Giu 24 2014

in ginocchio da te 24 06 2014

Published by at 9:29 am under cronaca cremonese,Striscia La Provincia

IN GINOCCHIO DA TE
Il ministro Martina parla per tutti in prima: l’agricoltura sarà il futuro per l’Italia, e gli altri si accodano. Il compagno Pizzetti garantisce: porteremo finanziamenti europei; De Castro telefona e assicura il sostegno dell’europarlamento; Fava: il prezzo del latte non deve essere abbassato, e via via mormorano un dopo l’altro i coriandoli, fino al riassunto del presidente di Confagricoltura Mario Guidi: senza ideali non si va da nessuna parte! E giù botte al suo predecessore Federico Vecchioni, passato a Coldiretti.
Che poteva per distinguersi Pivantonio, che ha qualche peccato più degli altri da farsi perdonare da Guidi?
Non gli basta mettersi in ginocchio; dopo una spruzzatina di cenere sul capo, ecco il tentativo di recuperare il terreno perduto: “Da Cremona Vecchioni ha arringato spesso la base. Ha cavalcato le battaglie promosse da noi, che inizialmente non condivideva. Si è impadronito di azioni di protesta avviate in Lombardia. Gli ho dato fiducia e la mia amicizia, col rischio di entrare in conflitto col presidente Guidi.”
Ah, ecco la confessione, nella speranza che la penitenza non sia troppo gravosa! Nel dubbio, ecco il seguito: “Noi siamo diversi. Io sono orgoglioso di essere italiano, ma sappiate che accanto al tricolore sventola la bandiera di Confagricoltura che mi resterà sempre nel cuore.”
Più sincero di così!
Ma quando vuol strafare, il dottor Pivantonio non ha limiti; io non so chi sia Guidi, ma lui, secondo la Provincia, l’ha presentato così all’assemblea della Libera:
“Mi congratulo col presidente per la maggioranza bulgara con la quale è stato confermato, a dimostrazione dell’apprezzamento della base e delle capacità che gli sono riconosciute.”
Ripeto, non so chi sia Guidi, e magari una maggioranza bulgara gli fa piacere, ma credo nessuno al mondo ami gli sia ricordata in pubblico……

Cremona 24 06 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.