Nov 16 2014

ogni promessa è debito 16 11 2014

Published by at 10:41 am under golosità,Striscia La Provincia

OGNI PROMESSA E’ DEBITO
Zanolli Pennadoro Vittoriano non vuole mai deludere i suoi lettori/tifosi: pure non firmasse, devono riconoscerlo immediatamente; anche a costo di ricopiarsi!
Specie se scrive di pesci vivi serviti in tavola a temperatura ambiente et similia!
L’inizio di ieri, 15 novembre, pioggia e vento senza sosta, è trionfale:
“il tipico ritrovo che in questi giorni estivi è letteralmente preso d’assalto dai buongustai”
Immagino i titolari, ieri più che mai visto il clima, assaliti da torme di cremonesi e “non solo” aggiungerebbe Pennadoro, perché “il passa parola ha superato, da tempo, i confini provinciali fiume Po”, chiamare i carabinieri: trattandosi dell’unico luogo della Val Padana, “in questi giorni estivi”, risparmiato dal vento e dalla pioggia, più che a cucinare, avran dovuto pensare a difendersi dall’assalto di migliaia di persone alla ricerca della Terra promessa!
I pochi fortunati ammessi, godono: “Dall’ampia vetrata al piano superiore si gode una vista stupenda del Po che scorre lento e maestoso e che durante le piene si fa minaccioso.” Lento e maestoso in pianura, non sapremmo immaginare diversamente, e che durante le piene, anche! ma i problemi, nella scrittura di Pennadoro, si incrociano sempre: a lui urge arrivare alla fine della pagina. Ed ecco, pronto, un trucco del mestiere: “Ogni giorno è adatto per una merenda (nei giorni estivi si fanno al pomeriggio), un pranzo, una cena tra amici o in famiglia”. Pochi sono gli attenti osservatori ad aver scoperto che ogni giorno si mangia, se si può…..
Insomma, c’è tutto, e per chiudere “in cantina c’è la bottiglia giusta per ogni piatto, ma non manca vino sfuso, bianco e rosso”. Nessun cenno al verde e all’arancione.
Altro tema.
Io l’avevo detto agli amici del Tramezzo 1925, il nuovo bar/ritrovo sotto i portici della Camera di commercio, che non ha bisogno di pubblicità, basta assaggiare: attenti a Zanolli Pennadoro Vittoriano, è pericoloso, anche quando manda i suoi bravi. Non han voluto ascoltarmi, ed ecco pronta la punizione, ancora ieri; aggravante, trattandosi di pubblicità, hanno pagato.
Premessa, mia: al Tramezzo 1925 tutto è veramente buono, scelto con cura e confrontato ogni giorno con altre possibilità; anche nei momenti di punta il sorriso, gratis. Poche, per fortuna, non c’era lo spazio nella pagina, ma qualificate le zanolliadi a cura di PrPubliA: “il salame, principe degli insaccati nostrani, realizzato con pura carne di suino”, come se il salame cremonese contenesse pezzi di pecora o di gallina; il “prepariamo tutto al momento utilizzando materie selezionate” di Elisabetta, vien tradotto in un “servizio espresso” da pizza da asporto, e il “vero protagonista nel menù è il pane eccetera” che non ha bisogno di commenti. Inserita, a spese di Tramezzo 1925, la citazione di Auricchio e Fieschi.
Prima o poi troveremo una scritta all’ingresso dei posti buoni: ti diamo anche da mangiare gratis, ma per favore non scrivere di noi!

Cremona 16 11 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.