Apr 06 2015

giustiniano 06 04 2015

Published by at 8:00 am under cronaca cremonese,Striscia La Provincia

GIUSTINIANO
Come noto, in Italia, la carcerazione preventiva a raffica contribuisce a ingigantire il problema del sovraffollamento delle carceri, anche se la Costituzione, che viene letta come serve, prevede che il cittadino sia innocente fino alla condanna definitiva. Perlomeno i giudici “interpretano”, non inventano, e quando ficcano dentro uno di noi, “spiegano” sempre c’era il pericolo inquinasse le prove, fuggisse, ripetesse il reato.
Zanolli Pennadoro Vittoriano non s’abbassa nemmeno a interpretare, ordina! e a proposito dei due ragazzi finiti dentro causa gli atti di teppismo del 24 gennaio, scrive, sulla Provincia fin che c’è:
“I legali ritengono che non sussistano le esigenze cautelari, ma ammesso e non concesso che non ci sia pericolo di fuga né di inquinamento delle prove e neppure di reiterazione del reato, una detenzione non simbolica è la prima lezione che meritano i due giovani, eccetera.”
Il carcere come lezione, meritata, anche se nessuna legge lo prevede; Dracone, più che Giustiniano il nostro Pennadoro; come, trovato uno ubriaco al volante, che so, un 1,35 o su/giù di lì, invece dei mesi di servizi sociali per riavere la patente, constatata la gravità dell’1,35 gli si desse la lezione non simbolica di anni, di servizi sociali, e sotto gli occhi di tutti!

Cremona 06 04 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.