Feb 04 2015

osservazioni di un associato-cinquantasette 04 02 2015

Published by at 9:11 am under cronaca cremonese,Striscia La Provincia

OSSERVAZIONI DI UN ASSOCIATO – CINQUANTASETTE
I servizi di sicurezza della Serva, già Libera, ce l’hanno fatta, hanno scoperto chi è il mio informatore e, come nei grandi processi staliniani degli anni trenta, che eliminarono tutti i potenziali oppositori, alcuni lo erano da prima la rivoluzione, ha pure un nome e mi accompagna dalla nascita del blog, estate 2009, ma che accompagna: mi istruisce sui fatti di tutta Cremona, e anche di Spinadesco e Soresina!
Vero, e lo metto qui nero su bianco: è il signor Disprezzo Disgusto, come parte di scena, che raggruppa decine e decine di persone che manco pensavo fossero interessate alle vicende della Serva già Libera, alcune tanto vicine alla stanza dei bottoni e così adoranti, in apparenza, Pivantonio, che anche ne facessi il nome nessuno mi crederebbe! Mi scrivono mail, mi telefonano, mi fermano per strada, mi fanno avere lettere anonime……
Tanto per dire come han rotto i coglioni a un’intera città, Pivantonio e compagni, e continuano ancora in questi giorni, quando il loro potere è solo aria fritta e riceveranno il benservito ufficiale in breve tempo, e avrebbero tutto l’interesse pratico a una retromarcia dignitosa che tenti di riassestare i cocci. Altro che vantare promettere minacciare: contano più niente!
Per dirne una: Pivantonio, non potendo smentire, conferma vero Enpaia sul punto d’essere commissariato, ma il commissario sarà lui; la verità naturalmente è un’altra, Confagricoltura sta cercando un nome buono e appena lo trova lo rimanda a Scandolara Ripa D’Oglio, con biglietto di sola andata!
Ma questo è ancora nulla, il peggio è la recita continua davanti ai tremila soci, tutto va ben, Madama la Marchesa: gli informatori passano balle a Cozzaglio che siccome è cretino e cattivo le pubblica tutte. Mai la Serva fu in miglior salute; i lievi acciacchi apparsi nei bilanci del gruppo editoriale pubblicati dalla Provincia fin che c’è il 20 agosto, che assommati a Sel danno un 2013 sotto di 2,7 milioni, son dovuti solo alla crisi, che sta per andarsene; naturalmente i bilanci degli anni prima sono floridi e il 2014 grazie alle cure Begatti&Antonelli, sperando i pivantonini abbiano il buon senso di mantenerle, è un successone, dovrebbe perdere, con le svalutazioni esatte, un milione in meno!
Ma volete rendervi conto, signori tremila soci affannati giorni e notti a tenere a galla le vostre aziende, che allontanati Maestroni e Pirondini nel 2008, in pochi anni la Provincia fin che c’è ha perso la bruttezza di 1,6 milioni di copie, grazie alla fantastica gestione Pivantonio&Pennadoro?
Ma volete rendervi conto, signori tremila soci affannati giorni e notti a tenere a galla le vostre aziende, dove in mancanza di prezzi remunerativi del mercato, tipo tragedia del latte, dovete tagliare ogni spesa che sembri superflua, che il primo artefice del disastro Provincia, origine di tutti gli altri disastri, Zanolli Pennadoro Vittoriano, tra compensi e contributi costa a voi, non a Pivantonio, 300mila euro l’anno?
Chi di voi signori tremila soci ha entrate simili? Garantite da un miglioramento contrattuale di Pivantonio, 2012, senza nemmeno il parere del Consiglio: gli eventi lo spostassero dalla poltrona di direttore, Pennadoro torna in redazione ma conservando i 300mila lordi! Agli adoranti Pivantonio che rifiutano di capire: un anno fa strappavate 50 centesimi per il latte, quindi gli industriali ve li devono per sempre! Naturalmente damigel Filippini, accucciato più che mai, si guarda bene dal cancellare il miglioramento, non solo, temo sarebbe capace di negarlo, se durante gli incontri di zona uno dei signori tremila soci lo interrogasse; e deve solo sperare che Criniera Ardigò, che avrebbe tutte le ragioni, non ne chieda uno identico!

Cremona 04 02 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.