Apr 07 2015

succede nelle migliori famiglie-sei 07 04 2015

Published by at 1:22 pm under cronaca nazionale,Giudici

SUCCEDE NELLE MIGLIORI FAMIGLIE – SEI
Nel terzo glorioso episodio siamo ben al di là del bene e del male; se a distanza di quattro anni dall’esposto-denunzia per il reato di interruzione e turbamento di un pubblico servizio, presentato non dal seccatore Flaminio Cozzaglio, ma da Guido Salvini, ufficialmente magistrato insigne e comunque mai sospettato dell’impiego di sfere di cristallo nell’esercizio delle sue funzioni, nessuna Procura s’è mossa, nessun lingualunga dell’Anm, quelli cioè che s’infuriano se un Berlusca li chiama impiegati, ha dato parere, se al Palazzo di Giustizia Straordinaria di Milano nessuno fiata, c’è poca scelta, amici lettori: o Salvini, ufficialmente magistrato insigne, in realtà è una primadonna in cerca d’attenzione, nel suo ambiente prosperano, ben più di quanto l’Italia meriterebbe, o…..non fatemi scrivere ciò che penso, perché se a Salvini si può fare il descritto qui sotto e ai responsabili nulla è successo, se io scrivo quello che penso nessun Bruti Liberati mi sospende la pena come fu per Sallusti!——————-
-terzo episodio : il giorno successivo 3 febbraio ho chiesto al mar. Russo, partendo di nuovo per Cremona ove avevo udienza, di ottenere informazioni precise sulla situazione perché non volevo di nuovo rimanere chiuso fuori. Mi sono tenuto in contatto per telefono con lui e questi mi ha detto che il pres. Micara si era negato ma il cancelliere dr.ssa Amoroso gli aveva finalmente detto informalmente che tutte le chiavi erano state cambiate e che la ditta che le aveva cambiate sarebbe arrivata entro il pomeriggio con una copia per tutti. Verso le ore 17.00, mentre ero in autostrada tornando da Cremona, il mar. Russo mi ha fatto presente che non si sapeva ancora nulla e che in Cancelleria continuava a ricevere risposte evasive. L’ho pregato di aspettare ancora ma dato che il personale amministrativo era oramai in procinto di lasciare il servizio ho raggiunto in fretta il Tribunale anche se quella sera non era nei miei programmi rientrare subito in ufficio. Al mio arrivo in Tribunale, poco prima che il personale si allontanasse chiudendo la Cancelleria e quindi anche il mio ufficio, mi sono trovato di fronte ad una situazione grottesca. Il responsabile dr. Amoroso infatti, alla presenza mia e del mar. Russo sosteneva inizialmente, peraltro con scarsa convinzione, che la “ ditta era in ritardo e non aveva ancora portato le copie delle chiavi” evidentemente per tutti. Le ho quindi chiesto se qualcuno comunque già ne disponesse di una copia, circostanza ovvia perché qualcuno doveva pur chiudere entrambi gli ingressi e aprire la mattina per il normale lavoro, per l’udienza e il ricevimento avvocati. La dr.ssa Amoroso a quel punto inizialmente negava di avere una copia delle chiavi e poi ammetteva di averne una, ovviamente, a sua disposizione. Le ho allora fatto presente , al fine di potermi trattenere in ufficio a lavorare come di consueto e poi chiudere regolarmente, che l’app. dei Carabinieri Ghislotti, che lavora con me ed era presente, era disponibile con un autista ad andare subito a fare un duplicato in un negozio prossimo al Tribunale che normalmente utilizziamo. A questo punto la dr.ssa Amoroso, visibilmente imbarazzata ed agitata ha finalmente ammesso quello che era evidente nei fatti, affermando alla fine che noi, cioè io o il mar. Russo, non avremmo potuto avere né fare alcun duplicato perché c’erano imprecisate “disposizioni del Presidente del Tribunale”. L’ho richiamata fermamente ai suoi doveri, come responsabile dei locali, a non ostacolare il nostro lavoro e a non impedirmi ancora una volta di avere accesso al mio ufficio e ai miei fascicoli e le ho chiesto di vedere copia di tali presunte “disposizioni” che incidevano sul lavoro di un altro Tribunale. Come mi aspettavo non ho avuto nessuna risposta, non abbiamo avuto le chiavi né visto le asserite ”disposizioni”. Nessuna insistenza è valsa a far modificare al Cancelliere Amoroso il suo atteggiamento chiaramente arbitrario.——-

Cremona 07 04 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.