Mar 21 2015

maurizio lupi 21 03 2015

Published by at 9:55 am under costume,cronaca nazionale,Giudici

MAURIZIO LUPI
Ho letto quasi nulla della sua faccenda, troppo simile a migliaia ancora, ma do lo stesso tutte le ragioni di questo mondo, e anche di altri, a chi l’ha messo nell’angolo: viva il più forte!
Però bisogna riflettere sulle sue parole: “Mi hanno intercettato quasi due anni e ci sono ventisettemila pagine di verbali che peraltro arrivano prima ai giornalisti che a me. Ogni cosa potrebbe essere letta in modo distorto, dovrei rendere conto di ogni virgola, di ogni parola. Questa onda non si ferma più.”
Nelle 27mila pagine dei quasi due anni non c’è solo lui, ci siamo anche noi; nella migliore delle ipotesi, dalla parte del viva il più forte, serviamo a incriminare per un reato cui si sopravvive; perso invece, definitivamente, il diritto all’intimità personale, con la gioia dei soliti giornali favoriti.
Oggi si guarda con orrore alla tortura per la confessione, spero oltre che per il mezzo, per il fine, cancellare il diritto alla difesa, che comprende anche il silenzio. E l’intercettazione cos’è, se non una tortura senza il mezzo, che fa tutt’uno con l’indagato di chi passa di lì, per caso?

Cremona 21 03 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.