Dic 14 2014

osservazioni di un associato-sei

Published by at 10:27 am under cronaca cremonese,Striscia La Provincia

OSSERVAZIONI DI UN ASSOCIATO – SEI
Si dovrebbero allora allontanare tutti i funzionari che si sono “spesi” per l’una o l’altra parte e l’elenco è lungo! La campagna elettorale e le elezioni dovrebbero avvenire in un clima dinamico, ma leale al solo fine di migliorare e valorizzare le persone migliori che hanno voglia e tempo ed energie da dedicare alla Libera. Lo spirito che ci deve guidare tutti è quello di servizio verso gli associati, trasparenza, onestà e gestione di un bene di tutti che è la nostra Associazione Libera, nata per volere di agricoltori galantuomini ed illuminati.———————— L’associato è senz’altro uomo di valore ma incauto: i funzionari si devono spendere solo per Pivantonio, il Migliore, e il servizio dei tremila soci dev’essere indirizzato alla sua apoteosi; damigel Filippini, inavvertito, o lieto di Martini di rinforzo, facesse vedere la lettera al Migliore invece che al Consiglio e ai Sindaci, capace quello di sbranare l’incauto, vivo o morto che sia! Allontanare tutti i funzionari che si sono spesi, ecco, forse un’altra imprudenza, che darebbe lo spunto a Pivantonio per stabilire, fosse in grado di accorgersene: si cominci da quello più in alto! Clima dinamico ma leale: Pivantonio s’è ben lamentato di una lettera anonima, che ho pubblicato anch’io, che svelava i disastri della Provincia fin che c’è e del Gruppo editoriale, su cui storicamente poggiano le finanze della Libera; l’anonimo non doveva spargere notizie esatte che avrebbero potuto danneggiarlo, come infatti è successo. La parte della lettera che commento oggi è fastidiosa, per Pivantonio, sembra, più che un invito ai soci, una serie di appunti a lui, specie quel “trasparenza” ch’è tanto greve da essere senz’altro sfuggito alla penna dell’associato; capita a chi scrive, so bene sulla mia pelle. A proposito di “bene”, qui trovo l’associato meno preciso che nel resto: una volta, fino al 2008, la Libera Associazione condotta da Mario Maestroni era un bene. Oggi non lo è più nemmeno per i creditori, che temono, a molta ragione, per i loro soldi!
Cremona 14 12 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.