Giu 08 2015

la solitudine dei numero uno 08 06 2015

Published by at 9:35 am under cronaca cremonese

LA SOLITUDINE DEI NUMERI UNO
John Elkann, erede Agnelli, padroni della Fiat, padroni della Juventus, padroni della Stampa, ha dato ordine a Mario Calabresi, direttore della Stampa: non scriverai più una riga sul Torino, specie quando ci batte; il Torino, per i tifosi, per i torinesi, per gli italiani, non deve più esistere; il Barça ha vinto la Champions? Tu devi scrivere che la Juve non ha perso!
Vi stupite? ma è così semplice, l’hanno informato che a Cremona succede, e anche a lui è parsa una buona idea: neghi, dunque non esiste! Mi sembra l’abbia scoperto Cartesio, e i big della Libera, colti perché intelligenti, sotto la guida del dottor Pivantonio e dei suoi damigelli, applicano il principio a tutto spiano !
Tra un po’, vedrete, specie se smette la pubblicità sulla Provincia fin che c’è, il Consorzio casalasco del pomodoro, tra i leader mondiali, non esiste, le ragazze in rosa campione nemmeno, Coldiretti un treno con notevoli ritardi, capitan Voltini non è mai nato…..
Durante la conquista di piazza Stradivari a opera dei contadini di Campagna Amica, così li avrebbe esaltati Luigi Veronelli, tutto ieri, non s’è visto un gattino della Libera presentarsi per gli usuali complimenti che si fanno a tutti; come la Provincia fin che c’è non ne ha scritto prima, continuerà domani; solamente, m’han detto gli amici contadini, torvo, ha girato tra i banchi Zanolli Pennadoro Vittoriano, senza rivolgere parola ad alcuno, senza ricevere nemmeno il più piccolo omaggio.
Io, che vivo da solo, ho dovuto limitarmi a comprare vasetti di salse miele verdure, che durano a lungo, e non ho resistito a un melone di Casteldidone, che tre giorni in frigo resiste; gli amici contadini han preparato la piazza con abile strategia, non più di venti banchi, niente doppioni, pronti a spiegare tutto.
Chi è piccolo, ha mostrato coi fatti capitan Voltini ai colleghi, può rivolgersi direttamente al consumatore; per chi è grande, oggi il grande Consorzio del pomodoro, e vista la giovane età del capitano, tra nuovi consorzi e contratti collettivi, la vita di chi lavora e soffre la terra, diventerà meno complicata.
Con la terra non è mai diventato ricchissimo nessuno, ma chi dorme a tutta Libera rischia di perdere anche quel che ha ereditato….

Cremona 08 06 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.