Mag 23 2015

venuti da un altro mondo 23 05 2015

Published by at 9:12 am under cronaca nazionale,Giudici

VENUTI DA UN ALTRO MONDO
Lasci perdere il latinorum, li interroghi sul privato e ne capisci subito la pasta:
“Abbiamo recuperato 500mila euro dalle auto blu. I giudici costituzionali ne hanno diritto per un solo anno, e solo per esigenze di servizio: l’altro giorno ha telefonato un emerito che voleva un passaggio per la stazione per i figli e la cognata, e gli hanno risposto di no”.
Per fortuna un “emerito”; fosse stato il fattorino l’auto blu la voleva in regalo!
Da un magistrale articolo di Aldo Cazzullo sul Corriere di giovedì; non stupiamoci se il presidente, tale Criscuolo Alessandro, recita questa parte:
-Siamo chiamati a verificare la costituzionalità delle leggi. Se una legge è incostituzionale, non possiamo fermarci se la nostra decisione provoca delle spese. -Delle spese? La sentenza ha aperto potenzialmente un buco nei conti dello Stato da 20 miliardi.
-Non erano dati di cui noi disponevamo. E poi noi non facciamo valutazioni di carattere economico.
Bella questa: il presidente Criscuolo Alessandro non disponeva dei dati. E di quali articoli della Costituzione disponeva per modificare la rivalutazione o non delle pensioni? Il solito e abusato articolo tre, quello del “tutti i cittadini sono eguali davanti alla legge”, tranne i giudici costituzionali che lo sono un po’ di più?
La spiegazione, simpatico o non che sia, ma “dottor sottile”, la dà Giuliano Amato:
“Le Istituzioni hanno un’elasticità naturale, come le fisarmoniche: se le altre sono deboli, è possibile che una si allarghi.”
Ben detto e concluso, e ne faccia tesoro il Matteo Renzi di turno, ricordando la battuta fulminante di Napoleone: quante divisioni ha il Papa?

Cremona 23 05 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.