Feb 18 2015

j’accuse-trecentonovantaquattro 18 02 2015

Published by at 12:52 pm under cronaca cremonese,Giudici

J’ACCUSE – TRECENTONOVANTAQUATTRO
Cambiano i toni ma l’affaire Iori ha tutto per essere tradotto in un grande spettacolo, di grande valore culturale, che non lascia troppo spazio a visioni di parte: i processi in Italia, anche quelli da ergastolo, si possono fare così. L’ispettore Bulloni sta per finire, gli mancano solo le domande dell’avvocato Severgnini, Parte civile.
Avv. Severgnini – Dai riscontri fatti il giorno stesso del rinvenimento dei cadaveri e nei giorni immediatamente successivi avete accertato che qualcuno era stato a cena dalla signora Ornesi la sera prima del rinvenimento?
Bulloni M. – Non abbiamo potuto accertare questa cosa, che qualcuno era stato a cena là.
Avv. Severgnini – Cioè, non… dai riscontri dei primi, delle prime giornate d’indagini non avete avuto questo riscontro?
Bulloni M. – No.—————————————-
Si tratta, come sempre, d’intendersi bene sul significato delle parole, “cui non è possibile attribuire altro senso che quello fatto palese dal significato proprio secondo la connessione di esse”. Se Bulloni intende, e la Corte gli chiede e si contenta, che non era stato ancora messo nero su bianco, e in pubblico, se qualcuno, per caso, fosse stato a cena dalla signora Ornesi, è un conto; se non sapesse che Maurizio Iori era lì, è un altro. Ma la Corte di Cremona sembra non essere per nulla curiosa, pur essendo acquisita agli atti del processo l’ordinanza del dottor Gip, pagina 6, dove parla la madre di Claudia Ornesi, Pasqua Facchi, forse davanti all’ispettore Bulloni, il mattino stesso della scoperta dei corpi, altro che i giorni successivi:
“Claudia mi ha riferito che ieri sera Maurizio sarebbe andato da lei per cena e che avrebbero mangiato del sushi che lui stesso avrebbe preparato a casa. Io ieri sono rimasta dalle ore 16 00 alle 19 15 a casa di Claudia e Livia, in quanto la bimba nei giorni scorsi ha avuto qualche linea di febbre, situazione che ieri sembrava migliorata. Alle ore 18 15, considerato che Maurizio sarebbe arrivato alle 19 30, io sono tornata presso la mia abitazione.”
Non contenta, il pomeriggio ripete, pagina 7:
“Maurizio le riferiva di essere intenzionato, nell’incontro successivo che sarebbe avvenuto nella serata del 20 luglio, a cucinarle del sushi.”—————–
Considerato che l’ispettore Bulloni era lì da subito, in casa di Claudia, a cercare “indizi” e parlare con tutti, è ben difficile, se le parole si interpretano col significato proprio secondo la connessione di esse, che ci abbia messo dei giorni a scoprire chi aveva cenato con Claudia la sera prima della morte; oppure la si smetta di scrivere barzellette sui Carabinieri.
Conclusione: davanti alla Corte, che aveva tutte le carte per cogliere, come dire, la dissonanza, l’ispettore Bulloni ha dichiarato esattamente il contrario di quanto lui stesso aveva probabilmente verbalizzato; e verbali a parte, è noto e chiaro a tutti che Pasqua Facchi ha detto immediatamente alla Polizia giudiziaria che Iori era lì a cena la sera prima, e lo stesso ispettore Bulloni ha perciò provveduto a farlo venire la mattina stessa da Milano.
Avv. Severgnini – Un’altra velocissima precisazione. Quando lei riferisce di aver contattato personalmente il Dottor Iori per convocarlo in Commissariato, il Dottor Iori si è presentato immediatamente in Commissariato, è passato del lasso di tempo da quando lei lo ha chiamato a quando si è presentato?
Bulloni M. – Lui non era…
Avv. Severgnini – Se ricorda?
Bulloni M. – … in città, sarà arrivato circa un’ora dopo, credo fosse a Milano compatibile con il viaggio.——————————————
In sintesi, l’ispettore Bulloni descrive l’autopsia, lo stato d’animo di Maurizio Iori, se Claudia potesse camminare scalza eccetera, e passi, comunque lui c’era, ma addirittura sostiene davanti alla Corte, dopo aver scritto in un atto ufficiale che lo sapeva, che non sapeva se Iori era a cena da Claudia. E per la Corte va bene anche questo!

Cremona 18 02 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.