per due” non riaprirà più neppure temporaneamente) sempre in attesa di acquirenti, la scarsa frequentazione. Eppure, come si ricordano bene le persone più avanti con gli anni, non sempre è stato così. La “Strata Magistra S.Agathae, poi semplicemente Strata Magistrae e poi Strada Diritta ed infine contrada del Corso proprio per il tratto da via Palestro a Sant’Agata. A nulla è valsa la sistemazione del fondo stradale con pietra nobile dopo l’assurdo esperimento delle onde blu dipinte sull’asfalto. La crisi del commercio, è la crisi dell’accesso, dei pedoni, della gente—

Un Comune che cerca di vivere, scrive Welfare Cremona:

—La Pubblica amministrazione può ridurre gli affitti alle imprese della ristorazione che hanno affittato i locali a causa delle chiusure anti-Covid.

Lo stabilisce la Corte dei Conti pronunciandosi in sentenza su una richiesta del sindaco di un Comune del Ravennate e riferita a un locale di proprietà municipale.

Sarebbe infatti difficile, afferma la magistratura contabile, trovare un affittuario che paghi un prezzo uguale o superiore.

Francoforte 17 05 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.