Apr 06 2015

osservazioni di un associato-centodiciotto 06 04 2015

Published by at 7:37 am under cronaca cremonese

OSSERVAZIONI DI UN ASSOCIATO – CENTODICIOTTO
Trasparenza, uno stimolo per migliorare la qualità, titolo nella pagina dell’Agricoltura di ieri sulla Provincia fin che c’è, e a fianco la foto di Guidi Mario, presidente nazionale di Confagricoltura, trasparente quel tanto per dire che viene a Cremona per comporre il dissidio tra pivantonini e gli oppositori, e guadagnare sul campo la divisa di pivantonino honoris causa!
Comunque, in fatto di trasparenza, chiunque deve imparare dai pivantonini. Trovatemi una riga, una sola, sulla Provincia fin che c’è, comunicati, circolari, volantini, dichiarazioni in pubblico, che illustri il gioco sporco dei segretari di zona: si dovesse votare anche solo la squadra del cuore, “consigliano” sempre agli agricoltori più fragili di votare come si deve, o passare la delega. E chi poi deve presentarsi da loro per la Pac, la dichiarazione dei redditi eccetera, se non è più che forte ha sempre il timore della ritorsione.
Ma il più trasparente di questi giorni è don Ernesto Folli: lui s’è tirato da parte per la presidenza del Consorzio solo per favorire la riconciliazione. Non perché, si fosse ripresentato, la lista Libera avrebbe sicuramente perso, per la stima e la simpatia che ha raccolto nei sei anni. Il Consorzio è solido e s’è rinforzato sotto la sua guida, mentre a Milano e Lodi sono andati sotto. La più bella, sabato; gli cedo volentieri la parola, dalla Provincia fin che c’è:
“Un po’ su tutto il territorio nazionale, di consorzi agrari con vistosi problemi di bilancio ce ne son parecchi. Non è il nostro caso; basti ricordare che tra il 2013 e il 2014 abbiamo ridotto l’esposizione finanziaria verso le banche di 14 milioni.”
Cerchiamo pure in tutta la pagina: non una riga per ricordare che il debito complessivo è di 56 cinquantasei milioni! Che non vuol dire che il Consorzio corra rischi, perché l’enorme debito è comunque coperto da attivi di varia natura, ma se sei trasparente, almeno quando ti rivolgi ai tuoi soci, racconta tutta la verità!
Termine ultimo venerdì dieci per le candidature, ricorda la Provincia fin che c’è, che elenca gli otto candidati Libera senza dire che, vincessero, il presidente è Federici Danio, briatore per i tifosi, braccio corto per i colleghi agricoltori. Ma è meglio non scoprire subito le carte, in modo non si sappia oggi chi è il Filippini del Consorzio domani.
Per avere le indennità che gli spettano, a don Ernesto resta solo la presidenza della Sec, dove bisogna portare a termine l’opera di demolizione della Provincia fin che c’è, dove quindi la presenza di Zanolli Pennadoro Vittoriano è indispensabile per accelerare la riuscita del compito.
Nessuna nuova sulla procedura di solidarietà, che i giornalisti avrebbero rifiutato perché tanto li compra Arvedi: non abbiano timore, il cavaliere sempre in Chiesa s’è allenato bene a Mondo Padano, ogni mese ne sbatte fuori uno….

Cremona 06 04 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.