Nov 02 2014

evviva pivantonio 02 11 2014

Published by at 9:28 am under barzellette,cronaca cremonese

EVVIVA PIVANTONIO
Ogni tanto il ritornello: perché ce l’hai con lui?
Figuriamoci. L’anno scorso ho patito la scomparsa di Sua Eccellenza QuattroCognomi, quest’anno se n’è andato Oreste, il Consiglio comunale ha perso diversi soggetti interessanti: anch’io, con garbo, curo i miei interessi. E devo fare preventivi; se non vogliono che la Provincia fin che c’è sparisca, tra breve anche Zanolli Pennadoro Vittoriano sarà promosso a nuovi incarichi! E Pugnoli? Quanto tiene? Vedete bene la desolazione di Cremona, città senza avvenire anche in questo settore. Sono stato chiaro?
Per fortuna i prossimi quattro anni di Pivantonio sono nelle mani della sua controfigura Filippini, che sa cosa deve dire: grazie a Lui la nostra associazione ha acquistato prestigio a livello locale e nazionale. Lo ringrazio per tutto il lavoro che ha fatto a Cremona e a Roma e per quello che sta facendo adesso come presidente dell’Enpaia.
Altro che Mario Maestroni, che, subita la sconfitta nel 2008, come le leggi i regolamenti e il buon gusto suggeriscono, s’è ritirato a curare la sua azienda: Pivantonio, nonostante le ferite rettali, smania e continua a prendersi cura di tutto, come nulla fosse successo!
Istruttivo il Piccolo, che solo nel titolo s’è permesso una parola stonata:
La rivoluzione morbida della Libera
Rivoluzione: che parolaccia! Ma subito corretta nel testo: “ Già nelle prime interviste, il nuovo presidente ha chiarito che la sua linea sarà ispirata da quella tracciata dal suo predecessore.” Non c’è chi non ricordi: Mosè scende dalla montagna con le Tavole! E il Piccolo ce ne spiega due, le più urgenti:
–Non solo, ma a cambiare certamente sarà, nei prossimi giorni, anche il direttore della Libera, il dottor Guido Vezzoni, per il quale è già partita la mozione di sfiducia.
–La direzione a La Provincia (fin che c’è, n.d.r.) di Vittoriano (Pennadoro, n.d.r.) Zanolli non sembra correre rischi, motivi di attrito con la maggioranza confermata in Libera non ce ne sono, anzi Zanolli è considerato ancora uomo di fiducia nel quotidiano locale.
In puro stile pivantoniesco, che tanto ha segnato la Libera nei sei anni appena trascorsi: via il direttore buono, per non aver appoggiato la campagna di Pivantonio, che l’ha preso in quel posto, lungo duro grosso e pare con gli artigli; confermato quello del pesce vivo, servito in tavola a temperatura ambiente, e di mille altri prodigi di valore. Con le prevedibili conseguenze, a carico dei tremila soci della Libera, tutti, senza eccezione: Guido Vezzoni, che è capace, vien chiamato a ponti d’oro da un’altra parte e i tremila soci diminuiscono vistosamente; Pennadoro, se i tremila soci dopo quelle di Renzi non si fanno un’altra bella patrimoniale, fa chiudere la Provincia fin che c’è, tanto che duri, tra i coriandoli di Carnevale!

Cremona 02 11 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.