Apr 01 2015

osservazioni di un associato-centotredici 01 04 2015

Published by at 5:15 am under cronaca cremonese

OSSERVAZIONI DI UN ASSOCIATO – CENTOTREDICI
Inizio e fine di un bel pezzo di www.artventuno.it:
—Qual è il senso di un accordo sulla presidenza della Fiera che impegna i soci per due mandati? Nessuno. Se non un interesse personale e privato, per nulla trasparente. Ancora una volta mirato a legittimare chi si illude di essere diventato un “sistema di potere”. Ma così l’oligarchia, invece di rappresentare in qualche modo una conferma della sua superiorità, alla fine riconferma la sua inadeguatezza, la sua lontananza dalla vita reale, la sua inettitudine a capire il bisogno di un rinnovamento che si può rallentare ma non fermare.— Rinnovamento a gente del calibro di Pivantonio Pizzetti Arvedi eccetera? Ma se perfino l’ultimo arrivato, un qualsiasi professor Galimberti, riconosce che il sistema è esatto e si accoda col suo 15% alla santificazione di Pivantonio in Fiera, Pivantonio bocciato sei mesi fa dai suoi colleghi agricoltori! Fatevi la semplice domanda: Pivantonio chi rappresenta, se non la forza distruttrice della Provincia fin che c’è, che il damigello gli lascia usare come fosse sua e non dei tremila soci della Libera, quelli appunto che l’han trombato in ottobre? E le categorie economiche, le prime a lamentarsi di Cremona trascurata, tacciono e obbediscono, perché l’han deciso quei tre là sopra. Credo che l’investitura di Piavantonio in Fiera resterà nella storia di Cremona, a caratteri cubitali, a mostrare la sua vera natura: credere, obbedire e se non basta, inginocchiarsi, perché anche l’occhio vuole la sua parte. Ma nonostante tutto Pivantonio non deve sentirsi troppo sicuro, se continua a spargere notizie sui successi strepitosi, nel mondo, si fa senza dire, della sua magistrale presidenza. Ecco il Vascello on line di Antonio Leoni: —Dopo avere reso Cremona Mondomusica la Manifestazione n.1 al mondo per gli strumenti ad arco, aver consolidato Piano Experience come l’unico Salone europeo dedicato al pianoforte, e aver lanciato l’anno scorso con successo l’Acoustic Guitar Village per includere il mondo delle 6 corde, quest’anno CremonaFiere guarda al variegato universo dei fiati: ecco pronta Cremona Winds!— Fiato da spendere, non c’è dubbio, Pivantonio ne ha molto. L’ultima di damigel Filippini: grande adunata a Roma per protestare contro l’Imu agricola; che ti fa il damigello? Nessun Consiglio, inquadra i segretari di zona, che non mi sembrano agricoltori e li porta con sé, a Roma. Motivo? Non riesco a trovarne tanti, forse un seminario lontano da occhi indiscreti per spiegare il prossimo voto al Consorzio. Di cui si parla parecchio, specie dopo l’ultimo articolo su www.artventuno.it. Che se avesse scritto dei debiti regolarmente iscritti a bilancio, 56 cinquantasei milioni, garantiti sì da crediti e immobili, ma sempre tanti….. Nessuna nuova, invece, della procedura della solidarietà alla Provincia fin che c’è: l’hanno spuntata i giornalisti, che pretendono di affrettare la dipartita, o il damigello non è ancora tornato, lui tanto nuovo, dalle fonti del suggerimento e non sa che rispondere?
Cremona 01 04 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.