Dic 01 2014

parlare ai muri 01 12 2014

Published by at 11:47 am under Berlusconi

PARLARE AI MURI
Gli avvocati gli raccomandano di non parlare contro i giudici, ma lui non sopporta che il Procuratore generale di Milano abbia fatto ricorso in Cassazione per chiedere di annullare la sentenza con cui lo scorso luglio la Corte d’Appello lo ha assolto con formula piena per il caso Ruby: appena do un segno di vita subito arriva l’uso politico eccetera. Eccetera: ma è la norma, la Procura ricorre sempre contro l’assoluzione, sia mia che di B. E così, per l’ennesima volta, invece di parlare coi fatti, Berlusconi preferisce eccitare il tifo. Con le naturali conseguenze. Ci voleva tanto, come ho fatto io l’altro giorno, e l’ho spedito al suo consigliere internet Antonio Palmieri, invece di sventolare bandiere, citare un passo come questo:
“All’imputato Fedele Confalonieri è stato contestato di aver concorso nel delitto di frode fiscale in considerazione della sua veste di Presidente di Mediaset, ma all’esito dell’istruttoria dibattimentale questo elemento è rimasto l’unico a sostegno della richiesta di condanna formulata dal PM. Secondo il Tribunale, la valenza di questo elemento è davvero poco significativa, atteso che la funzione fiscale era stata delegata e che l’imputato non ha nemmeno firmato le dichiarazioni di cui si discute…..Resta pertanto la sola ipotesi che l’imputato, attesa la sua veste formale in Mediaset ed il notorio stretto rapporto amicale e di fiducia con Berlusconi, fosse a conoscenza del meccanismo fraudolento e nulla abbia fatto, violando i suoi precisi doveri, per impedire che tale condotta fosse portata a compimento. Si tratta tuttavia di una mera ipotesi, anche fortemente plausibile, considerato che Berlusconi ha sostanzialmente coinvolto nell’attività delittuosa tutti i suoi più diretti collaboratori, ma si tratta comunque solo di un’ipotesi assolutamente inidonea a fondare una pronuncia di condanna. L’imputato deve essere pertanto assolto del reato a lui ascritto per non aver commesso il fatto.——————————————————————————-
Da cui risulta, per il lettore non tifoso, che il giudice se vuole assolve/condanna come gli pare e piace?

Cremona 01 12 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.