Apr 02 2015

occhio di critico 02 04 2015

Published by at 8:17 am under cronaca cremonese

OCCHIO DI CRITICO
La prima volta che, da ragazzo, ho visto Casalmaggiore, sono rimasto affascinato da una prospettiva curiosa, tutta particolare: dall’argine maestro alle spalle della grande piazza il paese era, o mi sembrava, più basso rispetto allo scorrere maestoso del Po, allora pulito. L’argine accompagnava e separava due mondi distinti, lontani, quasi incompatibili: il fiume e il verde delle sue rive da una parte, il rosso del cotto e dei tetti dall’altra, con qualche brutto palazzone anni Sessanta a incrinare questo sottile gioco di armonie.
E’ Marco Tanzi, La Zenobia di don Alvaro, il Barocco nella bassa.

Cremona 02 04 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.