Nov 03 2014

cucchi batte iori 100 a 0 03 11 2014

Published by at 11:40 am under cronaca cremonese,cronaca nazionale,Giudici

CUCCHI BATTE IORI 100 a 0 Dalla Stampa on line, il capo della Procura di Roma: —Se emergeranno fatti nuovi o comunque l’opportunità di nuovi accertamenti – risponde Pignatore – la Procura di Roma è sempre disponibile, come in altri casi, più o meno noti, a riaprire le indagini. E aggiunge: Non è accettabile, dal punto di vista sociale e civile prima ancora che giuridico, che una persona muoia, non per cause naturali, mentre è affidata alla responsabilità degli organi dello Stato. La responsabilità penale però – aggiunge il capo della Procura di Roma – è personale, e non collettiva, e deve essere riconosciuta dalle sentenze dei giudici, che tutte meritano assoluto rispetto anche quando, come nel caso di specie, tra loro contrastanti e, a parere dell’ufficio di procura, in tutto o in parte non condivisibili.— Bene. La Grande Comunicazione s’è impadronita del caso Cucchi, il giovane ammazzato, ma non è certo da chi, comunque da un “servitore dello Stato”, e allora nientepopodimeno che il capo della Procura di Roma dichiara d’esser disposto a riaprire le indagini, ma sempre che “i fatti vengano a lui” e siano degni di nuovi accertamenti. Del caso Iori, un evidente suicidio trasformato in omicidio e relativo ergastolo a suon di sfera di cristallo e prove altrettanto logiche, scrive solo il minuscolo, invisibile Flaminio Cozzaglio, e il massimo dell’attenzione che può ricevere è una querela per aver disturbato i Signori del Diritto, in toga forte e giusta!
Cremona 03 11 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.