Giu 03 2015

il rottamatore 03 06 2015

Published by at 9:17 am under costume,Politica nazionale

IL ROTTAMATORE
Fin che rottama Bersani e Letta, la possiamo vedere come una faccenda di partito, ma che voglia abolire il potere legislativo, in uno Stato dove la Costituzione è più vergine della Bindi, mi pare troppo; eppure, secondo la Stampa on line, è così:
“Da gennaio in poi all’interno dei gruppi parlamentari del Pd si è determinato un fenomeno senza precedenti nella storia dei partiti, un dissenso sistematico che Renzi vuole riportare all’ordine. Da mesi un numero oscillante tra i 20 e i 60 parlamentari non ha votato alcuni provvedimenti (delega lavoro, jobs act, buona scuola, riforma costituzionale) e in un caso (Italicum) neppure la fiducia al governo. Finora Renzi ha evitato provvedimenti disciplinari allo scopo (non dichiarato) di non trasformare in vittime i “dissidenti cronici”, anche se i regolamenti lo consentirebbero. Nello Statuto del gruppo Camera è scritto che «ogni aderente si attiene agli indirizzi deliberati, che sono vincolanti» e in caso di «violazione» i provvedimenti vanno dal «richiamo orale» alla «esclusione dal gruppo». Renzi dovrebbe pronunciare un solenne richiamo ai principi che stanno alla base della convivenza dentro un partito.” 
Il rottamatore avrà mai letto e meditato il 67 della Costituzione? che fa:
“Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato.”

Cremona 03 06 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.