Nov 04 2014

le distanze, che diamine! 04 11 2014

Published by at 9:40 am under costume,cronaca nazionale

LE DISTANZE, CHE DIAMINE! Se ci sono scontri di piazza, è che la Forza pubblica si comporta come la zanzara sulla pelle delicata dei pacifici dimostranti. Ecco le ultime trovate delle Autorità, dal Corriere on line: —Il provvedimento riguarda tutte le attività della polizia, però l’attenzione è ora puntata sul capitolo dedicato ai cortei. Viene infatti ribadita e dettagliata la necessità – già evidenziata dopo il G8 di Genova – di lasciare ai manifestanti la cosiddetta «area di rispetto» e cioè una distanza congrua dai reparti in assetto antisommossa proprio per evitare che si entri facilmente in contatto. Non a caso si ritiene indispensabile che ai lati di chi sfila non vengano schierati agenti in divisa. Questo naturalmente presuppone che si segua il percorso autorizzato, dunque agenti e mezzi a protezione delle istituzioni o delle zone vietate devono essere sistemati lontano dal corteo. Il regolamento raccomanda l’utilizzo dei dispositivi e degli equipaggiamenti che possano scoraggiare gli attacchi dei manifestanti e quindi le successive «cariche». Proprio come accaduto a Napoli il mese scorso, quando l’assalto al palazzo del vertice della Banca centrale europea fu fermato con l’uso degli idranti e questo fu sufficiente per disperdere i contestatori più facinorosi. Il fine è evidente: evitare il contatto diretto con i manifestanti e così limitare al massimo l’uso della forza— C’è, ovviamente, un sistema ancor più sicuro per evitare del tutto gli scontri: tenere i poliziotti ben chiusi in caserma durante i cortei, come si usa in tutto il mondo civile.

Cremona 04 11 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.