Apr 22 2015

osservazioni di un associato-centotrentaquattro 22 04 2015

Published by at 6:54 am under cronaca cremonese,Striscia La Provincia

OSSERVAZIONI DI UN ASSOCIATO – CENTOTRENTAQUATTRO
Il primo spoglio del voto al Consorzio è andato: a Crema, la zona che gli agricoltori veri temevano di più, riserva di pivantonini docg, ha vinto la Libera del biogas. Ma non quanto si temeva, non quanto si sperava; le deleghe sono andate 19 a 10 per la lista del biogas: ma oggi e domani gli agricoltori veri scendono i campo per la rimonta. Sugli amici di Cremona, oggi, non ci possono essere dubbi, sono gli autori della storica inculata inflitta al dottor Pivantonio, il georgofilo, il 16 ottobre 2014, che ancor gli brucia; sugli amici del Casalasco, che votano domani, che da anni godono dei benefici del Consorzio del pomodoro di capitan Voltini, i dubbi sono ancor meno. Si tratta di vedere l’entità del recupero, chi vince, noi dell’Agricoltura vera o quella del biogas/Libera, alla fine vince di due/tre deleghe e per questo è importantissimo lasciare da parte ogni altro impegno e trovare il tempo, due ore massimo, per il voto. Data incautamente la delega alla persona sbagliata? Per annullarla, basta andare di persona al seggio e votare.
Non fraintendetemi, amici dell’Agricoltura vera, non siamo noi con l’acqua alla gola, strinano e tanto, perché nessuno di loro desidera che capitan Voltini ficchi il naso nel come han gestito, i signori della lista biogas/Libera, e non è un caso sia tornato ancora una volta a Cremona in pochi giorni Guidi Mario, quella specie di Papa: amate tutti, ma specialmente Pivantonio; non è un caso il damigello, ma fa più danni ai suoi come apre bocca, che ieri occupa una pagina sulla Provincia fin che c’è: uniti per la lista biogas/Libera!
Se perdiamo noi, perde la grande Agricoltura cremonese; se perdono loro, i biogas/Libera, perdono le indennità di carica e gli sconti merce per gli amici. In più, i biogas/Libera hanno una preoccupazione che certo non possono dichiarare: vincessero, hanno in opposizione comunque un Paolo Voltini, che non è certo un tenerone come i contras in Consiglio Libera, che se sospetta un “malaffare” non si limita al muro del pianto, avanza come un bulldozer fin in Procura. Per farmi capire meglio: Mauro Begatti scopre e scrive che per carta e inchiostro della Provincia fin che c’è i pivantonini buttano i soldi, e lui in pochi mesi con acquisti oculati risparmia 800mila, ripeto: 800mila euro. L’unico o quasi a proporre azioni di recupero è lui, gli altri contras, quasi al completo: ma, mi, mu, vedremo, e da settembre 2014 per l’eternità, immagino, vedremo. Se Paolo Voltini vede una roba del genere al Consorzio, siatene certi agricoltori veri, minimo, ma proprio il minimo: un’azione di responsabilità contro gli amministratori, perché i soldi dei soci tornino ai soci.
Questi sono i Voltini, quelli i biogas/Libera: a voi la scelta, amici!

Cremona 22 04 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.