Nov 04 2014

crevit 04 11 2014

Published by at 9:29 am under cronaca nazionale

CREVIT: LA “CURIOSA MONETA” CHE UNISCE CREMONA A HONG KONG Oggi vi parliamo di Crevit, una “moneta” complementare per universalità di  comprensione, gratuita e gestita direttamente online dall’utente attraverso un proprio portafoglio elettronico, immediata per la valorizzazione di prodotti e servizi e indipendente non essendo regolata da alcun sistema di credito. Registrandosi su www.crevit.it privati e aziende possono aprire un conto Crevit e di conseguenza emettere ed accettare la moneta per effettuare compravendite presso altri utenti convenzionati. Crevit Italia srl è una società a responsabilità limitata nata nel 2009 da un’idea imprenditoriale del CEO Marco Melega  di Cremona, ed è la prima filiale operativa di Crevit International Holdings Limited, società di Hong Kong di cui Francesco Olcelli, consulente finanziario della Pro-Marketing &iTools OÜ, è CEO. Hong Kong, capitale asiatica degli affari e centro finanziario, ha un ben radicato ed affidabile sistema giuridico di Common Law  e questo, unitamente all’espansione del mercato interno, ha spinto molte aziende a localizzarvi la loro base strategica per importanti progetti internazionali. Una scelta vantaggiosa dal punto di vista strategico, ma anche sotto l’aspetto della legittimità e della trasparenza. La capitale del business asiatico è anche il primo centro mondiale per le IPOs: nel 2011 vi sono state più di 100 nuove aziende quotate ad Hong Kong, che complessivamente hanno raccolto US$ 36 miliardi di dollari di patrimonio netto. La moneta “bianco-verde”nasce come opportunità di maggior potere d’acquisto, che certamente può dare sollievo rispetto all’attuale fase di credit crunch. Interviene nella crisi economica aiutando concretamente privati ed aziende a sopperire alla difficoltà di accesso al credito e consente di risolvere problematiche derivanti dalle eccessive dilazioni di pagamento agendo nei vuoti del sistema di credito attuale. Interessi, insoluti e dilazioni in Crevit non sono contemplati favorendo così un sistema economico sano ed equilibrato. La piattaforma Crevit, al fine di svilupparsi nel mercato attuale e garantire la stabilità del circuito, deve alimentarsi tramite compensi variabili in Euro detti commissioni: “Commissione Goal!”: pari al 2% su ogni accredito ricevuto dall’utente in “moneta” complementare ovvero al raggiungimento di risultati in termini di vendita ”Commissione Go!”: pari al 5% sull’importo di un eventuale Fido richiesto dagli utenti prima di aver realizzato vendite in “moneta” complementare. Questi sono gli unici costi che chi aderisce al circuito Crevit deve sostenere e rappresentano il minimo necessario per alimentare il Sistema. Crevit integra “dal basso” il sistema bancario non contrapponendosi in alcun modo ad esso, propensa alla collaborazione con istituti di Credito, strutturando pacchetti d’offerta in co-marketing che possono trovare applicazioni nei confronti di start-up,  aziende in crescita o in difficoltà. Grazie a speciali algoritmi matematici viene assicurata la totale stabilità del sistema anche in caso di default degli utenti convenzionati. Il “cuore” del circuito Crevit è rappresentato dal fido, attraverso il quale Crevit anticipa per conto dell’utenza convenzionata che ne fa richiesta disponibilità in moneta complementare. Dopo 24 mesi, se l’utente convenzionato avrà sul proprio conto una quantità di Crevit pari o superiore al fido inizialmente richiesto la posizione verrà interamente sanata mediante compensazione contabile, altrimenti si potrà rinnovare il fido o chiudere la posizione in denaro laddove il conguaglio della compensazione contabile evidenzi una posizione di debito effettiva nei confronti del circuito.
Francesco Olcelli CEO Crevit International Holdings Limited
f.giussani@agenziazelaschi.it

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.